Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'EMIGRANTE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 17/8/09 15:51 - 4344 commenti

Bozzettistico e scanzonato, ma troppo frammentario. Debole anche perché spesso si dilunga oltre la logica, diventando noiosetto. Pure Toffolo non contribuisce granché, anche perché il personaggio, tranne il suo ultimo momento, non funziona più di tanto. Un filmetto, insomma, con un finale mal assestato.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 26/7/12 10:42 - 10780 commenti

Decisamente uno dei film meno riusciti di Festa Campanile. Sceneggiatura povera di contenuti e ricca invece di luoghi comuni; nessuno spunto originale e l'aggravante di un Celentano assai fuori ruolo ed altamente improbabile nei panni del napoletano. Un po' meglio il cast di supporto. Meno che mediocre.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: U
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Cangaceiro 12/8/09 10:02 - 982 commenti

Un film grigio, attraversato da una marcata malinconia, accentuata dall'abuso di canzoni retrò ('O sole mio, per dirne una), evidentemente care alla generazione dei veri migranti italiani. Altro che terra promessa, Festa Campanile rappresenta un'America inospitale, in cui il lavoro non si trova ed è difficile sbarcare il lunario. Celentano è in chiara difficoltà con il napoletano e la sceneggiatura gli offre pochissime opportunità per lasciare il segno. Le sporadiche incursioni di Toffolo portano un po' di aria fresca. All'inizio c'è pure Reder (n.c.).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Celentano mentre pettina la salma (a sua insaputa).
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Daidae 25/12/09 17:11 - 2545 commenti

Film noiosetto, Celentano ha fatto davvero di meglio. Alla fine è un insieme di luoghi comuni, di già visto e già sentito; mi ha solo fatto sorridere Toffolo anarchico fissato con la "mona" che parla col tipico accento veneto. Non è scarso, ma il mediocre ci sta tutto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Toffolo senza denti.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Redeyes 22/1/08 17:17 - 1997 commenti

Un buon elenco di luoghi comuni e dejavù. Celentano impersona abbastanza bene il personaggio, ma la storia offre poco di cui entusiasmarsi. Possiamo trovarci il solito scagnozzo invidioso, il boss finto amico, l'innamoramento per la bella (che è già promessa) e un po' di bonaria mafia italo-americana che scimmiotta se stessa. Unica nota: un anarchico Toffolo, che sempre sull'orlo di uno sbuffo d'alcool c'intristisce e ci emoziona molto più di tutto il resto messo assieme.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Mco 15/12/09 0:09 - 2026 commenti

Strano ma vero, in questo film la verve comica di Adriano Celentano non convince, fors'anche perché al regista preme maggiormante l'aspetto "serio" della vicenda migratoria. Anche i comprimari, Toffolo in primis o la stessa Mori, non riescono a farsi apprezzare appieno. Inoltre l'accento meridionale addosso al molleggiato non fa che rendere il tutto ancor più fastidioso... Evitabile.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Rambo90 19/3/19 16:51 - 5581 commenti

Un po' fiacco. Sebbene parta bene e Celentano (per quanto improbabile) sia simpatico nel suo napoletano, si arena dopo la prima parte con una serie di svolte prevedibili e tentativi mal riusciti di coniugare dramma e commedia. Inoltre dura un po' troppo, con scene che potevano essere accorciate quando non addirittura omesse. Non aiuta nemmeno l'atmosfera plumbea con la fotografia dai colori smorti. Simpatico Toffolo, seppur sottoutilizzato.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Nando 27/12/10 22:45 - 3251 commenti

Macchiettistico e provvisto di una narrazione lievemente stralunata, il film narra le vicende di un emigrante napoletano in America che s'invaghisce di una connazionale e si dedica ad attività poco lecite. Celentano non è prorompente, forse il dialetto gli si addice poco, la Mori è fascinosa ma canta troppo spesso. Finale scombiccherato da cabaret.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)