Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DECAMERON N. 4 - LE BELLE NOVELLE DI BOCCACCIO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/5/08 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 21/4/19 23:47 - 4437 commenti

Terribile, sin dalla cornice. “Tofano e la moglie Ghita” (VII,4) col solito siculo cornificato: brutto. “Calandrino pregno” (IX,3): l’unico guardabile, perché ci sono gli unici che recitano (la Giordano e Guerra). “Fra Rinaldo” (VII,3) con Baraghini (sotto pseudonimo, forse per nascondersi) è tirato via e male. “La Simona” (IV,7): per il torace di Claudia Bianchi vale la nota definizione di Manuel Fantoni (“due chiodi”) ma, davvero, non c’è null’altro, se non tentativi non riusciti di umorismo. ”Frate Alberto da Roma” (IV,2) chiude al peggio.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 25/9/09 4:13 - 3875 commenti

Cinque novelle, introdotte da un gruppo di lavandaie con un volgare senso dell'umorismo: dal marito siciliano (ovviamente più anziano della consorte) fatto becco quando rientrato dal lavoro perché ubriacato dalla moglie (bolognese!) alla coppia di ingenui che riescono a farsi rubare l'eredità dopo che a lui è stato detto ch'è incinta; dal giudice avvelenato perché attivo "sessualmente" su una presunta scena di omicidio agli inevitabili fratacchioni vispi e virili. Si ride poco, per via di un cast per niente efficace, una parlata dialettale approssimativa e ironia davvero di basso profilo.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 15/4/13 16:42 - 5737 commenti

Introdotte da un gruppo di lavandaie cafone, cinque novelle del Boccaccio opportunamente rivedute, corrette e ampliate negli elementi più spinti e volgari. La realizzazione è misera e la comicità di bassa lega; quindi inutile dire che il valsente provenga dal reparto femminile, con le rustiche Ann Odessa e Mariangela Giordano, la fine Claudia Bianchi e la mai più rivista Susy Kuster, l’unica prescelta per il nudo integrale. Francesco Antonacci (il “Calandrino pregno” del secondo episodio, nonché costumista e scenografo) sembra un sosia magro di Burt Young.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La manesca visita medica nel secondo episodio; i copricapi a forma fallica dei giudici nel quarto.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Markus 19/10/16 10:28 - 2877 commenti

Ancora una volta sono un gruppo di lavandaie dalla lingua lunga a introdurci le simpatiche novelle del film di Paolo Bianchini (regista che ha spaziato tra cinema di genere e spot). Tanto per cambiare si parla di corna e relativi sotterfugi, di frati non molto rispettosi della castità e si parte con l’abituale carrellata di sollazzevoli vicende con qualche venatura pruriginosa. La pellicola (che si può considerare "esemplare" di un genere allora sfruttato all'inverosimile) è sostenuta da un discreto ritmo narrativo. Buone le musiche di Roberto Pregadio.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Faggi 30/5/18 17:34 - 1390 commenti

Volgare pseudo-boccaccesco; ovvero guazzabuglio decamerotico da due soldi: non riesce a divertire né a strappare mezzo sorriso sincero; l'aggravante è che non ha nemmeno quella genuinità trash indiscutibile e magnetica che almeno lo avrebbe salvato dalla noia. Aggravante ulteriore è l'assenza di vero pepe erotico. Un disastro sotto la gestione di una regia senza nerbo, commentato da musichette discutibili, interpretato da quella che sembra una banda di guitti senza arte né parte (terribilmente doppiati).
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)