Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CRISTIANA MONACA INDEMONIATA

All'interno del forum, per questo film:
Cristiana monaca indemoniata
Dati:Anno: 1972Genere: erotico (colore)
Regia:Sergio Bergonzelli
Cast:Toti Achilli, Magda Konopka, Vassili Karis, Gerardo Rossi, Maria Virginia Benati, Carla Mancini, Bruno Boschetti, Gregorio Gandolfo, Mario Casella, Eva Czemerys, Marco Guglielmi, Angelo Boscariol (n.c.)
Note:Aka: "La vocazione", "Georgina, la nonne perverse", "Our Lady of Lust", "Loves of a Nymphomaniac", "To Erotiko album tis Kristianas"
Visite:1764
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/10/11 DAL BENEMERITO TRIVEX

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Marcolino1
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Uomomite
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Trivex
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Deepred89


ORDINA COMMENTI PER:

Deepred89 8/1/14 3:54 - 3107 commenti

Forse ci starebbe il pallino singolo, ma sarebbe un peccato far inabissare nell'oceano delle vaccate tale assurdo, dozzinale e a suo modo imprevedibile miscuglio di generi e umori, peraltro recitato neanche malissimo e con curiose musiche tra il liturgico e il progressive. Forma grezzissima (e la marcia copia circolante non aiuta), con palesi riempitivi (l'interminabile striptease) e ampie cadute nel ridicolo, ma resta la forte sensazione di una premeditata presa in giro, verso la chiesa, gli hippies e gli spettatori. Sergio 1,5 - Spettatore 0.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Dopo che all'assurdo si somma il tragicomico, nel finalissimo un'aulica e seriosissima voce over mai sentita prima squarcia gli svolazzi prog. Poesia.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Trivex 13/10/11 10:02 - 1413 commenti

Inconsueto e notevolmente scuro, pieno d'ombre ma anche con momenti d'atmosfera. Non è un film estremo, perché alla fine (almeno nella versione visionata) si vede pochino e certi momenti topici (tipo il fattaccio sull'aereo) sono realizzati con scarso successo. Se posso osare, direi che da Bergonzelli mi sarei aspettato qualcosa di diverso, ancor meno razionale di questa parabola un po' assurda. Personalmente potrei addirittura definirlo, almeno per la parte centrale, un incompreso decamerotico dei tempi moderni.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Marcolino1 22/11/16 15:44 - 394 commenti

La morigeratezza dei costumi e la trasgressione qui coinvolgono l'aspetto mistico-religioso in una parabola che disegna con puntualità una discesa (la morte sfiorata e la consapevolezza dell'umana fragilità e dell'effimero), una breve salita spirituale e infine un precipizio da rollercoaster. Il tutto senza calcare la mano in modo pesante, né toni sentenziosi e biblici, con un linguaggio più da commedia erotica che da film mistico. La protagonista dal nome ironicamente ambiguo riprende la carica trasgressiva della studentessa del film precedente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena onirica sugli scogli al mare dove Cristiana viene invitata a togliersi l'abito monacale e a pensarci bene se prendere i voti o no.
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)

Uomomite 2/9/13 2:56 - 175 commenti

La cifra stilistica di Bergonzelli è la frammentazione, i cambi d'atmosfera meravigliosamente a caso; anzi, spesso non si cambia neanche atmosfera, se ne sovrappongono direttamente due o più. Esempio: scena drammaticissima di lei che guida a folle velocità, perché, chiaramente, si vuole ammazzare. Cosa fa Bergonzelli? Le mette accanto un burino ciociaro che reagisce allo spavento sciorinando tutto il classico repertorio, alla sotto Manfredi, da commediaccia di serie Z. Il film è tutto così, è come salire su una giostra impazzita.
I gusti di Uomomite (Fantascienza - Horror - Poliziesco)