Cerca per genere
Attori/registi più presenti

OH, MIA BELLA MATRIGNA

All'interno del forum, per questo film:
Oh, mia bella matrigna
Dati:Anno: 1976Genere: drammatico (colore)
Regia:Guido Leoni
Cast:Sabina Ciuffini, Maurice Ronet, Gianfranco De Angelis, Crippy Yocard, Gloria Piedimonte, Tom Felleghy
Note:Aka "Oh mia bella matrigna!"
Visite:4493
Filmati:
Approfondimenti:1) ITALIA 70: FAMIGLIA (POCO) CRISTIANA
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 16
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/5/08 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 15/5/11 16:40 - 4650 commenti

Banalissima tragi-commediola, che ha l'unico pregio di farci vedere la Ciuffini, davvero bellisima, che non se la cava neppure male. Ronet dà una prova dignitosa, mentre De Angelis, più che recitare, fa ciondolare il volto. La vicenda principale viene intuita sin dal titolo, ma la resa è ancor peggiore. Si salva solo una certa dignità della messa in scena, nonostante le molte, troppe banalità nelle quali ci si imbatte. Titolo ortograficamente discutibile. O si scrive "O mia bella matrigna" o si scrive "Oh! Mia bella matrigna!"

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sabina.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 5/5/08 18:20 - 3875 commenti

Il prof. Luigi (Maurice Ronet) rimasto "precocemente" vedovo causa incidente stradale, decide di prendere in sposa la disinvolta Lalla (Sabina Ciuffini), alunna dotata di prorompemte fascino. Uno dei pochi titoli interpretati dalla peperoncina Crippy Yocard, qua offuscata dalla presenza della valletta di Bongiorno: una Ciuffini semplicemente spettacolare (a differenza del film)...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 8/8/08 17:48 - 5737 commenti

Tra Malizia e Virilità, con contrafforti edipici. Non male, nella sua capacità di alternare dramma e commedia, erotismo giocoso e tragedia thrilling in un triangolo risaputo (padre - matrigna giovane - figlio giovane). Ronet è stanco e fugace, ma la splendida Ciuffini, gioviale e spontanea, scala l’Olimpo delle starlets elargendo un topless dopo l’altro e gareggiando con i nudi integrali della sua rivale in amore Yocard.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Caesars 26/10/12 10:06 - 2625 commenti

Tentativo, non riuscito, della bella Sabina Ciuffini di lanciarsi nel mondo del cinema dopo anni di Rischiatutto. E proprio la presenza dell'attrice è l'unico motivo d'interesse di questa commediola sexy che nel finale vira al dramma/giallo. Per arrivare alla fine della pellicola si assiste a uno spettacolo piuttosto deprimente farcito di dialoghi assurdi che mettono a dura prova la pazienza dello spettatore. Tuttavia la prova attoriale della Ciuffini risulta meno scialba di quanto ipotizzabile e il finale può riservare qualche sorpresa. *!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sabina Ciuffini. Fine. Anzi no, continua.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Vstringer 28/10/09 4:05 - 349 commenti

Inconsistente commedia che vira al dramma in un battito di ciglia: potrebbe essere un saggio sulla banalità del male, se solo Leoni e i due modesti attori protagonisti ne avessero coscienza. Ronet si ritrova coinvolto suo malgrado in un goffo dramma edipico, dove si salvano solo le grazie della Ciuffini che in quel periodo, tra un film e un servizio sul Playboy italiano, cercava di affrancarsi dal ruolo di valletta di Mike. Inutile precisare che non ci riuscì.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il phon al ralenty.
I gusti di Vstringer (Commedia - Drammatico - Musicale)

Deepred89 13/7/10 22:22 - 3234 commenti

Non tanto una classica commediaccia sexy come il titolo lascerebbe intendere, bensì un dramma con tocchi ironici e tragici, con qualche scena di nudo (non integrale per quanto riguarda la Ciuffini). Il film comunque non raggiunge la sufficienza, soprattutto a causa di una storia piuttosto insignificante, di un cast mediocre e di una regia priva di guizzi. Curiosa la freddezza delle ambientazioni. La confezione minimamente accettabile salva il film dal disastro. Comunque evitabile.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 5/5/08 23:39 - 3184 commenti

Curioso film dalla sceneggiatura arzigogolata che alterna dialoghi un po’ raffazzonati, scene vagamente sexy e un gialletto di provincia. Primo e a oggi unico lungometraggio incentrato sulla bellezza dell’ex valletta di Mike Sabina Ciuffini (salvo il ritorno nella fiction Questa casa non è un albergo), che però, vista la non molta riuscita in termini commerciali/artistici dell’opera, restò di fatto una piccola parentesi nella sua carriera. Culto personale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Maurice Ronet dice: "chi uccide ha sempre un motivo e se non ce l'ha, se lo inventa".
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Matalo! 6/8/08 9:47 - 1368 commenti

Ridicolo filmetto girato per sfruttare le grazie della bella Sabina di Rischiatutto (era davvero il sogno erotico degli italiani, me compreso). Per capire lo spessore del film basti vedere come compie la svolta da commedia sexy a dramma omicida; come se niente fosse e tra mille sorrisi e scherzi, tra freccette e torte in faccia si decide di far fuori papà... Film imbecille ma Sabina era davvero tanto bella e naturalmente ho fatto le 4 solo per lei...
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Herrkinski 29/6/19 3:25 - 4870 commenti

Un titolo fuorviante che probabilmente ha fatto finire il film nel calderone delle commedie sexy dell'epoca, con cui in realtà condivide solo qualche nudo (grazie alle ottime Yocard e Ciuffini, quest'ultima in un'operazione per l'epoca scandalosa vista la provenienza tv) e i complessi edipici tipici di certo cinema erotico/morboso; sorprende più che altro la virata nel drammatico del finale, degna di un grindhouse americano per pessimismo e cattiveria, il tutto condito da un bel tema cantilenante della ost alla Morricone che deprime non poco.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 29/2/12 3:03 - 2705 commenti

Unico e ultimo film della famosa valletta di Bongiorno. Nonostante la suddetta non sappia recitare e nonostante il film sia un po' confuso, direi che si può guardare. Certo non aspettatevi un capolavoro... Nel cast anche la Crippy Yocard/Amodei già vista ne La nipote del prete dello stesso anno.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Trivex 28/9/15 10:02 - 1462 commenti

Oh che bello, ritorna la famiglia quando arriva la matrigna! Nell'atmosfera di finto zucchero alimentata anche dalle adeguate musiche, si consumano la corruzione e il misfatto. Prodotto realizzato in modo adeguato e finalizzato come si conviene al dramma erotico e impuro, dove non ci fa bella figura nessuno. Patologico e inquietante alla fine, senza troppi approfondimenti, perché bastano le tette dolci della protagonista. Si, questa matrigna che sembrava chissà cosa ma che poi fa scomparire la sua "ragione" per l'umorismo stupido di un figlio di papà.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le allucinanti foto artefatte della madre, nella camera del "pargolo".
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Pinhead80 20/3/20 15:28 - 3777 commenti

Questo buon film drammatico ci regala una doppia sorpresa: la prima è relativa all'ottima interpretazione di Sabina Ciuffini nei panni della nuova moglie del padre di famiglia che, oltre a recitare bene, mette in mostra un fisico eccezionale. La seconda è legata all'intreccio, che regale momenti davvero interessanti soprattutto a fine pellicola. Innamoramenti, turbe psichiche, complessi edipici sono all'ordine del giorno e vengono ben miscelati da Guido Leoni. Gli amanti degli scandali in famiglia apprezzeranno di sicuro.
I gusti di Pinhead80 (Azione - Horror - Thriller)

Il Dandi 13/9/13 11:03 - 1719 commenti

Non più di un fotoromanzo filmato, ma curioso perché rinuncia alla strada della commedia tentando (un po' maldestramente) di recuperare le tematiche erotiche nate in seno alla contestazione del decennio precedente (Samperi e Bellocchio su tutti), per poi virare (anche se un po' troppo tardi) verso il thriller coniugale alla Lenzi. L'inespressività del protagonista De Angelis è funzionale al suo inquietante personaggio di bambino cresciuto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: De Angelis tenta di ingelosire la matrigna Ciuffini invitando a casa la Yocard.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Faggi 20/2/17 19:04 - 1455 commenti

Dramma (o psicodramma) osé, come voleva la moda di quegli anni; all'acqua di rose (con qualche spina) e senza un vero approfondimento dei personaggi, buttati quasi a caso in scena (meno male che almeno c'è la giovane Ciuffini, che è bella e non recita nemmeno male). Lo si guarda temendo possa prendere qualche brutta e definitiva piega di banalità; cosa che in parte avviene, pur non essendo totalmente indegno nella messa in scena.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Motorship 26/11/13 22:43 - 567 commenti

Commediola sexy un po' strana e anche piuttosto fiacca che dopo una prima parte prettamente comica si trasforma pian piano in un dramma, anche dai toni piuttosto tragici. Un esperimento, seppur molto poco riuscito, almeno da apprezzare per lo sforzo, anche se è poco per dargli un giudizio che non vada oltre la mediocrità. Certo che però la Ciuffini è di una bellezza conturbante ed è pertanto il motivo principale della visione del film. Per il resto cast sottotono (Ronet ha fatto decisamente di meglio) o scarso (De Angelis). Finale inaspettato.
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)

Marcolino1 29/6/19 13:25 - 483 commenti

Una sorta di remake di Le tue mani sul mio corpo di Rondi in cui, oltre a far piazza pulita della psicanalisi accantonata come ozio borghese letterario, sorprendono la forma e lo stile. Si scherza e si gioca con la commedia romantica e sexy, con l'incomunicabilità padre-figlio (ridotta a un reiterato: "dovremmo parlare un po' io e te"), con il delitto (im)perfetto e l'imprevedibilità dello humor nero. La retorica delle tematiche non annebbia una grazia e leggerezza di fondo dove i protagonisti giocano a farsi lo sgambetto senza sapere chi cadrà.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il volto della madre sovrapposto in fotomontaggi sulle facce di un'arpia, di un Cristo, del diavolo e di un dittatore (Hitler? Mussolini?).
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)