Cerca per genere
Attori/registi più presenti

STORIA DI UNA MONACA DI CLAUSURA

All'interno del forum, per questo film:
Storia di una monaca di clausura
Dati:Anno: 1973Genere: drammatico (colore)
Regia:Domenico Paolella
Cast:Catherine Spaak, Suzy Kendall, Eleonora Giorgi, Martine Brochard, Umberto Orsini, Konrad Georg, Ann Odessa, Antonio Falsi, Tino Carraro, Isabelle Marchall, Caterina Boratto, Giuliana Calandra, Carla Mancini, Paola Senatore
Note:Aka: "De non en haar duivel"; "Diary of a Cloistered Nun"; "Historia de una monja de clausura"; "Kielletyn luostarin salaisuus"; "Der Nonnenspiegel"; "Story of a Cloistered Nun"; "The Diary of a Closeted Nun"; "Une histoire du 17. siècle". Distribuito in VHS (I Classici Proibiti de L'Espresso). Ispirato alle cronache di Suor Agnese del Bambino Gesù.
Visite:2703
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/5/08 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 13/2/11 1:05 - 4468 commenti

Conventuale con echi di women in prison, come suggerisce la auto-accusa collettiva del finale. Reso decoroso da una splendida fotografia, è mediocrissimo nei caratteri, tagliati con l'accetta. La Giorgi è acerba attorialmente, ma ciò non stona col personaggio. Bellissima la Spaak, ma la suora che non si dimentica è quella, sussiegosa e frustante, di Barbara Herrera. Il coevo monacale di Sant'Arcangelo, pur esso di Paolella, è assai meglio.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 4/5/08 16:38 - 3875 commenti

XVII Secolo: la neonata Carmela (Eleonora Giorgi) viene deputata in sposa per matrimonio combinato a fini d'interesse. Quando la ragazza raggiunge la maggiore età ripudia il marito, essendo innamorata d'altro uomo. I genitori le impongono la clausura. La ragazza scoprirà che, all'interno del Convento, la privazione carnale e la rigidità di regole e comportamento, sono solo i minori aspetti della limitazione di libertà e personalità praticata da pseudo religiosi fanatici. L'erotismo è altrove (la copia che circola è però cut), il dramma intenso.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 29/6/12 9:15 - 3011 commenti

I marmocchi in lacrime nella scena iniziale dovrebbero insospettire lo spettatore; chi abbia ignorato l'avvertimento si è sorbito una fiera del vorrei-ma-non-oso, in cui un Paolella troppo correttino spara a vuoto cartuce promettenti, come la Spaak bisex e intrigante e in generale un cast sulla carta sfizioso. Film impiombato, che cola a picco nell'inverosimile finale.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 18/11/09 15:41 - 5737 commenti

Conventuale che, pur adoperando la riconoscibile matrice del filone - lesbismo, incontri sessuali clandestini, punizioni e umiliazioni corporali, gelosie tra converse - cerca di valorizzare l'aspetto drammatico che scaturisce non solo dalla perdita di libertà imposta dalla prigionia claustrale, ma anche dall'allontanamento - qui lacerante e definitivo - dai propri affetti famigliari. Il volto smarrito e i nudi integrali durante le (s)vestizioni della Giorgi risaltano in una fotografia raffinata e tinta di chiaroscuri. Carraro tuona solenne e ripudia inesorabile.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Markus 4/5/12 12:06 - 2931 commenti

Tipico modello di cinema conventuale-pruriginoso Anni '70. La Giorgi, avendo ripudiato un matrimonio combinato, viene "giustamente" rinchiusa in un convento di monache di clausura. Film dall'andamento lento ma confacente al tema e al luogo ricostruito. Oltre alla giovane Giorgi c'è da porre l'accento sulla presenza della Spaak in un ruolo severo quanto provocante. Teoricamente dovrebbe essere una pellicola di ricostruzione storica, ma la sensazione è di aver trasceso non poco in vezzi provocatori tipici del cinema popolare di quel decennio.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Daidae 22/5/12 4:29 - 2600 commenti

Troppo noioso, schematico e prevedibile. Ormai il filone lo conosciamo e questo sottogenere di monache erotiche purtroppo durerà fino alla metà degli anni 80. Nonostante il raffinato e bel cast il film si perde in un bicchier d'acqua e la noia presto prende il sopravvento. Alcune scene sono particolarmente ridicole; verso il finale una mi ha ricordato una pubblicità sulla contraccezione dei primi anni 90. Mediocre.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Lucius  19/2/12 2:01 - 2752 commenti

Ha fatto di meglio Amodovar con L'indiscreto fascino del peccato: almeno lì si rideva, c'era ironia e delle suore con dei nomi strappalacrime (di risate). Qui si vuole trasgredire, ma con rigore, un rigore che poco si addice alla vera trasgressione. L'intento accademico del regista, se di intento si può parlare, si riflette in un'opera priva di erotismo (a parte la Giorgi svestita) che, per l'insistere su certi comportamenti anticlericali, si rivela ingessata sui suoi clichè, privando la sceneggiatura di una vera trama. Di monacale c'è solo l'abito. Amen.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Stefania 6/5/12 1:58 - 1600 commenti

Paolella con un occhio guarda in cielo e con l'altro in terra (molto in basso, sotto le gonne delle novizie), l'intento dichiarato è quello di raccontare il cammino di una monaca dal peccato alla santità, ma più che la meta interessa l'accidentato percorso, per cui ci si attarda nel torbido con un certo qual compiacimento. Commovente la Giorgi, tutta timori e tremori, divisa tra fremiti carnali e slanci ascetici, ma la "cattiva" Spaak, viziosa, impetuosa, infida e, alla fine, generosa, è il carattere più interessante. Romanticismo claustrale...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il festino tra le monache, che si rivestono da donne e recitano una commedia: i colori esplodono sullo sfondo grigio della cella.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Luchi78 20/1/12 18:52 - 1521 commenti

Noiosetto e molto lento, nonostante la coppia Spaak-Giorgi facesse presagire memorabili performance erotiche. Il racconto procede lentamente senza troppe gratifiche per lo spettatore, escluso qualche nudo integrale di una giovanissima ed inespertissima Eleonora Giorgi. Riflettori puntati sulle sofferenze della vita monastica da parte delle povere donne del buio medioevo, ma in fondo lo scopo del film non voleva essere quello...
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)