Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SOTTO IL SOLE DI ROMA

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 20/4/12 9:23 - 7335 commenti

Tra neorealismo e bozzettismo, la storia di un ragazzo tra la guerra e l’immediato dopoguerra, raccontata con nostalgia della giovinezza perduta. Il film non è male, soprattutto per gli scorci urbani e umani che tratteggia con appassionata adesione in vividi episodi, tra incoscienza dell’adolescenza e astuzie malandrine. Punto di forza è l’immediatezza espressiva dei giovani interpreti (non professionisti). Ma l’opera è spesso caciarona e urlata. E la narrazione alla amarcord stempera la vicenda in cartoline che ingialliscono in pochi minuti.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Markus 26/8/14 11:38 - 2929 commenti

Film del 1948 ma ambientato nei primi Anni '40 durante il secondo conflitto mondiale: la posizione storica della pellicola colloca il racconto ai margini tra il dramma della guerra in corso e la commedia giovanilistica (con venature melodrammatiche un po’ stucchevoli sul versante amoroso, tuttavia figlie di quei tempi). Neorealismo un po’ annacquato ma sincero negli intenti ed efficace nell'affresco dei personaggi, che sprizzano romanità sincera e priva ancora di autocompiacimento. Piccola parte per un giovane Alberto Sordi.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Saintgifts 8/4/10 0:00 - 4099 commenti

È la storia del giovane Ciro e dei suoi amici, nella Roma occupata dai tedeschi e del primo dopoguerra. Gli attori sono tutti esordienti o non professionisti, con una piccola parte per Sordi con gli occhi vistosamente truccati. Neorealismo rosa, lo ha definito una parte della critica. I caratteri dei personaggi sono molto ben definiti e riconoscibili nella gioventù romanesca di allora, dove spicca la superiore maturità e responsabilità delle donne. Commovente e a tratti ingenuo, buona la regia, dialoghi adeguati alla classe sociale e al tempo

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il primo bacio tra Ciro e Iris.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Furetto60 19/5/14 12:16 - 1129 commenti

La migliore qualità del film è di carattere... involontario: sono interessanti alcuni scorci di una città, Roma, che se non è sparita certo è di molto mutata, oltre a una singolare presenza di Sordi ridotto a poco più di una comparsa. Simpatici anche alcune scene di quotidianità, così distanti dall'attuale. Sospeso tra commedia e neorealismo, il film sembra non volersi prendere troppo sul serio limitando la svolta drammatica alla seconda metà e al finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incontro di boxe; 70 lire: prima della guerra il costo di un paio di scarpe, dopo, un biglietto del tram.
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Kriminal 5/2/13 21:14 - 45 commenti

Un corale romanzo di formazione; la storia di alcuni ragazzotti romani alle prese con il passaggio dall'adolescenza a una giovinezza più matura. Ottima l'idea degli attori presi dalla strada la cui spontaneità rende il film uno dei capolavori del cinema del dopoguerra. Sembra di vedere addirittura alcuni episodi dei Racconti Romani di Alberto Moravia, un affresco della Roma popolare del '900 con le vicissitudini dei suoi protagonisti, i loro affanni, le loro aspirazioni. Come in Estate violenta c'è l'incontro dei protagonisti con la Storia.
I gusti di Kriminal (Commedia - Drammatico - Guerra)