Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FINO ALLA FINE DEL MONDO

All'interno del forum, per questo film:
Fino alla fine del mondo
Titolo originale:Bis ans Ende der Welt
Dati:Anno: 1991Genere: drammatico (colore)
Regia:Wim Wenders
Cast:Solveig Dommartin, William Hurt, Sam Neill, Rudiger Vogler, Jeanne Moreau, Max Von Sydow
Visite:646
Il film ricorda:Agente Lemmy Caution, missione Alphaville (a G.Godardi)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/4/08 DAL BENEMERITO HACKETT

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Capolavoro assoluto (e ce ne sono pochi!) a detta di:
    Febriz
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    G.Godardi, Hackett, Paulaster, Bruce
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Ford
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Daniela, Saintgifts
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Pigro
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Matalo!


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 21/3/09 9:35 - 7337 commenti

Film oceanico e caotico, che mescola fantascienza e intimismo, rappresentazione della realtà attuale e simbolismo. Wenders stende sullo schermo un mosaico di storie e di visioni, i cui pezzi si fatica a riconoscere, fuorviati da una narrazione a singhiozzo e spesso pretenziosa, con scivolate nel ridicolo. L'incredibile dispiegamento di mezzi e l'uso di location in giro per il mondo (nonché di artisti della scena musicale) si scontra con il senso di banalità del discorso e dei simboli. Presuntuoso. Da dimenticare.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Daniela 18/11/16 0:03 - 8153 commenti

Ambientato in un futuro tanto prossimo da essere ora passato, il film tallona un tizio che gira mezzo mondo per registrare memorie, fra catastrofi imminenti, rapinatori, cacciatori di taglie, misteriose invenzioni, scienziati pensosi e mamme cieche... Rivisto in versione breve (si fa per dire) tanto per verificare se avevo sbagliato allora a considerarlo tanto pretenziosamente noioso e se era il caso di affrontare la versione da 280 minuti. Sentenza di appello: belle immagini, bella colonna sonora ma il film è proprio una pizza autoreferenziale e per il director'cut meglio gettare la spugna.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Matalo! 9/5/09 16:24 - 1360 commenti

Non c'è via di mezzo per questo film: spazzatura!!! Completamente ridicolo nel suo vagheggio filosofico su visione, realtà virtuale con un protagonista catatonico è ottimo per chi concepisce il cinema come contenuto senza vederne la forma. Che davvero raramente ha raggiunto livelli di abissale presunzione, puerilità e ridicolaggine "autorale" come in questa pellicola. Dommartin da uccidere! Film che ha fuso i cervelli di alcuni miei amici in preda a elucubrazioni; ciechi difronte alla sua forma, sordi al suo velleitarismo liceale.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

G.Godardi 2/5/08 16:34 - 950 commenti

Quasi una summa del Wenders pensiero cinematografico. È un polpettone monumentale recentemente rieditato nella sua forma originaria, quella voluta dal regista (una trilogia di tre parti da 95 minuti l'una!) Passa un po' di tutto in questo fumettone d'autore: road movie (ovviamente), fantascienza, noir, commedia e dramma. La prima parte, un incredibile road movie in tutte le parti del mondo, diverte e affascina. I guai cominciano a metà film, giunti a destinazione, quando si comincia a filosofeggiare e diviene una palla micidiale. Ottima comunque la soundtrack.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La citazione nel finale da 2001.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Hackett 26/4/08 12:51 - 1603 commenti

Wenders in questo film dà il meglio di sè dal punto di vista visivo. Un on the road fuori dagli schemi che porta il suo protagonista (il bravo Hurt) a spasso per i continenti a caccia di immagini. Buona l'ambientazione futurista (il film è ambientato nel '99) e ottima la colonna sonora, un vero valore aggiunto tra cui spunta la celebre "Until the end of the world" degli U2. Forse eccessivamente prolisso (la versione italiana era anche tagliata) e concettoso, riesce comunque a incuriosire e a regalare attimi di incanto.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Saintgifts 4/10/09 16:35 - 4099 commenti

La prima parte del film è eccellente, quello che io considero vero cinema che ti fa sognare, ti diverte e ti porta in un secondo in giro per il mondo. Grande ritmo e inventiva. Poi, da Tokio in avanti il film cambia in peggio e di molto, in modo da uccidere anche il buono già visto. Diventa un altro film, un brutto film che a fatica anche gli attori stessi, seppur bravi, riescono a portare avanti con convinzione. Brava la Dommartin, che ha collaborato anche al soggetto e la sua doppiatrice, meno Hurt, bella fotografia e colonna sonora special

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il software cercapersone con l'orso che ti scova tutti.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Paulaster 31/8/18 10:05 - 2344 commenti

Ricercatore di immagini viene accusato di essere una spia industriale. Girando mezzo mondo Wenders fatica a incastrare una storia fantascientifica (con esplosione nucleare) con la meraviglia di chi, cieco, riprende la vista. Se ci si abbandona invece all’idea del viaggio e ai propositi familiari si resta spesso affascinati. L’assuefazione ai sogni sembra un po’ forzata. Colonna sonora ottima che accompagna i vari spostamenti. La Dommartin non sembra all’altezza, Hurt è freddino, per quel che deve fare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: In negativo: la sparatoria a Tokyo; L’oasi; La commozione della Moreau per aver rivisto delle immagini.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Bruce 17/12/08 9:51 - 927 commenti

C'è chi lo considera il miglior film della storia del cinema e chi invece una palla di dimensioni cosmiche. La verità, come spesso accade in casi del genere e per Wenders in particolare, sta nel mezzo. È un road movie attraverso il mondo, onirico ed esistenziale, nel quale vi sono sequenze stupende e momenti di autentica poesia per immagini con musiche straordinarie, che nel complesso risulta eccessivamente prolisso, spesso scombinato e con attori non convincenti. Colonna sonora eccellente.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Ford 29/4/10 16:13 - 582 commenti

Dopo un'ora e mezza d'"intrigo internazionale" riveduto e corretto il film entra nel vivo con una storia tutto sommato affascinante ma che rivela la sua debolezza nella lentezza infinita degli esperimenti e della finta patina di seriosa patafisica che lo permea; immagini bellissime e musiche ruffiane ma efficaci.
I gusti di Ford (Animazione - Commedia - Horror)

Febriz 30/11/09 10:07 - 18 commenti

Epico e assoluto tra i migliori di Wenders, narra delle peripezie di una donna alla ricerca di se stessa che segue in capo al mondo un uomo che ha rubato degli opali ai fini di un esperimento condotto dal padre ed è ricercato dai servizi segreti. Fantastiche le location (Venezia, sud della Francia, Lisbona, Berlino, Parigi, Mongolia, Pechino, Tokyo, Mosca, California, deserto australiano) e superbi gli attori (su tutti la Dommartin già angelo berlinese per Wenders nonchè sua musa del periodo).
I gusti di Febriz (Animali assassini - Comico - Poliziesco)