Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• CLIVE BARKER'S SALOMè

All'interno del forum, per questo film:
• Clive Barker's Salomè
Titolo originale:Salome
Dati:Anno: 1973Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Regia:Clive Barker
Cast:Anne Taylor, Graham Bickley, Clive Barker, Doug Bradley, Phil Rimmer, Lyn Darnell
Note:cortometraggio
Visite:479
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
È il primo lavoro ufficiale di Clive Barker, girato a Liverpool con gli amici Doug Pinnick (che poi diventerà il Pinhead della serie di HELLRAISER) e Peter Atkins (futuro sceneggiatore di alcuni seguiti di HELLRAISER). Sono solo 19 minuti, in bianco e nero e muti, ma già sono sufficienti a farci apprezzare il sopraffino talento visivo di uno dei maggiori autori (letterari e cinematografici) dell'horror di fine millennio (e oltre). Basta vedere l'estrema sensibilità per la messa in scena, la cura nella disposizione di luci e ombre, l'amore per un orrore senza compromessi, dove non c'è spazio per l'ironia o per qualsiasi cosa non faccia parte di sensazioni legate direttamente al fascino del buio e della paura; la morbosa attenzione per il sesso e il sangue, che caratterizzerà Barker in ogni sua eccessiva produzione, è già avvertibile anche solo nella scelta del soggetto: Salomè, la mitica figliastra di Erode Antipa che per lui danza eroticamente in cambio della decapitazione di Giovanni Battista, è una vera e propria icona, nella perversa visione di Barker. La sua danza, con le vesti bianche che volteggiano lentamente stagliandosi sul fondo nero del set improvvisato, sono la testimonianza di un'autentica pulsione autoriale di un regista ancora oggi sottostimato o confuso, nella letteratura ma anche al cinema, a personaggi come Stephen King, che con lui condividono unicamente l'appartenenza a uno stesso genere. Sarà la pellicola rovinata, saranno le tenebre o il cupo e monocorde accompagnamento sonoro, saranno i volti emaciati e sanguinanti dei protagonisti, certo è che la SALOME’ di Barker sembra davvero, a tratti, un film maledetto, un omaggio straniante al surrealismo di Buñuel. Un'esperienza unica per conoscere l'artista.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Panza   27/11/12 20:58 - 1426 commenti

Barker gira questo cortometraggio con cui esordisce nel cinema: la pellicola rimane nell'amatoriale, ma per essere un primo lavoro si capiscono già le grandi potenzialità dell'autore. Il gioco di luci e di ombre rende il film molto cupo e spettrale; il regista gestisce molto bene questo trompe l'oeil che grazie al suo continuo modificarsi risulta sempre davvero creativo. Le musiche aiutano a creare un clima di suspense che non viene mai interrotto per tutto il corto. Insomma, un esperimento voyeuristico comunque ben riuscito. Da riscoprire.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)