Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CARA SPOSA

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/4/08 DAL BENEMERITO MARKUS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 2/7/08


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 27/2/14 7:42 - 5737 commenti

Buona regia di Festa Campanile, che passa imprevedibilmente dalla commedia al dramma sciogliendo solo negli ultimi fotogrammi il dubbio su quale dei due registri debba infine prevalere. Coadiuvano il sempre carismatico e versatile Johnny Dorelli valide spalle (da Enzo Cannavale al piccolo Aristide Ronchi) e una Lina Volonghi impegnata in un personaggio che solo una vecchia donna di teatro come lei poteva rendere con tale soave umanità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il trucco di Dorelli per rubare la macchinina per il figlio; il furto delle statue del Duomo; la morte della madre; il “linciaggio” finale. .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 8/6/09 13:18 - 1495 commenti

Quello che si dice un buon film, tanto per essere chiari. Ottimi sia Johnny Dorelli che Agostina Belli (doppiata, peraltro), buone l'ambientazione milanese e la regìa. Sulla sceneggiatura si può dire che qualche passaggio è risolto forse in modo frettoloso, come quando Dorelli denuncia la moglie e la fa finire in carcere, ma il film non perde punti per questo. Ed il sardonico finale è perfetto per il tono della pellicola, a mio avviso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Alfronso...
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Markus 10/4/08 22:31 - 2902 commenti

Una plumbea e per certi versi inquietante Milano invernale anno ‘77 fa da cornice a una vicenda in cui il cantante/attore confidenziale Johnny Dorelli riesce a mantenere il suo innato charme, nonostante il ruolo da ex galeotto con la barbaccia che punge. Il film, pur stando nel genere commedia, abbraccia l’allora spinosa faccenda del divorzio sommata a vicissitudini quali: un figlio da gestire, amanti e un nuovo “lui” per l’ex moglie da spodestare (Agostina Belli). Ritmo e buon cast sono la spina dorsale per una pellicola di sicuro interesse.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Mco 29/10/09 17:31 - 2080 commenti

Un filmetto di quelli che andavano verso la fine dei Settanta e l'inizio degli Ottanta, che carica tutto sulle spalle dell'attore-stella di turno. Qui il turno è quello del mitico Dorelli, uno dei pochi ingegni capaci di contribuire bene non solo nella canzone, di cui resta un principe, ma pure nel cinema e nel teatro (qui straordinario). La commedia vede il Nostro sempre malinconico, teso al recupero di una famiglia che gli è sfuggita via, ma pregno di amore per la medesima. La Belli è brava e graziosa, Cannavale sempre simpatico. Good!
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Panza   13/11/18 21:57 - 1413 commenti

Basato molto sulla versatilità di Dorelli che passa tra i due registri, comico e drammatico (il primo è preponderante) dimostrando per l'ennesima volta la sua immensa bravura: si vedano gli stratagemmi per tirare a campare, il furto sul Duomo con l'amico Cannavale, l'incontro con la madre all'ospedale e il finale. Festa Campanile non deve far altro che lasciar agire i protagonisti sullo sfondo di una grigia e plumbea Milano per portarsi a casa il film, che riesce a non essere sguaiato nel comico e nemmeno melenso nel drammatico.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Alex1988 26/11/17 18:45 - 552 commenti

Sullo sfondo della Milano cupa degli anni '70, Pasquale Festa Campanile mette in scena una storia (non troppo) garbata, dedicata all'amore come in molti film del regista lucano. Nella prima parte le parolacce non tardano a farsi sentire, anche se, in realtà, resta la parte più movimentata del film rispetto alla seconda, più intima. Tirando le somme, non è tra le migliori "opere" di Festa Campanile, ma neanche tra le peggiori. L'aiuto regista è Neri Parenti.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

G.enriquez 21/9/10 1:39 - 121 commenti

Tentativo malriuscito di coniugare la commediaccia all'italiana con la romanza strappalacrime in voga in quel periodo. La recitazione di Dorelli, più incline per sua natura alla commedia, risulta dunque poco credibile, mentre quella della Belli eccessivamente enfatica e inutilmente drammatica, tanto che più di volta durante la visione mi son chiesto per quale motivo lui ci tenga così tanto a tornare con lei. E questo non credo davvero sia ciò che Festa Campanile avrebbe voluto che gli spettatori di questo film si chiedessero.
I gusti di G.enriquez (Comico - Poliziesco - Thriller)

Marenco73 23/8/11 9:09 - 5 commenti

Opera singolare e rappresentativa di un regista che ci ha lasciati troppo presto e che aveva tante altre cose da dire. In "Cara sposa" infatti comicità ed amarezza si mescolano. Campanile gioca su temi delicatissimi (il nucleo familiare, il distacco, la gelosia) con mano sincera grazie ad un Dorelli in forma e ad un'Agostina Belli al massimo del suo splendore. Originariamente il progetto era di Ponti e avrebbero dovuto interpretarlo Mastroianni e la Loren. Poi Lombardo cambiò le carte in tavole e l'ambientazione che fa tanto "Romanzo popolare".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il viaggio in Africa per aiutare il figlio a scrivere il tema. I duetti con Cannavale. La scena d'amore con una sensuale Agostina Belli.
I gusti di Marenco73 (Commedia - Erotico - Gangster)