Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SETTE ORCHIDEE MACCHIATE DI ROSSO

All'interno del forum, per questo film:
Sette orchidee macchiate di rosso
Dati:Anno: 1972Genere: thriller (colore)
Regia:Umberto Lenzi
Cast:Antonio Sabato, Uschi Glas, Pier Paolo Capponi, Marisa Mell, Claudio Gora, Marina Malfatti, Renato Romano, Nello Pazzafini, Linda Sini, Carla Mancini, Franco Fantasia, Bruno Corazzari, Fulvio Mingozzi, Tom Felleghy, Luca Sportelli, Lucretia Love, Enzo Tarascio
Note:E non "7 orchidee macchiate di rosso". Aka "Seven orchid stained in red". imdb riporta come titolo italiano alternativo anche "Sette volti per l'assassino".
Visite:5592
Filmati:
Approfondimenti:1) IL VECCHIO CATALOGO VHS DELLA GVR (GENERAL VIDEO)
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 47
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 31/1/07 0:43 - 4326 commenti

Interessante, con cast secondario da urlo: Pazzafini, la Malfatti, Corazzari, Mingozzi, la Sini e la Mancini (e Felleghi, n.c.). Opera discreta: non s’ha appiglio per capire l’assassino, ma la cosa vale per millanta gialli dell’epoca. Lenzi argenteggia, mettendoci con garbo su false piste. I protagonisti, l’imperturbàbile Sabàto e la patatosa Glass, non brillano, mentre Capponi, pur se monocorde, è efficace. Ci sono pure Gora e la Falk, che già da soli renderebbero il film degno di essere visto.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 5/6/07 21:40 - 3875 commenti

Interessante giallo che rispetta l'andamento tipico delle produzioni nate sull'onda del successo italiano firmato da Argento (L'Uccello dalle Piume di Cristallo). Pur essendo un film omologato alla tendenza (e quello meno personale siglato da Lenzi), è fortificato dall'ottimo script, opera di Roberto Gianviti, e basato su un soggetto vergato dalla mano di Edgar Wallace. La storia procede, per gradi e nella giusta dimensione, verso i territori più consoni al brivido, garantito dal nutrito gruppo di caratteristi e dal titolo (numerico) esemplare.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 19/6/07 22:25 - 3011 commenti

Validissimo giallo lenziano, di apprezzabile sintesi: un autentico macello nei primi dieci minuti, poi omicidi dosati (uno addirittura fuori campo) ben collocati nella (un filino involuta) trama, che consente - oltre a escursioni fuori Roma e quadretti molto d'epoca, come gli hippies a Trinità dei Monti - di sciorinare una bella galleria di personaggi di contorno, senza troppi buchi narrativi, il tutto in meno di un'ora e mezza. Nel finale si sente la musica di Così dolce... così perversa: autocitazione o cresta sulla spesa? Elegante.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Puppigallo 12/2/10 11:32 - 4231 commenti

La confezione è più che dignitosa, la direzione professionale e gli attori se la cavano bene. Eppure, non c'è quasi tensione (fondamentale, in gialli un po' Argentiani come questo), il ritmo è minato da eccessiva verbosità e l'indagine, che procede col freno a mano quasi sempre tirato, non dà quella spinta necessaria che finirebbe per coinvolgere e appassionare lo spettatore. Interessante la figura della poverina nell'ospedale psichiatrico afflitta da manie di persecuzione e non creduta. Nel complesso, non è male, ma difficilmente resterà a lungo nella memoria di chi lo vede.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'assassino all'ospedale psichiatrico; La trapanata.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 16/6/07 18:00 - 5737 commenti

Lenzi cala lo schema narrativo di La sposa in nero in un contesto tipicamente argentiano con qualche sequenza ben riuscita (l’omicidio nella vasca da bagno, debitore di Sei donne per l’assassino e quello col trapano, creditore di Omicidio a luci rosse), sebbene la tensione non sempre riesca a mantenersi su livelli adeguati. Cast interessante.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 5/9/10 16:36 - 6849 commenti

Giallo all'italiana ben girato e con catena di ammazzamenti tutto sommato congegnata discretamente, ma alla resa dei conti la tensione non è certo ad alti livelli e lo sciogliemento dell'intreccio, come spesso accade nel genere, insoddisfacente (poichè soprattutto banale). Lenzi in buona forma, dirige un cast interessante che fornisce il meglio nei "comprimari": Sabàto, come suo solito, è una faccia di pietra. Tra i film dell'epoca c'era di meglio ma anche di ben peggio: non male.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 27/3/08 15:13 - 4705 commenti

Lenzi gira un ottimo giallo, avendo a disposizione un cast notevole sia sul versante femminile (Glas, Falk, Malfatti, Giorgielli e Marisa Mell), sia su quello maschile con un bravo Antonio Sabato, Capponi, Gora e il mito Tom Felleghy nel ruolo dell'avvocato. C'è pure la Mancini. Cipriani firma un buon tema musicale, i delitti sono resi con brio, l'intreccio giallo appassiona, con un bel movente concreto. Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio "artistico" della Malfatti, la violenta morte col trapano.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 24/3/08 13:22 - 3070 commenti

Passabile giallo lenziano. Discretamente strutturato (nonostante la scoperta dell'identità dell'assassino risulti deludente), ben diretto e ben fotografato. Buono il cast, nonostante un protagonista (Antonio Sabato) non eccelso. Deludenti le musiche di Riz Ortolani. Si può vedere.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Herrkinski 16/12/08 18:17 - 4154 commenti

Niente male questo thriller lenziano. Caratterizzato da un cast esemplare, ricco di glorie dell'epoca (specialmente femminili), il film presenta una sceneggiatura intricata al punto giusto ma anche efficace e lo svolgimento della stessa è reso in modo fluente e godibile. Lenzi riesce a mantenere l'interesse e seppur non ci si trovi di fronte a un capolavoro, il film comunque non scade nella baracconata e mantiene un certo rigore stilistico. Insolitamente poco truculento, ma non per questo meno interessante. Sottovalutato.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Stubby 31/7/10 17:04 - 1147 commenti

Sinceramente ho faticato parecchio per portare a termine la visione. Non è un film girato male anzi, ma Lenzi mi ha abituato a qualcosa di meglio e a mio avviso questo giallo non è altro che uno tra i tanti. Non c'è molta fantasia, il ritmo è lento e gli omicidi sono poco credibili. Peccato, perché il cast è ottimo. Anche il movente francamente mi pare una sciocchezza; buona invece la colonna sonora.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Ghostship 4/5/08 13:25 - 394 commenti

Clone argentiano che del suo modello non ha né il ritmo né il senso della suspance né la raffinatezza estetica. Rimane una certa truculenza che, se nei film argentiani risulta sadicamente surreale, qui risulta solo artificiosamente artefatta. Derivativo.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Don Masino 31/3/07 23:02 - 63 commenti

A deludere gli amanti del thriller argentiano saranno in primis i delitti e la loro preparazione. In questo la differenza con Argento è abissale e, nonostante Lenzi ci provi, è evidente che la costruzione della suspence e l'omicidio vero e proprio non siano il suo forte. Quindi il film vira più sul giallo che sul thriller, con più attenzione per la storia (ben congegnata e piuttosto complessa) e l'introduzione di qualche personaggio ben descritto. Sabàto abbastanza anonimo, Capponi commissario già meno. Quel che si dice un buon film.
I gusti di Don Masino (Commedia - Horror - Poliziesco)

Ellerre  27/2/10 16:37 - 88 commenti

Un giallo a tinte rosse che avvince fino a un certo punto per la debolezza della trama. Per il resto la bravura di Lenzi è indiscutibile. Riesce a confezionare un buon prodotto anche se alcuni attori non sono di qualità eccelsa (su tutti il protagonista, Sabàto, troppo monocorde). Nonostante alcuni riferimenti ad Argento che rischiano di omologare il film ai sottoprodotti del maestro del thriller, si nota una certa abilità tutta lenziana nel trattare alcune scene di tensione. Belle le musiche, anche se Ortolani "ricicla" un suo vecchio tema.
I gusti di Ellerre (Commedia - Giallo - Thriller)

Trivex 11/5/10 22:27 - 1382 commenti

Pellicola tipica del genere, ma piuttosto veloce e snella nel suo svolgimento. Non ci sono scene memorabili, nessun particolare fuoriserie, eppure alla fine si giunge anche troppo rapidamente. La storia è sviluppata bene, anche se non mi capacito mai quando le indagini vengono svolte, con i risultati ottenuti, da privati senza l'ausilio della Polizia. In effetti qui gli investigatori non fanno una gran bella figura, seppur appaiano onestamente impegnati e senza stravaganze ideologiche. L'assassino veste ed agisce in modo anche troppo classico!
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Enzus79 19/11/09 10:34 - 1540 commenti

Umberto Lenzi fa l'Argento e gli esce questo più che buon thriller. Anche se qui gli omicidi non sono particolarmente agghiaccianti e c'è poca azione, il film coinvolge più del dovuto. Si vede che Lenzi ha ideato questa storia nei minimi particolari. Forse, al posto del pur bravo Sabato, si poteva scegliere un altro tipo di attore. Nonostante tutto da vedere e da apprezzare.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 19/11/09 10:24 - 635 commenti

Buon film. Interessante non solo per la apprensione che trasmette quando c'è da capire chi sia il colpevole dei delitti. False tracce che portano a falsi sospetti e false situazioni che intercorrono nello sviluppo di un piano ben escogitato. Anche se il finale poteva esser meglio, devo dire che è diretto con spirito argentiano. Oltre all'ottimo Capponi e qualcun'altra, il cast non rende.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Cif 12/8/08 1:44 - 272 commenti

A notar bene questo film ha tutto al posto giusto: personaggi "simpatici", una trama ben organizzata che sa nascondere bene il vero nome dell'assassino con continui depistaggi, come nel baviano Sei donne per l'assassino. E poi un po' di sangue, qualche accento morboso ed altro. Eppure manca qualcosa. Quel quid che marca la distanza dai migliori film del capostipite Argento. Comunque godibile per gli amanti del genere. Ottima prova di mestiere per il poliedrico Lenzi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Molto belle le scene degli omicidi, ottima immagine nell'uccisione della prostituta tra le canne sul lungotevere.
I gusti di Cif (Drammatico - Fantascienza - Giallo)

Pol 26/12/07 12:38 - 589 commenti

Nè meglio nè peggio di tanti altri thriller all'italiana che in quel periodo spuntavano come funghi, ma la lancetta pende comunque verso il basso. L'intreccio giallo è veramente fine a se stesso perché, arrivati in fondo, abbiamo capito qual è il movente, ma l'assassino può essere chiunque. E così avviene: lo smascheramento è infatti posticcio, del tutto indipendente dalle indagini. Aggiungiamo che i delitti sono girati senza suspence né spettacolo... Un giallo alla Lenzi, insomma. Mediocre.
I gusti di Pol (Comico - Gangster - Thriller)

Belfagor 13/7/12 19:39 - 2576 commenti

Un giovane sposo indaga su un serial killer che ha aggredito sua moglie. Tipico giallo italiano anni '70 in cui la tensione non viene creata tanto dal ritmo (non sempre alto) quanto dalla bravura registica e dalla cura per i particolari. Lenzi gira con mano ferma, costruendo la vicenda in modo verosimile e concreto. Efficaci le scene degli omicidi, le influenze argentiane non sono occultate ma rilette in modo più soft. Buona l'idea di porre nel ruolo del detective un giovane inesperto (Sabato), nel quale il pubblico s'impersonerà facilmente.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Giùan 22/11/11 12:32 - 2548 commenti

Rappresentativo, a livello alto, dello stile dell'Umberto nel suo genere d'elezione: il giallo in milieu altoborghese (qui è pure citata la casa ai Parioli dei coniugi Gerosa). Elegante nell'utilizzo delle inquadrature, nitidamente fotografato, costruzione dell'intreccio fluida a dispetto del (giustamente) arzigogolante script, modesto dosaggio di exploitation muliebre. Il cast è al solito ben guidato, anche se Sabàto e la Glas una coltellata di striscio la meriterebbero. Lenzi conduce il thriller a ritmo di Donen (Sciarada) più che di Hitch. Discreto Riz.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'uccisione della Mell con avvitatore; Il prete a cui scappa "mi dà il suo indirizzo?"; Le gemellle Mell ed i Fratelli; Il "suicidio" di Corazzari.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Rufus68 23/9/18 22:42 - 2346 commenti

Giallo italian-settantiano classico. Un omicida seriale, belle signore, il poliziotto, il cittadino che indaga a latere. Nulla di particolarmente creativo o innovativo, vi è solo il bel mestiere e la struttura drammaturgica ben oliata; e però il tutto funziona. Funziona a distanza di quasi mezzo secolo, mentre non funzionano thriller attuali più cruenti o curati o scioccanti (una domanda, quindi, dovrebbe essere posta). Cast medio e azzeccato, notevole il secondo omicidio, dagli afrori argentiani.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Myvincent 8/1/19 8:17 - 2208 commenti

Lenzi sfrutta il momento magico del collega Argento confezionando alla bell'e meglio un prodotto da supermarket, neanche tanto ignobile. La trama esilissima è il solito pretesto per ricamarci sopra abbondantemente, con tutta quella inverosimiglianza narrativa che rendeva il genere giallo in quel periodo affascinante e attraente. Antonio Sabato sfoggia quell'unica espressione facciale che gravita fra l'arrabbiato e il sorpreso, scolorendo ancora di più i profili di quelle famose sette orchidee...
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Minitina80 5/10/16 17:09 - 1890 commenti

Un buon giallo girato con mano sicura e confezionato con mestiere il cui punto di forza è rappresentato dallo snodo dell’intreccio per scoprire l’assassino. Poco importa se non c’è quasi traccia di quel clima ansiogeno facilmente riscontrabile nel genere; gli omicidi, in effetti, sono realizzati in maniera abbastanza lesta e concisa e non si concedono molto spazio. Antonio Sabato è incisivo e convincente, come buona parte del cast, mentre la colonna sonora di Ortolani è piuttosto anonima e priva di mordente.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Fauno 9/3/10 11:24 - 1764 commenti

Coproduzione toppata e cast mediocre per un film appena accettabile... i migliori attori son quasi delle comparse. Il brivido non manca, la colonna sonora è bella, ma il film non decolla. Bellissimi il medaglione e le orchidee, oltre al trapano e alla mazza. Ma da uno come Lenzi ci si aspetta sostanza, non solo gadgets.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Stefania 27/9/08 23:32 - 1600 commenti

Molto simpatica l'idea di trasformare in detective il fresco sposo di una bella ragazza, la quale in pieno viaggio di nozze rischia di restare vittima di un serial killer che firma i suoi delitti con ciondoli a forma di mezzaluna. Proprio nell'apparentemente tranquillo passato della sposina si cela la chiave del mistero. Ben caratterizzati tutti i personaggi, piacevole la breve incursione nella Roma degli hippies, molto brave la Malfatti e la Falk. Pochi brividi, ma la curiosità si accende e resiste fino in fondo.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Nicola81 10/1/13 9:20 - 1572 commenti

Lenzi si lascia alle spalle i suoi tipici thriller complottisti inserendosi nel filone argentiano allora in voga. Il marchingegno narrativo è interessante e non mancano buone sequenze; semmai è la suspense ad essere troppo altalenante. Del resto Lenzi possiede un indubbio mestiere ma non certo lo slancio visionario di un Bava o un Argento. Comunque un prodotto sicuramente valido, anche per merito del buon cast (su tutti una frizzante Uschi Glas e Capponi; sprecati invece Gora e la Malfatti). Ortolani ricicla il tema di Così dolce... così perversa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio della Mell con il trapano è quello di maggior impatto, ma anche gli altri sono realizzati piuttosto bene.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 16/5/10 19:54 - 1423 commenti

Ottimo giallo whodunit che si può definirsi argentiano nel suo rifarsi - come Argento - direttamente a Bava, a partire dalla scelta di un titolo numerico. Meno personale di altri del regista, ma è compatto e tutto funziona: il cast è stellare, gli agguati dell'assassino sono ben orchestrati e la sua identità è soddisfacente e non scontata. Non mancano le morbosità di moda (tossicodipendenze e ambiguità sessuali), lo splatter (l'omicidio col trapano) e tutti i luoghi comuni del genere (la polizia incapace, l'investigatore dilettante-sospettato).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio della Malfatti tra i suoi gatti; la Falk nella vasca da bagno; l'inserto dei freakkettoni a Piazza Navona.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Ultimo 3/6/15 18:17 - 1185 commenti

Umberto Lenzi dirige un thriller sulla scorta dei successi del primo Dario Argento giungendo a un risultato discreto ma nulla più. La regia è solida, l'interpretazione degli attori buona (specie Sabato); tuttavia manca un certo dinamismo nelle sequenze che non avrebbe guastato. Sceneggiatura più complicata del previsto, ma se siete appassionati del genere lo troverete quantomeno interessante. Non male.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Gestarsh99 13/8/10 10:32 - 1061 commenti

Post-argentiano, notturno, fotografia notevole ma come giallo è alquanto scontato. Lenzi è lontano dai fasti della sua trilogia con la Baker e ci propina una storia che riserva ben pochi sussulti. Il prete anglicano sembra esser stato messo li per non urtare la sensibilità della Chiesa (nulla a che vedere col coraggio del Fulci di Non si sevizia un paperino). Attori leggermente imbalsamati, in primis Sabato. Essendo in parte tedesco sarebbe più opportuno parlare di krimi, genere che annovera il bellissimo Cosa avete fatto a Solange, di Dallamano.
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Bruce 15/1/09 10:11 - 902 commenti

Buon giallo di Lenzi, con attori bravi e molto ben diretti. Un thriller essenziale e svelto, sempre con il giusto ritmo. Non vi è nulla di superfluo, ogni cosa è al posto giusto. Antonio Sabato è pienamente in parte, mai sopra le righe. Soggetto e sceneggiatura convincenti. Giudizio decisamente positivo.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Jdelarge 25/2/14 23:42 - 684 commenti

Lenzi dà vita a un giallo senza infamia e senza lode: la trama è interessante e contorta quanto basta ed è sorretta da una sceneggiatura un po' troppo approssimativa in alcuni punti. Le scene dei delitti, pur non essendo straordinarie dal punto di vista visivo, riescono, invece, a creare una bellissima atmosfera di suspense. Sabàto se la cava, ma il genere giallo richiede un protagonista di maggiore eleganza. Nel complesso è un buon film, ma con pochi momenti veramente memorabili.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Bubobubo 10/1/19 0:18 - 677 commenti

Morfologia proppiana del giallo italiano: misterioso assassino di nero vestito (improbabile e forse nemmeno essenziale, carpirne in anticipo l'identità), donzelle di varia estrazione e avvenenza come vittime sacrificali (in modo anche cruento), un talismano-feticcio come firma. Qui si inserisce l'imprevisto: un anello della catena di sangue sopravvive, ma per amore di giustizia viene ugualmente fatto passare per morto. Vengono così a galla dei legami del tutto inconsueti... Non è il miglior Lenzi, ma si guarda ugualmente con piacere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio nella clinica psichiatrica.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Ira72 27/11/17 18:43 - 651 commenti

Se si è amanti del classico thriller Anni 70, questo film appassionerà notevolmente. Avvalendosi di alcuni attori iconici del genere e di elementi triti e ritriti, ma non per questo noiosi, Lenzi ci regala un piccolo gioiellino ben costruito in cui tutto scorre in modo logico e il finale non è raffazzonato (carenza comune a molti altri film, che cadevano proprio sull'epilogo). Spassoso, scorrevole e per niente prevedibile, con un cast all’altezza e una colonna sonora incalzante ma non snervante, è un piacere da guardare.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Motorship 16/3/14 17:09 - 567 commenti

Ottimo thriller argentiano diretto da Lenzi con la consueta professionalità. Una trama e un intreccio interessanti e con una suspance apprezzabile. Semmai è un po' il ritmo a deludere, ma ci si può sorvolare in quanto si vede che Lenzi ha prediletto l'aspetto psicologico a quello dei topoi classici dei thriller. Stupefacente il cast, sia quello femminile (Mell, Glas, Malfatti, Falk e Giorgelli) che quello maschile (Sabato, Gora, Capponi e Fellenghy). Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutte le scene degli omicidi, in particolare quello della Mell con il trapano (!).
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)

Funesto 1/10/09 20:45 - 524 commenti

Intrattenente thriller di Lenzi senza pacchiani fronzoli stilistici che vanta un ritmo di straordinaria scorrevolezza e una sceneggiatura sorprendentemente lineare. Degnamente accompagnato dalla notevolissima soundtrack di Ortolani, si lascia guardare con piacere, alternando qualche discreto momento di sangue ad altri di grande tensione. Discreto il cast (nel quale spicca una Glas tutto pepe), fotografia nella norma. Certo, manca l'originalità e lo stile è decisamente argentiano, ma il film non deluderà gli appassionati. Niente male: 3 pallini.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le aggressioni alla Glas da parte del killer.
I gusti di Funesto (Animazione - Horror - Thriller)

Metuant 2/1/10 11:45 - 451 commenti

Lenzi si è cimentato praticamente con tutto, non sempre con esiti felici, eppure questa incursione nell'italian giallo convince, nonostante la sua derivatività. Gli attori non sono certo il meglio e si notano alcune goffaggini registiche, ma nel complesso il tutto funziona bene, regalando non poche scene d'effetto (l'omicidio nel canneto, quello fatto col trapano, il finale) ed elevandosi tra la massa di cloni argentiani dell'epoca.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio della gemella eseguito mediante trapano elettrico.
I gusti di Metuant (Commedia - Giallo - Horror)

Maik271 28/10/13 18:24 - 436 commenti

Discreto questo giallo tipicamente anni settanta nel quale il cast offre una prova dignitosa senza peraltro eccellere. Buona la sceneggiatura, che però manca di suspense e di ritmo, spesso non adeguato. Si salva comunque per alcune omicidi interessanti.
I gusti di Maik271 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Corinne 14/7/13 20:55 - 383 commenti

Lenzi si cimenta col "thriller alla Dario Argento" e il risultato è notevole. L'uomo qualunque che indaga dando una pista, metaforicamente e letteralmente, alla polizia inetta (esemplare il finale), omicidi efferati, dettagli... Gli stilemi del genere ci sono tutti, ma la forza del film è nell'intreccio giallo, un puzzle che tassello dopo tassello ci porta all'assassino senza mai annoiare, presentandoci una godibile carrellata di personaggi e situazioni.
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

John trent 27/12/09 22:04 - 326 commenti

Lenzi si incazza quando gli si dice che ha girato alcuni gialli "argentiani" ma mente sapendo di mentire. In questo (buon) film argenteggia moltissimo, anche se bisogna riconoscergli un maggior impegno e rigore logico nella costruzione dell'intreccio giallo rispetto al regista romano. Ottimo l'omicidio col trapano che ricorda il coevo Mio caro assassino di Tonino Valerii. Nota stonata la presenza dello stoccafisso Antonio Sabàto, che comunque non fa molti danni. Gli amanti del giallo non resteranno delusi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio di Marisa Mell.
I gusti di John trent (Commedia - Horror - Thriller)

Mark 8/5/08 21:22 - 241 commenti

Lenzi ce la mette tutta, la storia c'è ed è diretta con maestria ma anche con molta umiltà. Malgrado il cast non consenta alla pellicola di elevarsi come meriterebbe, il ritmo è cadenzato da una sicura dose di suspance, merito anche della sceneggiatura, originale e senza forzature.
I gusti di Mark (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Ducaspezzi 24/9/11 2:19 - 222 commenti

Pellicola mal versata per la grammatica argentiana, perché non ne ricalca la fastosa sintassi omicidaria e, tanto meno, il lemma - là spesso misteriosamente oscuro e perturbante, qui abbastanza lineare, preciso e filante - con cui si vergano i fatti. E va bene così, dato che di Lenzi si tratta. E allora si poteva evitare quell'uccisione col trapano, perché sa di maldestramente artefatto, di estraneo alla dinamica della scena e suona come se il killer vi fosse "costretto" dal copione. Avrei invertito i ruoli di Capponi e Sabàto. Gradevole.
I gusti di Ducaspezzi (Drammatico - Fantastico - Thriller)

Beffardo57 4/11/13 22:16 - 206 commenti

Insipido gialletto degli inizi anni settanta, con scarse efferatezze (omicidio col Black & Decker a parte, ma forse era pubblicità occulta) e ritmo molto blando. Passerebbe assolutamente in sordina se non fosse per le curiose e fugaci apparizioni della sofisticata Marina Malfatti e della divina Rossella Falck, due interpreti in libera uscita dal teatro, loro habitat naturale e probabilmente finite in mezzo a roba del genere per mere esigenze alimentari (o magari per divertimento). Dario Argento all'epoca aveva una marcia in più (tutto sommato anche due).
I gusti di Beffardo57 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Giuliam 19/11/09 10:10 - 178 commenti

Niente di che. Ci si aspettava qualcosina di più da Lenzi pur se si conferma, per l'ennesima volta, un bravo regista. Troppo argentiano, anche se qualcosa da salvare c'é come, ad esempio, la figura del killer. La storia procede con un ritmo incalzante, in cui tutto sembra facile per il protagonista. Protagonista interpretato da un patetico Antonio Sàbato, che si limita soltanto ad avere quella solita espressione "patetica" per tutta la durata del film. La Glas, invece, se la cava bene.
I gusti di Giuliam (Horror - Poliziesco - Western)

Uomomite 26/7/09 10:00 - 175 commenti

Umberto Lenzi è un fenomeno e tutto quello che fa lo fa bene. Prostituta cattiva, cattiva, cattiva, pijate sta mazzata nella capoccia! "L'avemo sderenata", dice quello, "maremma bucaiola" risponde il regista. Umberto Lenzi novello Bresci: a morte il re, a morte tutti, andate in malora. Lenzi è er mejo fico der Bigonzo. Che tempi! Allora ci si poteva divertire a mostrare la feccia. Che bello quando si poteva far cinema facendo esplodere cervelli e pompando adrenalina. Ammazza che risate! Da quando ci sei tu (Muccino) tutto questo non c'è più.
I gusti di Uomomite (Fantascienza - Horror - Poliziesco)

TomasMilia 14/8/10 12:44 - 157 commenti

Thriller di normale amministrazione. Lineare la trama gialla (con echi argentiani qua e là), poco avvincenti gli omicidi (ad eccezione di quello col trapano). Mi aspettavo qualcosa di più intrigante, ma non c'è niente che catturi lo spettatore fino a renderlo partecipe. Niente emana tensione. Peccato. Lenzi rimane un buon regista ma, in questo film tanto osannato, avrei preteso di più.
I gusti di TomasMilia (Comico - Commedia - Giallo)

G.enriquez 24/7/10 0:48 - 121 commenti

Però, mica male. Lenzi se la cava alla grande in questo thriller ben strutturato in cui ciò che conta di più è la narrazione della vicenda, che, seppur complessa, si lascia seguire bene. Merito di una sceneggiatura precisa, opera dello stesso Lenzi e del bravo Gianviti. Un buon film.
I gusti di G.enriquez (Comico - Poliziesco - Thriller)

Giordani 1/11/13 3:52 - 39 commenti

Discreto; l'incipit è decisamente argentiano, ma col passare dei minuti il film prende le distanze dagli stilemi del regista romano: Lenzi difatti mette in secondo piano la spettacolarità e la ricchezza visiva dell'opera concentrandosi invece sulla trama, ben sviluppata e piuttosto realistica; il risultato è un'opera molto lineare (e forse più accostabile al genere "giallo"), ma non certo memorabile in quanto a climax e atmosfera. Ottimo il cast, non eccezionale il commento sonoro di Ortolani.
I gusti di Giordani (Comico - Poliziesco - Thriller)