Cerca per genere
Attori/registi più presenti

REDACTED

All'interno del forum, per questo film:
Redacted
Titolo originale:Redacted
Dati:Anno: 2007Genere: guerra (colore)
Regia:Brian De Palma
Cast:Rob Devaney, Izzy Diaz, Mike Figueroa, Qazi Freihat, Shatha Haddad, Paul Hijazin, Suhail Abdel Hussein, Ty Jones, Ohad Knoller
Visite:1814
Il film ricorda:Cannibal holocaust (a Saotendo), Vittime di guerra (a Jurgen77, Rocchiola)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 21
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/3/08 DAL DAVINOTTI
Ciò che sembra prima di tutto interessare De Palma (e a conoscerne i precedenti non c'è da dubitarne) non è tanto la storia (che racconta del gruppo di soldati che si rese responsabile dell'orrido stupro di Samarra, in Irak) quanto piuttosto il modo di raccontarla, attraverso un college di diverse fonti informative: si va dal girato amatoriale da parte di uno dei protagonisti a un possibile documentario francese centrato sul posto di blocco ("Barrage") a cui il gruppo di soldati è assegnato. Da un uso bilaterale della rete (da una parte i filmati clandestini dei terroristi, dall'altra quelli delle madri e fidanzate dei soldati) ai reportage degli inviati "embedded", dalle registrazioni delle telecamere fisse in loco ai telegiornali irakeni. Nulla è reale, tutto è presumibilmente vicino a quella che fu la realtà. L'insieme di diverse fonti ricostruisce la vita della squadra tentando nel frattempo di dare una visione quanto più ampia possibile della guerra in Irak. La patinatura dell'insieme dovuta a un uso eccellente della fotografia rovina in parte l'effetto verità, ma è chiaro che De Palma si sente soprattutto quando ha modo di usare la macchina da presa come sa (nel documentario francese, ad esempio). Il tema dello stupro in battaglia il regista l'aveva già affrontato in VITTIME DI GUERRA, di cui questo REDACTED pare un aggiornamento adeguato alle nuove esigenze del cinema verità. L'idea è buona, la realizzazione tecnica eccellente, ma a difettare è la godibilità dell'insieme, spesso appesantita dai dialoghi non certo nuovi dei soldati e più in generale dal filmato amatoriale, che occupa una parte preponderante. Inizialmente si apprezza ma col passare dei minuti stanca e si fa troppo ripetitivo. E quando anche l'interesse per i molteplici punti di vista viene a mancare non si vede l'ora che il tutto arrivi a una conclusione.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 24/12/08 7:11 - 10604 commenti

Ottimo esempio di cinema verità e tra i migliori film del filone "bellico" mai realizzati (poco sotto capolavori come Il cacciatore ed Apocalypse now). Con rara efficacia ed aiutato dalle tecniche di ripresa, volutamente imperfette e da cinema amatoriale, De Palma descrive non la guerra ma gli uomini che la combattono, soffermandosi in particolare sul clima aberrante e paranoico che va in direzione opposta alla retorica patriottarda ma proprio per questo appare maggiormente realistico.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 23/11/09 8:13 - 7060 commenti

Ispirato alla vera storia dell'orribile stupro di una ragazza con strage da parte dei soldati americani in Iraq, il film è una denuncia degli orrori di una guerra sporca e malamente condotta. Ma il colpo di genio di De Palma è aver portato in primo piano il protagonista vero della guerra di questi anni, e cioè l'immagine tv (e internet), nella sua capacità di raccontare e di mistificare. Ogni inquadratura è mediata dalla telecamera di qualcuno, creando inquietudine e, in definitiva, interrogando il cinema stesso sulle sue responsabilità.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 22/7/08 19:26 - 5737 commenti

Un inconsueto De Palma propone un documentario falso ma veritiero sulla guerra in Iraq, esemplificativo dell’annullamento di ogni diritto e dignità umana nell’ambiente militare, nonché della distorsione dell’informazione attuata dai media con il consenso delle Autorità (l’Esercito, per quanto antidemocratico e marcio sia, è considerato intoccabile). Un quadro eseguito con forte realismo – visivo e verbale – e in accordo con i veicoli multimediali oggi più diffusi (videocamera amatoriale, Youtube, blogs, etc.). Citazione da Il mucchio selvaggio nella scena dello scorpione e delle formiche.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 31/12/09 19:35 - 6728 commenti

I temi non saranno certo nuovi (su tutti la denuncia dell'assurdità di una guerra inutile) ma molte sono le cose interessanti: si pensi soprattutto alla riflessione sulle immagini ed il loro utilizzo ma anche a quelle sul "genere" che sembrano più futili ma in realtà dicono molto più di quel che sembra su come Hollywood ritrae le guerre nelle pellicole. Il messaggio è chiaro e va a segno colpendo duramente lo spettatore abituato ai soliti film bellici. Fortissime, e forse discutibili, le immagini finali.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo scorpione mangiato dalle formiche sulle note della Sarabanda di Hendel. L'uomo fatto a pezzi da una bomba. Lo stupro. Le foto finali.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 24/7/09 7:53 - 7343 commenti

Uno dei registi visivamente più raffinati in circolazione torna sul luogo del delitto (lo stupro di Vittime di guerra) aggiornando le coordinate geografiche e mescolando le carte in un collage di materiali video eterogenei, tutti falsi e tutti verosimili. Ne risulta un'opera in cui al disgusto non viene concesso alcun alibi e, qualora lo spettatore si fosse lasciato distrarre dall'abilità di De Palma nel comporre il suo puzzle, la sequenza finale delle fotografie dei "danni collaterali" - vere ed agghiaccianti - lo inchioda alla riflessione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I soldati durante l'incursione notturna nella casa: la luce verde dei puntatori laser e gli occhi resi ciechi dal riflesso li fanno sembrare zombi.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 26/9/09 20:22 - 2072 commenti

Ricostruendo e manipolando i materiali video più disparati connessi allo stupro di Samarra, De Palma cerca di redigere una più profonda percezione delle cose, una finzione verosimile contro la fittizia verità dei media ufficiali. La definizione dei personaggi soffre dello schematismo tipico del cinema depalmiano, e dalle immagini trapela un tumulto di rabbia e colpa, urgenza e costernazione. Non tutto è oliato a dovere e lo sconcerto, a volte, è più indotto che spontaneo, ma il fine ultimo dell’operazione è tanto lampante quanto necessario: limitarsi a guardare non rende innocenti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le citazioni da Kubrick e Peckinpah.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 7/12/08 19:25 - 2331 commenti

Film importante per le tematiche toccate. A prima vista si potrebbe pensare ad una specie di remake di Vittime di guerra in quanto la trama è molto simile con la varante Iraq al posto del Vietnam, ma ciò è vero solo in parte in quanto le due pellicole sono girate in modo completamente diverso e l'ultima delle due oltre a condannare la bestialità che genera la guerra, suggerisce anche una riflessione sulle immagini che possono essere girate da chiunque ed essere viste da chiunque. De Palma si conferma uno dei più grandi registi in circolazione.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Mascherato 21/7/08 10:56 - 583 commenti

In Redacted De Palma si sarebbe limitato ad organizzare materiale sì ricostruito, ma eterogeneamente anticinematografico? Balle! Il regista c'è, eccome! C'è quando Salazar e McCoy si inquadrano l'un l'altro. C'è quando in un documentario francese c'è un'impossibile inquadratura all'interno del veicolo iracheno che di lì a poco sarà bersagliato dalla vedetta. C'è quando uno dei militi legge Appuntamento a Samarra. Redacted è davvero il remake di Vittime di guerra nell'epoca della con(au)di(o)visione. Lì, trionfava comunque la giustizia; qui, nonostante più punti di vista, la verità è sconfitta.
I gusti di Mascherato (Fantascienza - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 6/9/09 12:06 - 4666 commenti

Niente male. De Palma continua a dimostrarsi un ottimo regista, con questo documentario-film su un disgustoso evento veramente commesso dagli americani in Iraq. Gli attori non professionisti fanno la loro figura, la regia è curata (come già detto sembra un film) e la pellicola si fa ben ricordare.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Capannelle 1/4/09 13:05 - 3436 commenti

Intento lodevole ma il risultato delude. De Palma dimostra classe nella descrizione iniziale del posto di blocco. Prova a trasmetterci il senso del caldo, della noia totale, dell'incomunicabilità con i locali. Ma si avverte noia nelle lunghe interviste ai soldati e nelle riprese finto amatoriali. Sono convinto che i lunghi applausi ricevuti ai festival avessero anche motivazioni politiche e di autopromozione. Ingiusto non distribuirlo da noi ma anche all'estero - a parte la Francia (terreno fertile per certi ragionamenti) - non ha sfondato.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Orson 28/6/09 23:53 - 64 commenti

De Palma rifà Kubrick: il suo Iraq sembra il Vietnam di Full Metal Jacket, con analoghe riflessioni sulla mistificazione operata dai mass-media e sulla brutale regressione cui va incontro il soldato semplice nel processo di condizionamento. Ma è nella parte del falso documentario che si esplica questa volontà: lenti zoom out scanditi dalla Sarabande di Handel per congelare il nervosismo e il senso dell'attesa in quadri astratti pronti a saltare in aria con il repentino esplodere della violenza... Geniale De Palma.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo scorpione mangiato vivo dalle formiche commentato dal tema di Barry Lyndon: Kubrick e Peckinpah riassunti in un colpo solo.
I gusti di Orson (Horror - Poliziesco - Thriller)

Enzus79 23/10/08 11:36 - 1540 commenti

Gran bel film-documentario sulla guerra. C'è chi dice che il film sia angoscioso, ma, scusate, la guerra non è angosciosa? La truppa è fornita da giovani che stanno in Iraq per uccidere, chi per soldi e chi è andato perché se la credeva diversa. Come dice Oliver Stone: "la prima vittima della guerra è la verità".
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 23/10/08 8:56 - 635 commenti

Più un documentario che un film. Critico nei confronti degli States per aver intrapreso una guerra contro il nulla. Mancanza di organizzazione e di vero senso alla causa portano dei giovani militari ad abusare di una famiglia indifesa. Ironia e crudeltà fanno da capo in una remota situazione tragica.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Paulaster 5/4/18 10:06 - 1875 commenti

Vita da commilitoni a Samarra tra posti di blocco, capre, bombe e stupri. La chiave di lettura è raccontare la guerra da dentro come fosse un reportage giornalistico. La nitidezza della fotografia esprime la crudezza di una guerra multimediale (tv, internet, blog e Skype) dove la censura persiste nella "pulizia" delle notizie. A volte la recitazione è troppo impostata ma la regìa dinamica dà un taglio molto scorrevole. Conclusione che, anche se è finzione, rende bene l’idea dell’orrore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’esplosione del soldato; Il corpo senza testa; Le lettere con le parole censurate.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Luchi78 20/12/11 13:27 - 1521 commenti

Deludente e fin troppo "documentaristico" per ritenerlo reale. Sicuramente i fatti narrati rispecchiano avvenimenti realmente accaduti, ma l'utilizzo di diverse fonti mediatiche rende l'insieme troppo artefatto, quasi a voler imporre una determinata verità. La stereotipata rappresentazione del comportamento dei militari e i dialoghi spesso inutili non danno lustro al prodotto. Un De Palma sotto la media...
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Greymouser 31/5/10 9:24 - 1441 commenti

Un film duro, impegnato, tecnicamente ben congegnato, ma troppo prigioniero di un impianto a tema aprioristicamente stabilito in base a uno sguardo ideologico troppo evidente. E se è facile e sacrosanto condividere l'indignazione del regista, non si può negare che il prevalere della denuncia e del messaggio depotenzia alla radice quella libertà espressiva che è sempre stata marchio di fabbrica del cinema di De Palma.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Kinodrop 12/12/15 18:54 - 796 commenti

Partendo da presupposti ideologici ben riconoscibili e da una tecnica di ripresa artificiosamente amatoriale, si assiste a un format che paradossalmente allontana più che avvicinare al vero dramma e alle atrocità della guerra. Inoltre il filtro multimediale dà una lettura dei fatti coinvolgente solo in piccola parte. Emulare il reale con mezzi pseudo-artigianali non è detto che sia più efficace di una sceneggiatura tradizionale ben costruita. I dialoghi e le sparate testosteroniche farcite di luoghi comuni sembrano girare a vuoto. Discontinuo. Prolisso nei dialoghi e delle interviste con una scena madre frettolosa.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Jurgen77 12/10/15 8:20 - 566 commenti

Un pugno nello stomaco questo Redacted, basato su fatti realmente accaduti. La pellicola mostra cinicamente e senza filtri lo stato d'animo dei soldati americani impegnati in prima linea. A dispetto di quanto si vuol far credere dalla propaganda, i soldati appaiono deboli, sconcertati, timorosi e senza alcun rispetto per la vita. Potrà dare fastidio, ma tutto ciò è la reale condizione della migliore gioventù odierna americana.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'irruzione nella casa.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Rocchiola 4/6/18 10:11 - 312 commenti

Un finto reportage costruito assemblando riprese amatoriali, filmati di troupe televisive e comunicati internet, tutti fasulli ma più veri della realtà. De Palma è meritevole nel denunciare come qualsiasi “verità” possa essere manipolata, però il suo film è fatto di nulla e da un regista così cinefilo è difficile accettare tanta pochezza. Nessuna citazione se non forse quella dello scorpione assalito dalle formiche che riporta alla sequenza iniziale del Mucchio selvaggio (ma di Peckinpah qui non c’è traccia essendo semmai dalle parti di Michael Moore).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’iniziale descrizione dello statico servizio di guardia al posto di blocco; L’incidente al sergente di colore; La brutale incursione notturna.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Ducaspezzi 2/9/12 16:42 - 222 commenti

Difficile distinguere il punto di vista documentaristico da quello registico. E in effetti non bisogna farlo, perché c'è sempre la mano, tutt'altro che discreta e defilata, di De Palma. Ma, in fondo, quello del finto documentario è solo un modo per offrire dei punti di vista quanto più prossimi alla intima, prosaica e drammaticamente banale genesi di certi fatti, di certi umori, di certe dinamiche, di certi giudizi, di certi princìpi, di certi pensieri, di certe opzioni. E pur nella fisiologica frammentarietà, riesce con felice compattezza.
I gusti di Ducaspezzi (Drammatico - Fantastico - Thriller)

Ishiwara 9/7/11 20:34 - 214 commenti

La vicenda può essere o meno interessante, ma il modo di raccontarla è sicuramente originale e ben ideato. Immagini che sembrano provenire dalle fonti più disparate per ricostruire un'avvenimento e cercare di rifletterci e dargli un senso. Tutto è finzione, ma la sensazione di trovarsi di fronte ad una ricostruzione "vera" è decisamente forte. Certo, ascoltare i dialoghi del soldato medio americano per metà del tempo è quasi insopportabile, ma se si vuole che il risultato sia realistico è il prezzo da pagare. Si sente la direzione di una mano esperta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale rientrati a casa e la sequenza di foto reali (stavolta davvero).
I gusti di Ishiwara (Animazione - Commedia - Drammatico)