Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ESTATE VIOLENTA

All'interno del forum, per questo film:
Estate violenta
Dati:Anno: 1959Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Valerio Zurlini
Cast:Eleonora Rossi Drago, Jean-Louis Trintignant, Lilla Brignone, Raf Mattioli, Jacqueline Sassard, Enrico Maria Salerno, Cathia Caro, Federica Ranchi, Tina Gloriani
Note:Aka "Un'estate violenta"
Visite:1952
Il film ricorda:Sotto il sole di Roma (a Kriminal)
Filmati:
Approfondimenti:1) LA MOSTRA PERMANENTE DEI 45 GIRI DI LUCIUS
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/3/08 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 7/9/08 2:26 - 4467 commenti

Bello, intenso film di Zurlini, con una fantastica Eleonora Rossi Drago ed un adeguato Trintignant. Confesso che, memore della non troppo convincente conclusione della parimenti romagnola Notte di quiete, ero lì che aspettavo il finale, che invece qui fila via bene, armonioso, con la bella caminata metaforica del giovane che, come l’Italia a inizio agosto del 1943, cammina sì, ma non sa dove stia andando.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Come nel citato film con Delon e la Petrova, pure qui la scena del ballo, con gli sguardi e i movimenti, è indimenticabile. .
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Homesick 17/3/08 17:43 - 5737 commenti

La guerra e l’amore sono i due sentimenti che si intrecciano in questa vicenda ambientata nella politicamente rovente estate del ’43. Zurlini dirige con mano delicata e precisa, sapendo intersecare il racconto dei sentimenti privati con i rivolgimenti esterni e l’iniziale tocco ludico con il sempre più preponderante lato melodrammatico. Brava la coppia Trintignant-Rossi Drago, graziosa e vanamente innamorata la Sassard. Eccellente cameo di Salerno, con pelata e piglio virulento da perfetto gerarca fascista.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Lucius  19/9/12 9:41 - 2752 commenti

Realistica ed intensa pellicola di Zurlini che riesce a far emergere in tutta la sua potenza il quadro bellico dell'epoca e le mille difficoltà personali di chi ha vissuto quel periodo, allo sbando della vita (sentimenti compresi). Al centro della vicenda una vedova innamorata di un uomo più giovane di lei e pronta a tutto pur di non perderlo. La sceneggiatura è notevole e si avverte la mano di Suso Cecchi D’Amico. Le vicende private si fondono con i fatti storici e quel che emerge è un prezioso affresco del periodo. Autentico.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Rufus68 15/4/17 21:08 - 2660 commenti

Zurlini distilla un'estate languida e, apparentemente, senza fine che diviene metafora dell'assenza di responsabilità del protagonista. Questo andamento è il punto forte del film: l'irruzione della Storia (e, quindi, della scelta adulta), se ha una precisa logica drammaturgica, guasta, tuttavia, le morbidezze erotiche dell'inizio. Trintignant e la Drago sono perfetti; a stupire è il cast minore in cui spicca la quieta bellezza della Ranchi.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Myvincent 29/9/14 7:07 - 2316 commenti

L'amore contrastato e complesso fra due persone così diverse divampa nell'estate del '43, quando in Italia esplode il fuoco della guerra. C'è un contrasto fra la spensieratezza giovanile e lo sfondo politico di tutt'altra natura, ma ben presto quest'ultimo prenderà il sopravvento. Zurlini ritrae con poesia i dubbi di sempre dell'amore che sono il vero conflitto dentro ciascuno di noi. Qualche nota melodrammatica è in eccesso.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Xamini   10/7/16 13:02 - 907 commenti

Il romance e tutte le naturali pulsioni umane faticano a trovare posto in una Romagna che vede l'avvicinarsi dei confini della guerra e in cui la normalità è troppo spesso spazzata via (gli aerei a volo radente in spiaggia). È una bella fotografia quella che scatta Zurlini, concentrandosi sui sentimenti, ma lasciando il vero dramma, sospeso, sul fondo, pronto per la convergenza con la realtà apparente nel bel finale.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Vitgar 5/2/17 17:31 - 586 commenti

Ottimo lavoro di Zurlini, ben costruito e sceneggiato. Per metà del film la guerra non si vede e non si sente, scorre in parallelo alla spensierata vita di un gruppo di giovani. Progressivamente la percezione dell'evento bellico diventa sempre più tangibile e drammatica. Lo stesso vale per la storia d'amore tra i due protagonisti. Bravi i due protagonisti principali. Cameo di Enrico Maria Salerno che interpreta alla grande il fascista violento. Da vedere.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Addison 26/6/12 22:34 - 90 commenti

Bel film, uno dei più autenticamente romantici del cinema italiano. Nel corso di un'estate romagnola durante il fascismo, la storia d'amore tra una vedova di guerra e un ragazzo più giovane, figlio di un gerarca. Trintignant è convincente, ma il film appartiene soprattutto a Eleonora Rossi Drago e al suo memorabile, delicato personaggio di donna matura e tormentata. Il film segnò un suo trionfo personale (e la vittoria del Nastro d'Argento) ma, curiosamente, anche la fine del suo periodo d'oro d'attrice. Belle le musiche di Mario Nascimbene.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la sequenza della festa privata, con gli sguardi tra Trintignant e la Rossi Drago e il loro primo bacio.
I gusti di Addison (Drammatico - Giallo - Teatro)

Kriminal 14/1/13 20:15 - 45 commenti

L'amore fra un giovane studente vacuo e pusillanime e una donna rimasta vedova che deve sobbarcarsi le responsabilità di una famiglia. Due esponenti della borghesia in una fatale estate italiana (1943), nella quale si decide il destino della Nazione; ma loro sono nell'alveo delle loro vite leggere fatte di giornate al mare, feste e giochi con gli amici per rendersi conto che la Storia prima o poi la dovranno incontrare e dovranno mettersi di fronte a delle scelte. Una storia quotidiana che entra nella Storia con la S maiuscola. Film superlativo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La notizia della fine di Mussolini che non fà né caldo né freddo a nessuno eccetto che al padre gerarca; La bambina morta nel bombardamento del treno.
I gusti di Kriminal (Commedia - Drammatico - Guerra)