Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CIOCCOLATO BOLLENTE

All'interno del forum, per questo film:
Cioccolato bollente
Titolo originale:Consuming Passions
Dati:Anno: 1988Genere: commedia (colore)
Regia:Giles Foster
Cast:Tyler Butterworth, Jonathan Pryce, Freddie Jones, Vanessa Redgrave, Prunella Scales, Sammi Davis, Thora Hird, Mary Healey, Andrew Sachs
Note:Tratto dalla commedia "Secrets" di Michael Palin e Terry Jones (dei Monty Python).
Visite:378
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/2/08 DAL DAVINOTTI
C'Ŕ molto dello spirito dissacratorio dei Monty Python, nella storia (tratta infatti da una commedia di Michael Palin e Terry Jones) e non si pu˛ negare che molti spunti siano originali e sfruttino acutamente il celebre black-humour spesso trade-mark del gruppo. A cominciare dall'evento scatenante: un ragazzotto impacciato (Tyler Butterworth) entra in una fabbrica di cioccolatini per un colloquio di lavoro finendo subito col far cadere fantozzianamente tre dipendenti in una vasca di cioccolato liquido, che li porterÓ a sciogliersi in una partita di dolciumi a base di...cadaveri! Da qui una serie di situazioni al limite del demenziale coll'ultracinico manager dell'azienda (Jonathan Pryce) che incarna al meglio la satira pythoniana. Purtroppo tutto questo non basta e il film, che sulla carta parrebbe ottimo e divertente, si fa presto molto noioso per colpa di una regia (Giles Foster) scadente e di una sceneggiatura men che mediocre. L'umorismo finisce con l'apparire il pi¨ delle volte sciocco e il film procede insipidamente illuminandosi troppo di rado per coinvolgere. Commedia british che mette in evidenza soprattutto i difetti (presenti anche in molte prove degli stessi Python, intendiamoci) della stessa, gettando a mare le tante idee buone e risultando inconcludente e inefficace. Buona parte della colpa va anche al giovane protagonista, comunque: debole, inespressivo. Peccato.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Panza   16/4/17 14:53 - 1426 commenti

Da un'idea di partenza surreale - tratta da una commedia di due dei Monty Python - potevano venirne battute originali e divertenti, mentre qui i pochi momenti centrati e spassosi sono annacquati da momenti di stanca e gag fisiche di poco conto focalizzate sull'ingenuo e imbranato protagonista, interpretato dall'adatto Butterworth. Si potevano elidere (o vi si poteva dedicare meno tempo) tutti i momenti con la ninfomane o il lungo finale. Rispetto alle premesse, poco deflagrante e incisivo e, in ultima analisi, mediocre.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "La testa gli serve per separare le orecchie"; La contrattazione per i cadaveri.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)