Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA TERRAZZA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/1/08 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 16/1/08 22:34 - 4378 commenti

Non perfettamente riuscito, ma con qualche momento azzeccato. Purtroppo si pensa sempre che stia per librarsi (dalla terrazza verso l'alto) e invece (pur senza precipitare dalla terazza sul selciato), rimane sempre alla stessa quota, per tutta la smisurata durata. Gradevole presa in giro del mondo radical-chic, con appartamenti fastosi, ospiti che si ripetono, in una masturbatoria autocelebrazione alla "noi siamo il meglio". Clamoroso rientro di Galeazzo Benti nel ruolo di se stesso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La ripetizione pedissequa delle frasi di alcuni ospiti.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 14/4/10 20:10 - 10862 commenti

Una serata romana in un ambiente "radical chic" è il filo conduttore di un ambizioso film di Ettore Scola che è opera corale sia per la moltitudine dei personaggi che per il prestigioso ensemble di attori impegnati nella realizzazione. Interessante ma non del tutto riuscito a causa di una sceneggiatura che più che approfondire i personaggi e le loro motivazioni tende ad essere in più punti macchiettistica. Di buon livello la prova del cast.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Il Gobbo 2/1/14 18:39 - 3011 commenti

Estenuante seduta di auto-coscienza del segmento di borghesia intellettuale cui Scola appartiene, nelle sue varie diramazioni (cinema, politica, tv, ci è risparmiata la letteratura), affidata alla gigioneria sicura (talora fuori controllo) degli interpreti. C'è la firma di Age&Scarpelli, quindi necessariamente qualche battuta buona, qualche graffio, ma l'insieme traballa un po'.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 13/4/10 11:35 - 5737 commenti

Una serata mondana su una terrazza della Roma patrizia è momento di (auto)critica per una sinistra intellettuale borghese ormai alla deriva sia sul piano pubblico che su quello privato, prostrata da nevrosi, gelosie e crisi creative, generazionali e sentimentali. La sceneggiatura oscilla tra il caustico, il comico, il malinconico e il surreale, componendo un mosaico di prospettive parallele intrecciate da agili flashbacks sincronici kubrickiani su ciascuno dei sei protagonisti: particolarmente illuminanti i segmenti di Trintignant, Reggiani, Tognazzi, Gassman e l’incontro conclusivo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’ossuto e depresso funzionario TV Reggiani subisce un “mobbing” ante-litteram in un episodio toccante e profetico ; le sfuriate di Gassman e Benti.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Caesars 24/2/16 13:46 - 2444 commenti

Discreto, ma sicuramente non tra i migliori Scola. La sceneggiatura, giocoforza ripetitiva vista la struttura del film, non riesce a convincere al 100% in quanto manca l'approfondimento psicologico dei (troppi) protagonisti. Scola ci fa rivivere per l'ennesima volta il fallimento di una generazione, ma lo fa con meno personalità e leggiadria di altre occasioni. Buono, neanche a discuterne, l'apporto attoriale. Comunque una visione la vale.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Rambo90 1/6/13 19:25 - 5679 commenti

Forse il canto del cigno della commedia all'italiana, in crisi come i personaggi della terrazza (non a caso interpretati da attori simbolo del genere). Forse la durata è eccessiva (considerato anche il ritmo un po' lento), ma tutti gli episodi a loro modo brillano (in particolare quelli di Tognazzi e Reggiani) e la prova del cast è davvero eccezionale (su tutti ovviamente i tre mattatori italiani e Benti). Ottimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I dieci minuti finali.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Pinhead80 24/8/12 12:31 - 3366 commenti

Lunghissimo film di Scola che mette allo scoperto le nevrosi della sinistra borghese e intellettualoide attraverso sei personaggi, caratterizzati con altrettante storie che si intrecciano e che hanno tutte come punto di riferimento una serata in terrazza. A tratti il film riesce bene nel suo intento, ma a mio parere appare troppo ripetitivo e logorroico. L'eccessiva durata inoltre fa sì che anche i momenti migliori risultino meno efficaci perdendosi inevitabilmente nel calderone generato. Galeazzo Benti è un idolo.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Lucius  20/6/13 22:34 - 2716 commenti

Con tutti gli attici meravigliosi che ci sono a Roma Scola opta, per la terrazza del titolo, per una ricostruzione in studio. Il risultato scenografico è a metà strada tra La primavera romana della signora Stone e Festa per il compleanno del caro amico Harold. L'intento è quello di descrivere la crisi della borghesia attraveso asserzioni politico-filosofiche anche sulle crisi del cinema stesso e di coppia. Il grande cast e alcuni momenti degni di nota ci restituiscono un film intellettualmente onesto.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Rufus68 2/7/17 0:36 - 2495 commenti

Resoconto fedele del riflusso ideologico della sinistra comunista: talmente fedele che il riflusso sembra corrompere anche il film insidiandolo con la maniera e una dose di prolissa correttezza che sembra trattenere i numerosi cavalli di razza presenti. Qualche stoccata a segno (l'intellettualismo, la vacuità, la doppia morale), accenni bunueliani (la scena-cornice che intrappola i protagonisti in un eterno presente) e il grande concerto degli attori (Mastroianni perfetto) lo redimono, in parte, da tali pecche. Deliziose Sandrelli e Vukotic.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Paulaster 12/4/19 10:33 - 2222 commenti

Incontro intellettualoide di un gruppo di amici dal quale si diramano le storie dei singoli. Sorta di psicanalisi della Sinistra, del cinema degli addetti ai lavori (con autocritica e contrapposto incensamento) e del vuoto che avanza. I totem del cinema sembrano datati ma sfornano una recitazione comunque coi fiocchi: Tognazzi ha il solito piglio, Gassman è costretto a fare il depresso e Mastroianni è penalizzato dai dialoghi. Durata spropositata con buona scelta registica delle diverse prospettive e felice finale a tarallucci e vino.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I siparietti di Galeazzo Benti; Tognazzi in piscina al telefono; Lo sfogo finale di Gassman.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Il Dandi 22/10/17 17:23 - 1540 commenti

Clamoroso e quasi sperimentale film di Scola, in cui la crisi esistenziale dei cineasti de L'alibi di Gassman si fonde con quella degli intellettuali di Lettera di Maselli (entrambi presenti) e, come nei due sovraccitati la descrizione va perfino oltre le effettive intenzioni. Ampio respiro per sottotrame (quella con Tognazzi anticipa anche Boris) unite da un impianto narrativo pregevolissimo. La messa in scena talora teatrale è lo scotto da pagare per il prezioso e insolito audio in presa diretta, illustre sconosciuto del cinema italiano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gassman (che immagina un suo comizio al congresso del PCI) ha le battute più sottili, Tognazzi (che cita sé stesso) quelle più divertenti.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Lythops 2/6/18 10:33 - 972 commenti

A parte la splendida terrazza romana col bellissimo, lento movimento di macchina iniziale e i personaggi interpretati da Tognazzi e la Vukotic, il film delude. A meno che un “bel film” non debba narrare il nulla degli individui che popolavano (non solo) la sinistra borghese romana degli anni 80. Francamente noioso, intervallato però da gustose caricature, va rispettato per la direzione non facile del gruppo dei grandi attori ugualmente importanti. Solo per questo va oltre i due pallini.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Lupoprezzo 24/8/12 19:52 - 635 commenti

C'è una sorta di filo conduttore sugli intellettuali e su di una certa borghesia, che lega questo film con l'eccellente C'eravamo tanto amati; anche se qui il buon Scola si concentra soprattutto sul mondo dello spettacolo, abitato da un ceto medio-alto, ristagnante e depressivo, immoto e privo di felicità (qui qualche influenza bunueliana è avvertibile). Un po' intellettualoide a volte, ma visto il tema trattato si chiude volentieri un occhio. Le vicende narrate vengono intersecate per mostrarci le varie vite squallide dei protagonisti. Cast di lusso.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Graf 24/10/14 2:47 - 621 commenti

L’elite cinematografica e televisiva come metafora della generale crisi culturale e politica dell’Italia degli anni '80? Il regista Scola sembra crederci e imposta un film che racconta, attraverso cinque micro-storie, la crisi personale e sociale di alcuni intellettualoidi che bazzicano una di quelle terrazze romane che sono sinonimo di mondanità e vita brillante. Tanta carne al fuoco ma piatto tiepido e dal sapore insipido. Film superficiale e iterativo, malinconico e assolutorio, privo di affondi cruenti e di voli pindarici.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il furbo tratteggio del sussiegoso critico cinematografico Tizzo, magistralmente interpretato da Satta Flores; La "rimpatriata" di Galeazzo Benti.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Magi94 14/9/17 0:05 - 511 commenti

Un film importante e interessante dall'andamento purtroppo un po' discontinuo. Se certamente è buona l'idea iniziale, il difetto principale è quello di non riuscire mai a librarsi sopra al ritmo di ogni singola storia, finendo per essere quasi un film a episodi dal ritmo troppo fiacco. Ma tolto ciò rimangono molti aspetti buoni, incarnati ovviamente nei personaggi: Mastroianni senza ispirazione, Tognazzi che vuol fare il simpatico per forza, Reggiani sepolto nella neve e soprattutto un grandissimo Gassman, forse il personaggio più interessante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gassman che propone un problema etico non banale, al di là della satira: come si coniugano giustizia sociale e giustizia nella sfera privata?
I gusti di Magi94 (Commedia - Drammatico - Horror)

Roger  6/8/14 23:24 - 143 commenti

Il ritratto impietoso di una elite politica e intellettuale ormai asserragliata nei suoi privilegi ma anche segnata da ogni sorta di fallimento. Film lungo, verboso e a tratti deprimente, ma la cosa era inevitabile per poter seguire le storie incrociate dei sei protagonisti maschili. Ne viene comunque fuori una buona ricostruzione (da una particolare angolazione) di quel periodo storico - gli anni di piombo - tetri ed eccessivamente politicizzati.
I gusti di Roger (Comico - Commedia - Drammatico)

Mark70 31/8/11 1:28 - 118 commenti

Partendo da una serata mondana in una terrazza incontriamo cinque intellettuali di sinistra alle prese con il fallimento dei loro ideali e con la crisi della loro generazione: una presa in giro dei tic e delle manie di una certa sinistra rivoluzionaria a parole ma che nei fatti si è lasciata integrare dal sistema. Amaro e caustico, avrebbe beneficiato di una sceneggiatura più sintetica e concisa, anche se alcuni episodi lasciano decisamente il segno. Splendida prova di tutto il cast (e non poteva essere altrimenti visti i nomi).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Trintignant improvvisa al telefono con il produttore Tognazzi la trama di una volgare commediaccia; le frasi fatte che fanno da sottofondo alle serate.
I gusti di Mark70 (Avventura - Comico - Commedia)