Dove è stato girato Profumo di donna - Film (1974)

LOCATION DEL FILM GIÀ TROVATE

Genova

Il negozio dove Gassman (con Momo) acquista gli abiti nuovi

M Genova • Sottopasso di caricamento

La strada dove Gassman (cieco) dà indicazioni a una signora che gli mostra un foglietto

Genova

La piazza dove Gassman cerca una prostituta e rimanda al giorno dopo

Napoli

La terrazza sul mare della casa di Vincenzo a Napoli

M Napoli • Rx Ristorante Lido Pola

Il ristorante del pranzo che precede il folle gesto finale di Gassman e Ricci

M Roma • Hotel Raphael

L'albergo romano dove Gassman va a trovare il cugino prete

Roma

Il night club dove Gassman e Momo passano la notte prima di prendere il treno per Napoli

M Torino • Casa dei draghi (Palazzo della Vittoria)

La casa di Gassman a Torino

Genova

Il terrazzo della casa della prostituta coi fianchi grossi (Moira Orfei)

Genova

Il bar al porto di Genova dove Gassman attende il ritorno di Ciccio con prostituta

Ercolano (Napoli)

Il casolare alle falde del Vesuvio dove va Gassman nel finale

M Genova • Hotel Colombia

L'albergo dove Fausto (Gassman) e Ciccio (Momo) soggiornano a Genova

M Roma • Ristorante Sabatini

Il ristorante al cui tavolino all'aperto pranzano Fausto (Gassman) e Ciccio (Momo)

Genova

Il bar dove Ciccio (Momo) contatta la prostituta Mirka (Orfei) da portare a Fausto (Gassman)

Genova

Il barbiere dove Fausto (Gassman) si fa fare un taglio di capelli e la manicure

LOCATION VERIFICATE

16 post
  • Dove è stato girato Profumo di donna?
    Qui di seguito le location del film che sono state da noi verificate, controllate e inserite nel radar (quando non di passaggio).
  • Gugly • 31/12/08 19:24
    Portaborse - 4710 interventi
    Il ristorante al cui tavolino all'aperto pranzano Fausto (Gassman) e Ciccio (Momo) è in piazza di S. Maria in Trastevere (Roma):




    Precisamente, come segnala Roger, siamo al ristorante Sabatini, come si capisce da questa inquadratura che mostra quanto sia a fianco del bar da cui è diviso da una siepe di piante:


  • Neapolis • 15/09/10 15:46
    Call center Davinotti - 3082 interventi
    Ecco Gassman e Momo a Genova mentre escono dal negozio di abbigliamento (dove hanno acquistato abiti nuovi). Siamo in Via XX Settembre a Genova.




    Eccoli che atrraversano la strada.


  • Neapolis • 16/09/10 14:03
    Call center Davinotti - 3082 interventi
    Gassman dà le indicazioni di una strada a una signora che gli mostra un foglietto; sarebbe tutto normale se non fosse per il fatto che nel film interpreta un non vedente! Siamo sul sottopasso di via Aldo Moro all'altezza di Piazza Camillo Benso Conte di Cavour a Genova.




    Non c'è più la rampa che si immette sul cavalcavia (nella foto si vede il tronco finale di immissione sul cavalcavia) ed è stato creato un sottopasso, ma tutti gli edifici intorno confermano che il posto è questo.
  • Neapolis • 17/09/10 10:36
    Call center Davinotti - 3082 interventi
    La scala dove Gassmann, alla ricerca assieme a Momo di una prostituta alta e con i fianchi grossi ("Ciccio io non mi devo fidanzare..."), ne individua una ma rimanda l'incontro pronunciando la frase "Domani Ciccio, oggi non mi sento venereo..." è in Piazza Cavour a Genova. Grazie a Macbeth55 per la descrizione. Qui lo sfondo:




    Qui sotto la scala che i due scendono vista da davanti:



    Nella scena precedente a questa, al punto B, Roger fa notare che Fausto si fa descrivere da Ciccio altre due prostitute: una è evidentemente già occupata (l'altra sarà un travestito):


  • Macbeth55 • 20/09/10 15:34
    Galoppino - 99 interventi
    LA TERRAZZA SUL MARE DELLA SECONDA PARTE
    Gassman (Fausto) si reca a Napoli, col suo attendente Momo (Ciccio), apparentemente per ritrovare un suo amico e collega militare (Vincenzo) anch'egli cieco, presumibilmente rimasto vittima dello stesso banale incidente. In realtà entrambi hanno un segreto accordo: suicidarsi assieme.

    Quando Gassman e Momo arrivano a Napoli, rimangono imbottigliati nel traffico (a causa di un carro funebre) proprio sotto il palazzo della terrazza che vedremo in seguito, in via Francesco Caracciolo 2 (Napoli).




    La terrazza di questo stesso palazzo fa parte della casa di Vincenzo dove si aggirano delle giovani ragazze tra cui la Belli (Sara) che da bambina era innamorata di Fausto. E' la terrazza protagonista di molte scene.

    Le maioliche sono sicuramente cambiate. Io da via Orazio ci passo tutti i giorni e ho assistito, seppur da lontano, addirittura ai lavori di ristrutturazione. In questa foto si notino le ringhiere:




    Qui invece si noti il palazzo A, che basta a confermarci che il posto è quello giusto:





    All'altezza dei palazzi di fronte, sulla discesa di via Orazio c'è il punto da cui ho preso da sw l'immagine della terrazza con l'aiuto dello zoom, come vedete qui sotto. Si riconosce il muro divisorio, che, ripeto, non ha più la stessa maiolica.

  • Neapolis • 21/09/10 11:23
    Call center Davinotti - 3082 interventi
    Il ristorante del pranzo che precede il folle gesto finale di Fausto (Vittorio Gassman) e Vincenzo (Franco Ricci) è a Napoli in via Nisida, sulla terrazza rotonda dell'ex Ristorante Lido Pola, ora caduto completamente in rovina.
    (40°47’59,4” N; 14°10’28,5” E)

    Ecco l’inquadratura con sullo sfondo Nisida:




    Ecco un'altra inquadratura con sullo sfondo il pontile di Bagnoli e Pozzuoli:




    E infine l’inquadratura con sullo sfondo l'ex area Italsider:


  • Macbeth55 • 23/09/10 08:51
    Galoppino - 99 interventi
    Quando Gassman va a trovare un suo cugino prete allo scopo di farsi perdonare l'insano gesto che ha in mente, il suicidio, scopriamo che è all'Hotel Raphael in Largo Febo 2 a Roma (lo stesso dove fu contestato Craxi qualche anno fa).




    D'altra parte, sbirciando nei fotogrammi (all'albergo arriva un monsignore), il nome è vagamente visibile sulle porte:



    Che anche la scena del colloquio in terrazza sia girata al Raphael ce lo dimostra la riconoscibile cupola ottagonale della chiesa di Santa Maria Della Pace (B), che sta infatti quasi attaccata all'albergo.
    Con la A è segnato l'ingresso che vediamo più sopra...




    ...mentre con la C una delle tende esistenti tuttora sotto le quali stavano Gassman e il prete:

  • Ellerre • 23/09/10 19:49
    Call center Davinotti - 1203 interventi
    Il night club dove Gassman e Momo passano la notte subito prima di prendere il treno per Napoli è in via Mario De' Fiori a Roma. Tuttora pare sia una discoteca, il "Gilda". I due svoltano poi in via della Mercede. Grazie a Macbeth55 per fotogramma e descrizione.




    Come ha poi sempre scoperto Macbeth55 i due, uscendo, percorrono subito dopo via Bissolati (Roma). Da notare la sede Alitalia ancora presente e il palazzo INA.



  • Macbeth55 • 24/09/10 07:05
    Galoppino - 99 interventi
    LA CASA DI GASSMAN
    Comincia il film: Il soldatino Giovanni Bertazzi detto Ciccio (Sandro Momo) arriva a casa del capitano Fausto Consolo (Vittorio Gassman). Ha avuto una licenza premio allo scopo di assistere ed accompagnare il capitano rimasto cieco in seguito ad un banale incidente alla manovre militari. I due partiranno per un viaggio verso Genova, Roma e Napoli. Come dice www.cinemainpiemonte.it (anche se non specifica né quale location né il civico) siamo a Torino, Corso Francia 23, nel cosiddetto Palazzo dei draghi.


  • Neapolis • 24/09/10 12:01
    Call center Davinotti - 3082 interventi
    La casa della prostituta (Moira Orfei) con i requisiti richiesti da Gassman (alta, fianchi grossi e capelli neri) si trova in Piazza Cavour a Genova.



    Questi i palazzi di fronte alla terrazza:



    E questa la terrazza vera e propria (che non è quella più alta, visto che si vede il parapetto sul fianco):



    Una veduta d'insieme che mostra il terrazzo e i palazzi di fronte:



    USCITA (Roger)
    Quando però Fausto (Gassman) e Ciccio (Momo) escono dalla casa sono, come ha scoperto Roger, in piazza dei Truogoli di Santa Brigida a Genova (44.415325,8.924707):


  • Neapolis • 16/10/10 15:26
    Call center Davinotti - 3082 interventi
    Il bar nel porto di Genova al cui tavolino Fausto (Vittorio Gassman) si siede e resta in attesa che ritorni Ciccio (Alessandro Momo), mandato alla ricerca della prostituta alta, mora e con fianchi grossi (Moira Orfei). Il bar è in quella che oggi è chiamata Piazza San Marco al porto di Genova.

    NdZender: altro bel lavoro d'equipe. Grazie ai fotogrammi e a suoi studi sulle vecchie costruzioni del porto, Neapolis riesce a scoprire che il silos granario di Ponte Parodi (A), che sembrava l'edificio più riconoscibile vista l'imponenza, è stato abbattuto il 29 maggio 2002. Grazie al fotogramma qui sotto sono comunque identificabili con Bing l'edificio (B) e la torretta (C), il che ha permesso di individuare la zona.




    Per trovare però la vera location ovvero il bar, è dovuto intervenire lo specialista dell'ultimo passaggio Ellerre, che è riuscito grazie a un fotogramma postato tempo fa da Macbeth55 a individuare il cerchio di pietra che sostiene la gru e che ci permette di stabilire con assoluta esattezza dove fosse il bar.




    Ecco dunque qui, da più lontano, il bar al centro della scena:

  • Neapolis • 3/11/10 11:42
    Call center Davinotti - 3082 interventi
    IL CASOLARE ALLE FALDE DEL VESUVIO
    Scena finale: Sara (Agostina Belli) dopo il tentativo di suicidio, porta Fausto (Vittorio Gassman) in un casolare alle falde del Vesuvio.



    Per la localizzazione della location analizzando il profilo del Vesuvio e il panorama verso il mare, si è circoscritta un'area del comune di Ercolano a ridosso di Via Torre del Greco-Vesuvio, poco prima dell'incrocio con Via dell'Osservatorio. In questa area l'unica costruzione rurale, di epoca non recente, presente era questa:



    E' simile all'originale ma purtroppo con troppe differenze strutturali: grandezza, forma del tetto, interni, colore. Nemmeno si poteva ipotizzare una sua ricostruzione, in quanto il casolare presentava una struttura di epoca non recente. Queste differenze ci hanno fatto abbandonare del tutto l'idea che il casolare fosse questo (nonostante qualche indicazione di un abitante ci avesse sviato in questa indagine).

    A riprova di ciò in questo fotogramma del film si nota una trave verticale dopo l'ingresso che nel casolare in esame è del tutto assente e che ci ha fatto definitivamente abbandonare questa ipotesi.:




    Certi però che eravamo nell'area giusta, abbiamo cercato di ricostruire le scene del film immediatamente prima dell'arrivo in auto dei nostri al casolare. Ecco una scena dove finalmente troviamo un elemento di riferimento che si rivelerà fondamentale per l'individuazione della location: una piccola torre. In più, ad una più attenta osservazione, mostra in alto a sinistra, nascosta dai cespugli, la sagoma rosa del nostro casolare, come il prosieguo della scena evidenzierà ancora. La torre è riconoscibile dai due buchi davanti e da un'apertura sul lato destro; il profilo del pendio è identico.




    La Mini Minor svolta a destra per dirigersi al casolare: davanti a lei si presentano la pineta (esistente ancora e primo degli elemento utili per la localizzazione), la sagoma del Vesuvio e sulla destra, abbastanza evidente, il casolare:




    Come controprova notiamo che il profilo del Vesuvio è identico:



    Nella scena finale del film sono ben visibili altri elementi utili per la localizzazione: la torretta (B) e la pineta (A) a sinistra. Il terzo elemento per l'individuazione della location sono i fili dell'elettrodotto che ho reso visibili aumentando di molto il contrasto del fotogramma originale:



    Ecco gli altri due elementi di cui si parlava sopra che dissipano ogni dubbio:




    Purtroppo oggi, del casolare originale, com'era prevedibile, non è rimasta più alcuna traccia e al suo posto è sorta una villa. Siamo in via Piana delle Ginestre. Contrada Tirone, Ercolano, Napoli.



    Ho parlato con il proprietario della villa, attualmente ivi residente il sig. Vincenzo Salzano il quale, una volta spiegato il motivo della mia visita, è stato molto cortese. Mi ha detto che era a conoscenza che lì era stato girato il film e mi ha raccontato la storia del casolare. Il casolare rosa fu da lui comprato nell'anno 1984 e proprio in quell'anno demolito. Successivamente al suo posto costruì la villa; al riguardo il sig. Salzano citava le parole di Romano Prodi che, quando era al governo, disse che in Italia si compravano casali per poi farle diventare ville. Sempre il sig. Salzano mi ha raccontato un curioso aneddoto e cioè che il casolare fosse abitato, all'epoca in cui l'acquistò, da 'o munaciello (fantasma con abiti da monaco che portava male o bene alle persone che vi abitasssero).
  • Roger • 21/06/15 21:03
    Fotocopista - 2919 interventi
    L'albergo dove Fausto (Gassman) e Ciccio (Momo) soggiornano a Genova è l'ex hotel Colombia in Piazza Acquaverde a Genova, già visto ne Il giorno dello sciacallo (1973), con il quale facciamo il confronto:


  • Roger • 3/10/15 18:23
    Fotocopista - 2919 interventi
    Il bar dove Ciccio (Momo) contatta la prostituta Mirka (Orfei) da portare a Fausto (Gassman) è il Caffé degli Specchi in salita Pollaiuoli 41 a Genova. Ciccio si avvicina al caffè portato da un'altra prostituta e si vede qui la galleria d'arte "Il vicolo":




    Senza stacchi i due arrivano alla vetrina aperta del bar:


  • Roger • 23/12/20 17:47
    Fotocopista - 2919 interventi
    Il barbiere dove Fausto (Gassman) si fa fare un taglio di capelli e la manicure è in via Laura Pinelli 10 a Genova. Grazie ai particolari delle vetrine di fronte...




    ...si può concludere che il barbiere di fronte lavorava qui:

  • Zender • 24/12/20 08:33
    Capo scrivano - 47791 interventi
    Grazie Roger, radarizzata.