LOCATION VERIFICATE di Le farò da padre (1974)

LOCATION DEL FILM GIÀ TROVATE

Santa Cesarea Terme (Lecce)

Proietti passeggia sulla costa d'una baia dopo i titoli di testa

LOCATION VERIFICATE

  • Qui di seguito le location del film che sono state da noi verificate, controllate e inserite nel radar (quando non di passaggio).
  • R.f.e. • 5/05/09 19:44
    Call center Davinotti - 854 interventi
    Una volta frequentavo il Salento per vacanza. Sui titoli di testa si vedono note località salentine (poste quasi tutte fra Lecce e Otranto). La prima che il regista ci mostra, nella prima inquadratura, è Conca Specchiulla, che vedete nel fotogramma qui sotto:




    L’ultima, subito dopo i titoli, quando Saverio (Gigi Proietti) è affacciato su quella baia molto suggestiva, beh, trattasi di Porto Miggiano. In proposito, vi racconto una cosa divertente. Come noterete guardando attentamente il film, il faraglione che si scorge nella baia sottostante presenta una spaccatura, una fessurazione verticale a sinistra che lo rende molto “pittoresco”. Ebbene, quando mi sono recato sul posto (Santa Cesarea Terme, provincia di Lecce, dove si trova quest’insenatura, Porto Miggiano appunto) il faraglione c’era, ma privo di fessurazione e mi sembrava in effetti diverso (più stretto…). Credevo di essermi sbagliato, considerando tutti i posti simili e con faraglioni e grandi scogli che ci sono nel Salento, ma poi, dopo varie ricerche, mi hanno detto che la spaccatura non c’era più semplicemente perché tutta la sezione a sinistra era crollata (non hanno saputo dirmi se in seguito a una mareggiata, a un terremoto o se l'avevano fatta esplodere artificialmente perchè considerata pericolosa, insomma, mistero... ).
    Prova ne sia che trovai sul posto una vecchia cartolina del luogo (foto fatta “prima” del crollo) dove il faraglione è in effetti più largo e... fessurato! Esattamente come si vede nel film. Ecco qui sotto due foto del faraglione prima (nel film) e dopo (oggi):




    Successivamente, il film mostra anche Lecce, di cui si vedono chiaramente Piazza Sant’Oronzo con la sua vetrata e poi durante la Festa di Sant’Oronzo, con relativa illuminatissima processione a cui assistiamo all’inizio, con le beghine della famiglia di Clotilde che pregano:






    Poi ecco la basilica di Santa Croce e il Palazzo dei Celestini, da cui Proietti sembra uscire:




    In una fugace scena vediamo Proietti passare velocemente in macchina vicino al portale della cosiddetta Chiesa del Rosario:




    E infine, in una estemporanea sequenza successiva, si intravede anche il caratteristico Campanile del Duomo.