Location verificate di Brutti, sporchi e cattivi - Film (1976)

LOCATION DEL FILM GIÀ TROVATE

M Roma • La strada coi palazzi a tubo dopo lo slargo

Manfredi col macchinone appena prima di arrivare alla baraccopoli

M Roma • Piazza di Santa Maria in Trastevere

La piazza dove avviene lo scippo da parte dei figli di Giacinto (Manfredi)

M Roma • Chiesa di San Salvatore in Lauro

La chiesa del battesimo

M Roma • Ufficio Postale di via Marmorata

Il ritiro della pensione "de nonna"

Roma

La baracca di Tommasino

Roma

L'asilo dei bambini

Roma

La baracca dove abita Nino Manfredi

Roma

La locanda

Roma

Il punto in cui Romolo (Pagliuca) s'infratta in motorino con la cognata

M Roma • L'ex baraccopoli di Via dell'idroscalo

La baraccopoli in cui Manfredi viene avvelenato dai parenti durante il pranzo

Roma

Il mercato ove la figlia di Giacinto lavora e chiacchiera con le colleghe, lamentandosi del padre

LOCATION VERIFICATE

  • Qui di seguito le location del film che sono state da noi verificate, controllate e inserite nel radar (quando non di passaggio).
  • M.shannon • 11/02/09 19:54
    Disoccupato - 310 interventi
    La scena del battesimo è stata girata alla Chiesa di San Salvatore in Lauro a Roma. Curiosità: il cartello di divieto di sosta permanente è sempre al solito punto. Grazie a Fedemelis per il fotogramma.

  • M.shannon • 18/02/09 08:57
    Disoccupato - 310 interventi
    L'esilarante sequenza del ritiro della pensione "de nonna" è girata presso la Posta di via Marmorata, a Roma naturalmente. Grazie a Fedemelis per il fotogramma.



    Ed ecco il posto come si presentava allora e come si presenta oggi (le colonne sono state riammodernate):


  • Zender • 20/02/09 09:34
    Pianificazione e progetti - 46410 interventi
    Come giustamente segnala M.Shannon, la strada che Manfredi percorre con la macchinona per arrivare a Monte Ciocci dai baraccati non è lì a Monte Ciocci ma a Vigne Nuove, più precisamente in via Conti (dov'è stata girata la scena del "palo della morte" di Un sacco bello). Grazie a Fedemelis per il fotogramma.


  • Zender • 19/03/10 17:03
    Pianificazione e progetti - 46410 interventi
    GEPPO E IL SOGNO DI UNA VITA: A MONTE CIOCCI!

    Era noto che il film fosse stato girato a Monte Ciocci (Roma) sull'Aurelia in via Domizia Lucilla, dove fu costruita una baraccopoli per il capolavoro di Ettore Scola.

    Ecco come GEPPO racconta le foto da lui fatte lì, che ci mostrano una volta per tutte come sono oggi i posti in cui il film venne girato.

    IL RESOCONTO DI GEPPO:
    E' una location che da anni sognavo di visitare, soprattutto per la curiosità di vedere il luogo nei giorni nostri, anche perchè su internet non troviamo immagini da ricondurre a quelle del film.

    Oggi la location del film è davvero irriconoscibile, praticamente non c'è rimasto nulla, soltanto un paio di
    alberi, cespugli, erba e terreno vuoto, ma da lì mi sono goduto la splendida vista su Roma che fiancheggia San Pietro. Ho individuato i maggiori luoghi in cui si svolge la storia con i fotogrammi originali
    del film in mano. Purtroppo non sono riuscito a fotografare la locanda delle sorelle Celhoio (Marcella e Assunta
    Battisti) poichè, ormai, è una zona sepolta da erba e cespugli.
    ATTENZIONE: ogni location è contraddistinta da un numero che troverete in fondo, nella mappa finale dall'alto.

    01/02. LA BARACCA DI GIACINTO MAZZATELLA:
    La baracca di Giacinto (Nino Manfredi) era costruita al centro di Monte Ciocci. Il film riprende varie volte la baracca mostrandoci i personaggi del film mentre escono ed entrano.




    A destra vediamo la via Domizia Lucilla.




    03. MARIA LIBERA ACCOMPAGNA TOMMASINA:
    L'adolescente Maria Libera (Marina Fasoli) accompagna la modella della baraccopoli Tommasina (Clarisse Monaco)
    fino alla fermata del tram sulla scalinata di Monte Ciocci scendendo su via Anastasio II.




    04. L'ASILO DEI BAMBINI:
    Maria Libera (Marina Fasoli) ogni mattina presto fino alle 12:00 si occupa dei bimbi della baraccopoli chiudendoli con un lucchetto dentro una gabbia riempita da vecchi giocattoli e costruita da rete metallica e da vecchi materassi. L'asilo fu costruito proprio in cima a Monte Ciocci che dà proprio su via Anastasio II.




    05. IL TRAVESTITO "NANDO".
    Qui viene ripresa Via Domizia Lucilla, praticamente l'inizio della baraccopoli. Il travestito Nando (Franco Merli), figlio di Giacinto (Nino Manfredi), si avvia verso la baracca del padre a cambiarsi le scarpe perchè si era spezzato
    un tacco.




    06. L'UBRIACONE GIACINTO:
    L'ubriacone Giacinto (Nino Manfredi) lascia la locanda delle sorelle Celhoio (Marcella e Assunta Battisti) e prosegue per circa 100m attraversando la baraccopoli, per arrivare a casa sua. Purtroppo non sono riuscito a fotografare la
    locanda poichè, ormai, è una zona sepolta da erba e cespugli. L’inquadratura è ancora sulla via Anastasio II, ripresa in tutta la sua altezza.




    07. MARIA LIBERA COI SECCHI:
    Tutte le mattine Maria Libera (Marina Fasoli) si alza prestissimo e si prepara rapidamente a riempire i secchi con l'acqua alla fontanella (o nasone) di Monte Ciocci per buttarla dentro la caldaia per il riscaldamento della baracca, passando prima
    con i secchi vuoti sopra il parapetto (ormai sepolto dall'erba). Vi ricordo che il parapetto è anche il muricciolo dove siedono
    i vecchietti della braccopoli.




    08. LA BARACCA DI TOMMASINA:
    Qui vediamo una carrellata della baraccopoli di Monte Ciocci e proprio al centro troviamo la baracca in cui vivono Tommasina (Clarisse Monaco) e la madre (Zoe Incrocci).




    Questa è infine la mappa che mostra dove siano tutti i punti che ho finora descritto:



    L'INCONTRO CON ISIDE
    Come supponeva M. Shannon e mostravano Lòpe e Roger, il luogo dove Giacinto Mazzatella (Manfredi) incontra la prostituta Iside (Maria Luisa Santella) è sempre sul Monte Ciocci, diciamo alle spalle della baraccopoli. Qui vediamo lo stesso scorcio di edifici del film:




    Qui una immagine ravvicinata del palazzo A (si verifichi come corrispondono terrazzi e aperture dell'ultimo piano):


  • Ruber • 9/04/10 16:49
    Contratto a progetto - 9160 interventi
    ...La faccia da mignotta ce ll'hai, er fisico pure, perché nun voi sta' a'rtezza d'a situazione, dico io?

    In questa esilarante scenetta (probabilmente una delle piu famose del film di Scola), Romolo (Luciano Pagliuca) si apparta con la cognata (o come dice la stessa "se infrattamo").

    I due, per infrattarsi, partono in motorino e li vediamo qui in via Giovanni Conti, come scoperto da ANDYGX.




    Da via Conti deviano passando sul ponticello oggi scomparso che vedete nel fotogramma sopra. Proseguono ed arrivano in questo luogo isolato, perchè Romolo ha intenzione di "farsi" l'amata cognatina. Sono in via Aurelio Saffi angolo via delle mura Aureliane, come dicono bene TRAVIS, ANDYGX e SAMMO.



    SAMMO ci fa notare anche due dettagli non da poco:

    1) Il vaso posato su un balcone del palazzo dietro è rimasto nell'identico posto a molti anni di distanza!




    2) La rientranza nelle mura Aureliane identica ancor oggi. SAMMO è andato poco fa a fare la foto e a visionare tutto il tragitto. Questo è l'unico angolo con casa dietro e tutto verde a lato!


  • Andygx • 25/05/11 21:15
    Disoccupato - 2389 interventi
    Il mercato ove la figlia di Giacinto lavora e chiacchiera con le colleghe, lamentandosi del padre, è il piazzale appena fuori dagli ex-mercati generali di Via Ostiense a Roma. Grazie a Legnani per la descrizione e il primo suggerimento, a Geppo per il fotogramma. Triangolando possiamo capire che si trattava di uno spiazzo asfaltato ancora visibile tornando indietro nel tempo con GoogleEarth. Oggi è sede del cantiere per la costruzione del cavalcavia della metropolitana.


  • Lòpe • 29/11/11 19:08
    Galoppino - 201 interventi
    La baraccopoli in cui Giacinto Mazzatella (Nino Manfredi) viene avvelenato dai parenti durante il pranzo è quella che stava lungo via dell'idroscalo a Ostia (RM) e che ritroveremo anche in Magi radagi. Guardando la scena, vediamo il camion percorrere un tratto di strada per poi girare a sinistra. Si nota un muro di mattoni che corre lungo la strada e due colonne (contrassegnate con B e C) che ancora oggi esistono e sono l'entrata del cantiere Canados in via dell'Idroscalo:




    Ed ecco il tavolo da pranzo al centro della baraccopoli. Contrassegnata con la lettera A è la Torre di San Michele (Tor San Michele) a confronto con un fotogramma di Magi radagi (1966):




    Durante la costruzione ed il successivo ampliamento del Porto turistico di Ostia, la baraccopoli è stata smantellata (causa sabbie e detriti accumulati durante i lavori il paesaggio non è più pianeggiante ma è un continuo di dune ed acquitrini). Mostriamo ciò che ne rimasto in questa mappa (B e C son palazzi visibili nei Magi randagi):

  • Lòpe • 4/03/13 23:57
    Galoppino - 201 interventi
    La piazza dove avviene lo scippo da parte dei figli di Giacinto (Manfredi) è Piazza di Santa Maria in Trastevere a Roma. Grazie a Geppo per il fotogramma.


  • Zender • 1/02/15 08:27
    Pianificazione e progetti - 46410 interventi
    Grazie Fedemelis per i fotogrammi.