IN TV/SATELLITE di Interstellar

IN TV/SATELLITE

  • Per segnalare il passaggio in tv seguite le istruzioni scritte qui sopra nel modulo di segnalazione. Se volete semplicemente rispondere cliccate su RISPONDI.
  • Ale nkf • 31/01/17 17:09
    Risorse umane - 14031 interventi
    Giovedì 9 FEBBRAIO ore 21:10 su CANALE 5
    Paradossalmente la parte più riuscita è quella terrestre, ma appena parte l'astronave cominciano i guai, a partire da una durata ipertrofica e ingiustificata, fino ad un finale insopportabilmente new age. [Galbo]
  • Caesars • 9/03/18 12:09
    Scrivano - 15754 interventi
    Giovedì 15 MARZO ore 21:25 su ITALIA 1
    Forse in un momento di ottimismo eccessivo, Christopher Nolan si crede Kubrick; il suo 2001 purtroppo per lui zoppica assai, a partire da una sceneggiatura che ha più buchi di quelli neri del film. Paradossalmente la parte più riuscita è quella terrestre, ma appena parte l'astronave cominciano i guai, a partire da una durata ipertrofica e ingiustificata, fino ad un finale insopportabilmente new age. Il resto è puro mestiere... [Galbo]
  • Mco • 31/05/18 17:57
    Scrivano - 9936 interventi
    Giovedì 31 MAGGIO ore 21:15 su *ALTRO (SPECIFICARE)
    (su Focus, canale dtt 35) Così Digital: Talvolta guardando un cortometraggio di pochi minuti ci si annoia; talvolta si assiste a un lungometraggio di quasi tre ore e si resta costantemente sull'attenti, incantati, come nel caso de quo, da una regia ispirata, da una fotografia sontuosa e da attori di caratura conclamata. Certo, la storia, malgrado possa sembrare di facile intelligibilità, tende progressivamente a intrigarsi, andando a parare su argomenti scientifici ostili ai più, ma nel complesso è film pregevolissimo. Cast con alti (McConaugey, Caine, Damon) e bassi (Hathaway).
  • Caesars • 15/03/19 08:46
    Scrivano - 15754 interventi
    Lunedì 18 MARZO ore 21:00 su 20 MEDIASET
    Forse in un momento di ottimismo eccessivo, Christopher Nolan si crede Kubrick; il suo 2001 purtroppo per lui zoppica assai, a partire da una sceneggiatura che ha più buchi di quelli neri del film. Paradossalmente la parte più riuscita è quella terrestre, ma appena parte l'astronave cominciano i guai. [Galbo]
  • Gestarsh99 • 7/09/20 15:31
    Vice capo scrivano - 20668 interventi
    10/09/20 ore 21:00 su 20 Mediaset
    "La Terra è ormai esausta, non dà più nutrimento e la Nasa recluta un ex astronauta per colonizzare altri pianeti, bypassando le leggi dell’astrofisica e mischiando relatività, quantistica, buchi neri, spazio-tempo e chi più ne ha più ne metta. Lo spettacolo c’è, ma non giovano le lungaggini da Casa nella prateria e i sentimentalismi privati in una vicenda universale. In certi momenti fa pensare più a Futurama che ad altri illustri precedenti del genere fantascientifico. Troppa carne al fuoco (che disperde la concentrazione) e troppi cliché.
    MEMORABILE: L'espressione statica della Hathaway; Il ridicolo scazzottamento "western" in un pianeta di altra galassia; I piagnistei del protagonista."
    Kinodrop
  • Gestarsh99 • 1/06/21 20:12
    Vice capo scrivano - 20668 interventi
    4/06/21 ore 21:20 su Italia 1
    "Il legame padre/figlia è la sineddoche che Nolan incastona nel suo sci-fi per raccontare del senso dell'esistere, laddove il contrasto si evidenzia su due poli: individuo e genere umano. Si tratta di un racconto con una partenza lenta e un ritmo che inizia a ingranare quando il silenzio si fa siderale, interrotto da note musicali minimali (usare la classica sarebbe stato sgraziato). Interrotto, a mio modo di vedere, anche da troppe parole; troppi gli spiegoni, troppe le questioni risolte, troppe le facilonerie, troppo presente la necessità di fare cassa. Dimenticata la perfezione stilistica di 2001, resta ad ogni modo un grande piacere per gli occhi."
    Xamini
  • Gestarsh99 • 7/12/21 20:38
    Vice capo scrivano - 20668 interventi
    10/12/21 ore 21:10 su 20 Mediaset
    "Il legame padre/figlia è la sineddoche che Nolan incastona nel suo sci-fi per raccontare del senso dell'esistere, laddove il contrasto si evidenzia su due poli: individuo e genere umano. Si tratta di un racconto con una partenza lenta e un ritmo che inizia a ingranare quando il silenzio si fa siderale, interrotto da note musicali minimali (usare la classica sarebbe stato sgraziato). Interrotto, a mio modo di vedere, anche da troppe parole; troppi gli spiegoni, troppe le questioni risolte, troppe le facilonerie, troppo presente la necessità di fare cassa. Dimenticata la perfezione stilistica di 2001, resta ad ogni modo un grande piacere per gli occhi."
    Xamini
  • Gestarsh99 • 21/06/22 22:10
    Vice capo scrivano - 20668 interventi
    24/06/22 ore 21:15 su Italia 1
    "Il legame padre/figlia è la sineddoche che Nolan incastona nel suo sci-fi per raccontare del senso dell'esistere, laddove il contrasto si evidenzia su due poli: individuo e genere umano. Si tratta di un racconto con una partenza lenta e un ritmo che inizia a ingranare quando il silenzio si fa siderale, interrotto da note musicali minimali (usare la classica sarebbe stato sgraziato). Interrotto, a mio modo di vedere, anche da troppe parole; troppi gli spiegoni, troppe le questioni risolte, troppe le facilonerie, troppo presente la necessità di fare cassa. Dimenticata la perfezione stilistica di 2001, resta ad ogni modo un grande piacere per gli occhi."
    Xamini