DISCUSSIONE GENERALE di These final hours - 12 ore alla fine (2013)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Schramm • 17/09/15 15:24
    Controllo di gestione - 6881 interventi
    per chi scrive, il signor hilditch ha gli attributi che fumano come geyser: firma il miglior upgrade che miracle mile possa vantare, dimostra di saper amministrare lirismo e poesia senza indulgere in smancerie; a scappatoie quali preziosismi, accenti e rafforzativi predilige un'anti-retorica che terrà costante fino a dei raggelanti end-credits snocciolati in un silenzio agghiacciante. un silenzio letteralmente di tomba. e tutto senza mai venir meno a una montante tensione, a tratti insostenibile.

    e poi tutta la parte centrale, con quel party selvaggio dove tutta la follia panica e del panico davanti alla fine assoluta di tutto si sprigiona incontrollata, in disperatissimo tentativo di vivere gioiosamente le ultime ore rimaste. una scena sulla follia umana da antologia, che da sola basta a fare di questo film il miglior apocalypse-pic del terzo millennio.

    da appuntare particolarmente la naturalezza e la bravura da brividi di angourie rice, che serve i croissants alla jodelle ferland di tideland ed entra in territorio "sentiremo-parlare-di-lei"

    sul fronte delle curiosità, il film è l'estensione di una prova tecnica di 13' (reperibile anche sul tubetto) intitolato transmissions, ambientato nella medesima città e sempre con la rice co-protagonista.

    fatico un po' a comprendere i perché dei commenti tiepidi finora riservatigli.

    in sintesi, un regista per me rivelazione, per cui mi riprometto il recupero dell'intera omnia.
    Ultima modifica: 17/09/15 15:26 da Schramm
  • Galbo • 17/09/15 15:52
    Consigliere massimo - 3850 interventi
    L'atmosfera è resa benissimo ma a mio avviso la storia andava un pò "rimpolpata" se mi è concesso il termine. Dopo un commento così entusiasta mi riservo di rivederlo.....
  • Didda23 • 17/09/15 15:57
    Comunicazione esterna - 5755 interventi
    Diciamo che Schramm è facile che sia preda di facili entusiasmi..
  • Schramm • 17/09/15 16:21
    Controllo di gestione - 6881 interventi
    tutt'altro, spesse volte i commenti son scritti a mente molto, molto fredda, anche dopo 3-4 giorni di digestione critica. quando c'è entusiasmo che sembra di facile rilascio è solo perché il film ha colpito là dove meno me l'aspettavo. si noti anche che il mio ultimo quadripalla secco risale a ben 22 film addietro.
    Ultima modifica: 17/09/15 17:05 da Schramm
  • Didda23 • 17/09/15 18:13
    Comunicazione esterna - 5755 interventi
    Ma non ti devo sentire offeso. Invidio il fatto che riesci ancora ad entusiasmarti e a dare volti altissimi.

    Quest'anno per me la sorpresa delle sorprese è stata Amabili resti
  • Schramm • 17/09/15 19:24
    Controllo di gestione - 6881 interventi
    no no, non mi sono assolutamente offeso. volevo solo dire che quasi sempre ho un'illuminista giuria interna che dà lungo filo da torcere all'impeto. se paiono entusiasmi facili (o al contrario, indiosincrasie impulsive) è perché sicuramente quando una cosa mi piace molto, non metto limiti alla passione, come anche viceversa.

    amabili resti è, pari merito con creature del cielo, il miglior jackson della maggiore età. l'ho amato molto anch'io; pensa che non riuscii a commentarlo perché non trovai parole adatte a restituirne la bellezza e il piacere. quando qualcosa mi piace davvero tanto, è più facile che resto senza parole e trovo sia giusto così (quindi altro che entusiasmo facile!! :D ).
  • Daniela • 17/09/15 21:36
    Gran Burattinaio - 5561 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    L'atmosfera è resa benissimo ma a mio avviso la storia andava un pò "rimpolpata" se mi è concesso il termine. Dopo un commento così entusiasta mi riservo di rivederlo.....

    Concordo sostanzialmente con l'osservazione di Galbo. Devo però aggiungere che il film sta "sedimentando" bene nel ricordo ed ha anche guadagnato retrospettivamente dal raffronto con un altro film pre-apocalittico integrale visto a breve distanza, ossia "Cercarsi amore per la fine del mondo": la visione quasi in contemporanea è dovuta ad uno scambio (fisico) di dritte.
    Io ho consigliato questo ad un collega e lui mi ha consigliato la visione del film con Steve Carell, uscito prima ma che non conoscevo. Nello scambio di dritte, a mio parere ci ha guadagnato decisamente lui...
    Ultima modifica: 17/09/15 21:37 da Daniela
  • Medicinema • 5/01/16 02:26
    Galoppino - 9 interventi
    Sapessi scrivere come Schramm, contatterei subito una casa editrice. Bellissimo commento!
  • Galbo • 5/01/16 08:05
    Consigliere massimo - 3850 interventi
    Medicinema ebbe a dire:
    Sapessi scrivere come Schramm, contatterei subito una casa editrice. Bellissimo commento!

    Vero, ma magari lavora già in campo letterario :)
  • Medicinema • 5/01/16 18:38
    Galoppino - 9 interventi
    Fra voi super-veterani vi conoscete? Chissà...
    La quaterna Galbo-Daniela-Puppigallo-Schramm è la mia preferita :-))
    Buon cinema!!!
  • Didda23 • 5/01/16 18:49
    Comunicazione esterna - 5755 interventi
    grazie al davi, sono nate parecchie amicizie, simpatie e occasioni di incontro. Soprattutto in Lombardia.
  • Galbo • 5/01/16 19:10
    Consigliere massimo - 3850 interventi
    Medicinema ebbe a dire:
    Fra voi super-veterani vi conoscete? Chissà...
    La quaterna Galbo-Daniela-Puppigallo-Schramm è la mia preferita :-))
    Buon cinema!!!


    Io nonostante viva al sud qualcuno ho avuto il grande piacere di conoscere, in attesa di un raduno da queste parti
  • Schramm • 5/01/16 20:41
    Controllo di gestione - 6881 interventi
    Medicinema ebbe a dire:
    Sapessi scrivere come Schramm, contatterei subito una casa editrice. Bellissimo commento!

    rubizzo in volto, ringrazio!
  • Schramm • 5/01/16 20:43
    Controllo di gestione - 6881 interventi
    Medicinema ebbe a dire:
    Fra voi super-veterani vi conoscete?

    finora ho incontrato e più volte sentito per telefono solo brainiac, ma con gli altri c'è comunque un affetto, una simpatia e una stima consolidatasi al di là dell'esserci visti o meno.
    Ultima modifica: 5/01/16 20:44 da Schramm
  • Didda23 • 5/01/16 20:59
    Comunicazione esterna - 5755 interventi
    Quello è vero. Comunque schrammy prima o poi ci becchiamo
  • Medicinema • 5/01/16 22:59
    Galoppino - 9 interventi
    Prego, Schramm :-))))
    Bene, fa piacere che ci sia la possibilità di condividere una bella passione anche di presenza.
  • Buiomega71 • 10/09/16 10:13
    Pianificazione e progetti - 22889 interventi
    ATTENZIONE AD ALCUNI SPOILER

    L'inizio immerge subito in un girone dantesco di follia e ferocia. Le voci disperate di alcune persone che sanno che non le resta molto da vivere, il sole che implacabilmente si avvicina alla terra, l'europa, l'asia, l'africa, gli stati uniti, inghiottiti nel nulla, la terra dei canguri è l'ultima rimasta, ma tra poco meno di 12 ore verrà investita da una tempesta di fuoco che tutto spazzerà via.

    Un deejay, dalla radio, gracchia (come un disperato conto alla rovescia) il tempo che rimane (una specie di Lupo Solitario, anche se la nostalgia lucasiana si trasforma in apocalisse senza nessuna speranza)

    La follia umana dilaga a macchia d'olio: gente impiccata sui lampioni lungo le strade assolate e cocenti, cadaveri disseminati un pò ovunque, pestaggi, fornicazioni agli angoli delle strade, un pazzo che gira col machete a fare a pezzi le persone, ultimi scampoli di fanatismi religiosi, eppoi una coppia di pedofili che vuole "divetirsi" con una bambina, portandola in una casa dove regnano pile di vhs (presumibilmente filmini pedopornografici) e squallore. E qui che James, un tossico che lascia la sua bellissima amante Zoe, per di più incinta, per recarsi ad una mega festa orgiastica a base di sex, drug and rock n roll e scopare con la sua fidanzata ufficiale Vicky, salverà la ragazzina dalle grinfie dei due sudici (uccidendoli a martellate) e intraprendendo con lei un viaggio on the road quasi eastwoodiano (mi veniva in mente Un mondo perfetto, a volte), alla ricerca del padre della piccola. Forse, per James, proprio alla fine del mondo alle porte, è arrivato il momento di redimersi e fare qualcosa di buono...

    Prende le viscere , scatena le emozioni, regala momenti visivi bellissimi, immerge in un turbinio di sensazioni e la tensione narrativa si fà palpabile e a volte insostenibile

    Hilditch è una vera sorpresa, e in nuce ha tutte le potenzialità del grande regista

    C'è Melancholia (la bellissima e struggente chiusa finale è molto simile, dove lo schermo viene spazzato via con tocchi visivi straordinari-la tempesta di fuoco che arriva dal mare-. In Von Trier era un lungo matrimonio l'attesa, quì un party sfrenato) The Road (un uomo e un minore in fuga dalle barbarie e da una possibile salvezza, anche se quì , la salvezza, non e contemplata "Siamo già morti cazzo, e io non voglio morire, non voglio soffrire" dice James a Zoe)e Last Night (la ricerca affannosa dei propri cari, il sesso come antidoto alla fine di tutto), ma amalgamati in un contesto di luce del sole perenne (la notte non esiste più) e quello che rimane da fare e drogarsi, scopare e divertirsi come dannati, aspettando l'armaggedon.

    Il mega paty (tra roulette russe dove ci si sfida a farsi saltare le cervella , orge, sciroccate impasticcate, inutili bunker con provviste, balli scatenati e qualche cadavere) è la babilonia sfrenata messa in piedi da un tipo che sembra uscito da MAD MAX, per aspettare tutti insieme (appassionatamente) la fine del mondo

    Da antologia, poi, la tossica di Sarah Snook, che scambia la piccola Rose per sua figlia Maddie e la impasticca, per poi beccarsi una pallottola in testa, in una grandiosa sequenza che fà il paio con quella analoga di The Mist ("Spara troia!", e bang, cervella sul muro).

    Momenti dolorosissimi (James che trova la sorella e la sua famiglia suicida nella doccia, il poliziotto, in bibblioteca, che le chiede di uccidere lui e la sua famiglia, il suicidio finale di massa della famiglia di Rose), si alternano a scoppi di violenza (martellate, colpi di machete, teste esplose a colpi di pistola) e ad un atmosfera torrida, angosciosa e agorafobica (meravigliosa la fotografia ocra di Bonnie Elliot, che vira sempre più sul rosso quando il sole si avvicina sempre di più alla terra), un cartello pubblicitario che si prende beffa dell'umanità Il futuro è la vita, mentre James (quasi un novello Mad Max senza eroismi) si affanna per compiere la sua disperata missione che darà un senso alla sua vita (anche se, ormai, a poco o nulla serve)

    Il commovente incontro con la madre, l'auto che fonde e prende fuoco, la corsa diperata, il finale apocalittico di assoluta bellezza (E' bellissimo esclama Zoe), ma soprattutto la profonda, struggente e intensa narrazione del rapporto padre/figlia tra Rose e James (l'addio finale tra i due, che si salutano fino a non vedersi più, spezza il cuore)

    Hilditch sforna un mezzo capolavoro, e abbaglia la sua fine del mondo di attimi di grande cinema

    Menzione speciale per la piccola (bravissima e bellissima, e vederla spaesata e abbastanza preoccupata al mega party, circondata dalla degenerazione totale tra sciroccati e fornicazioni di ogni sorta, non ha prezzo) Angourie Rice , vera rivelazione di questo apocalittico intimista e feroce che non dà speranze ma sa anche scaldare il cuore e regala momenti che sono una gioia per gli occhi. E dopo l'ecatombe, scorrono , in un silenzio agghiacciante disturbato da lievi rumori di fondo, i titoli di coda.
    Ultima modifica: 10/09/16 14:39 da Buiomega71
  • Rebis • 10/09/16 15:02
    Contatti col mondo - 4317 interventi
    Interessante Buio, questo me l'ero perso. Lo recupero in dvd :)
  • Buiomega71 • 10/09/16 16:16
    Pianificazione e progetti - 22889 interventi
    Rebis ebbe a dire:
    Interessante Buio, questo me l'ero perso. Lo recupero in dvd :)

    Consigliatissimo, senza se e senza ma. Schrammy ci aveva visto giusto...