DISCUSSIONE GENERALE di The zero boys (1986)

  • TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/02/11 DAL BENEMERITO BUIOMEGA71
  • Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film:
    Buiomega71, Caveman
  • Non male, dopotutto:
    Jena
  • Mediocre, ma con un suo perché:
    Tomastich, Daidae
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c’è:
    Wangyu

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Caveman • 3/04/21 22:29
    Magazziniere - 372 interventi
    Ma che piacevole scoperta. Da fanatico super appassionato degli horror anni Ottanta devo ammettere di non aver mai sentito parlare di questa pellicola.

    E non posso che parlarne bene, veramente bellino. 
  • Buiomega71 • 5/04/21 11:04
    Pianificazione e progetti - 22905 interventi
    Caveman ebbe a dire:
    Ma che piacevole scoperta. Da fanatico super appassionato degli horror anni Ottanta devo ammettere di non aver mai sentito parlare di questa pellicola.

    E non posso che parlarne bene, veramente bellino. 

    Sì, all'epoca fu una piacevole sorpresa (anche perchè la vecchia vhs della Vestron/Domovideo lo spacciava per un action movie da bancarella dell'usato), tra i lavori migliori di Mastorakis in terra americana. Riduttivo definirlo horror, però, in realtà un "survivor movie" con echi a Un tranquillo weekend di paura (la chiusa finale, poi, ne è uno smaccato omaggio) e riverberi del mito degli snuff che anticipano, (in)colpevolmente, Vacancy.
  • Caveman • 5/04/21 11:36
    Magazziniere - 372 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Caveman ebbe a dire:
    Ma che piacevole scoperta. Da fanatico super appassionato degli horror anni Ottanta devo ammettere di non aver mai sentito parlare di questa pellicola.

    E non posso che parlarne bene, veramente bellino. 

    Sì, all'epoca fu una piacevole sorpresa (anche perchè la vecchia vhs della Vestron/Domovideo lo spacciava per un action movie da bancarella dell'usato), tra i lavori migliori di Mastorakis in terra americana. Riduttivo definirlo horror, però, in realtà un "survivor movie" con echi a Un tranquillo weekend di paura (la chiusa finale, poi, ne è uno smaccato omaggio) e riverberi del mito degli snuff che anticipano, (in)colpevolmente, Vacancy.

    Sono un fanatico dei film anni Ottanta, in particolare degli horror come sai, ma proprio di questo film non avevo mai sentito nulla.

    Meglio tardi che mai.