DISCUSSIONE GENERALE di Shining (1980)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Von Leppe • 26/10/19 13:18
    Call center Davinotti - 960 interventi
    Va bene che c'è di mezzo uno come Kubrick, ma a volte queste cose sono molto più pratiche di come si può pensare, per dire... al mercato europeo non va bene un film di durata troppo lunga e il regista è costretto a farne una versione più corta.
  • Kanon • 26/10/19 21:29
    Fotocopista - 816 interventi
    Von Leppe ebbe a dire:
    Va bene che c'è di mezzo uno come Kubrick, ma a volte queste cose sono molto più pratiche di come si può pensare, per dire... al mercato europeo non va bene un film di durata troppo lunga e il regista è costretto a farne una versione più corta.

    Infatti. "Nuovo cinema paradiso" è forse l'esempio più eclatante (perlomeno in Italia, credo)
  • Tarabas • 28/10/19 10:30
    Formatore stagisti - 2062 interventi
    Von Leppe ebbe a dire:
    Tarabas ebbe a dire:
    Von Leppe ebbe a dire:
    A me è piaciuta questa versione estesa. Anzi, mi domando perché ci abbiano rifilato una versione tagliata.

    Chiedi a Kubrick, il montaggio per la distribuzione extra USA lo ha deciso (come sempre) lui.

    Kubrick dà pure le fregature:)


    Mah, conosco bene il film, avendolo visto molte volte e avendo letto parecchio su Kubrick, onestamente le scene tagliate per quanto mi riguarda non aggiungono nulla. Alcune, come quella con il medico che visita Danny a Denver, sono decisamente pedanti.
  • Tarabas • 28/10/19 10:35
    Formatore stagisti - 2062 interventi
    Von Leppe ebbe a dire:
    Va bene che c'è di mezzo uno come Kubrick, ma a volte queste cose sono molto più pratiche di come si può pensare, per dire... al mercato europeo non va bene un film di durata troppo lunga e il regista è costretto a farne una versione più corta.

    Mi sembra un'affermazione contraddetta dai fatti.
    Storicamente, i film europei, specie quelli "autoriali", sono più lunghi di quelli americani. Non parliamo poi dell'epoca di Shining, coevo di Apocalypse Now (tagliato in USA ben prima che ci si preoccupasse della distribuzione internazionale) e di C'era una volta in America, che venne ridotto del 50% circa per presunti problemi di distribuzione in USA, passato in originale senza un battito di ciglia in Europa.
  • Von Leppe • 28/10/19 12:39
    Call center Davinotti - 960 interventi
    Tarabas ebbe a dire:
    Von Leppe ebbe a dire:
    Tarabas ebbe a dire:
    Von Leppe ebbe a dire:
    A me è piaciuta questa versione estesa. Anzi, mi domando perché ci abbiano rifilato una versione tagliata.

    Chiedi a Kubrick, il montaggio per la distribuzione extra USA lo ha deciso (come sempre) lui.

    Kubrick dà pure le fregature:)


    Mah, conosco bene il film, avendolo visto molte volte e avendo letto parecchio su Kubrick, onestamente le scene tagliate per quanto mi riguarda non aggiungono nulla. Alcune, come quella con il medico che visita Danny a Denver, sono decisamente pedanti.

    Trovo invece, e non solo adesso, che la versione corta lasci molti interrogativi. Per esempio i trascorsi alcolici di Jack non si intuiscono, specie per chi non ha letto il libro o visto l'adattamento televisivo. Sono stati totalmente eliminati. Mi fa venire in mente la versione inspiegabilmente accorciata in Italia del "Nosferatu" di Herzog, dove sono state completamente rimosse le scene con Renfield/Topor impazzito.
  • Von Leppe • 28/10/19 13:35
    Call center Davinotti - 960 interventi
    Tarabas ebbe a dire:
    Von Leppe ebbe a dire:
    Va bene che c'è di mezzo uno come Kubrick, ma a volte queste cose sono molto più pratiche di come si può pensare, per dire... al mercato europeo non va bene un film di durata troppo lunga e il regista è costretto a farne una versione più corta.

    Mi sembra un'affermazione contraddetta dai fatti.
    Storicamente, i film europei, specie quelli "autoriali", sono più lunghi di quelli americani. Non parliamo poi dell'epoca di Shining, coevo di Apocalypse Now (tagliato in USA ben prima che ci si preoccupasse della distribuzione internazionale) e di C'era una volta in America, che venne ridotto del 50% circa per presunti problemi di distribuzione in USA, passato in originale senza un battito di ciglia in Europa.

    Oltre al già citato "Nosferatu", ricordo che anche "Quarto Potere" e "Zombie" sono arrivati accorciati qui in Italia. Quindi dipende dai distributori e quello che gli dice il cervello il fatto che un film esca con diverse durate nei vari paesi. Ci sono stati film massacrati in Italia, come "La vera storia del dottor Jekyll"...
  • Ruber • 1/11/19 00:40
    Compilatore d’emergenza - 9013 interventi
    Secondo me i 25 minuti in più di scene della extended version, non danno molto di più al film che tutti noi abbiamo sempre visto. Sono scene abbastanza minimali a mio giudizio, a parte che non essendo state doppiate all’epoca sono state ridoppiate, e questo per me che ODIO i ridoppiaggi non è certo il massimo. Comunque sempre un piacere vederlo che sia halloween o agosto al mare, cambia poco e in film che ha fatto storia per come è stato girato e sceneggiato dal maestro Kubrick.
    Ultima modifica: 1/11/19 06:32 da Ruber
  • 124c • 1/11/19 03:59
    Risorse umane - 5156 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Secondo me i 25 minuti in più di scene della exteded version, non danno molto di più al film che tutti noi abbiamo sempre visto. Sono scene abbastanza minimali a mio giudizio, a parte che non essendo state doppiate all’epoca sono state ridoppiate, e questo per me che ODIO i ridoppiaggi non è certo il massimo. Comunque sempre un piacere vederlo che sia halloween o agosto al mare, cambia poco e in film che ha fatto storia per come è stato girato e sceneggiato dal maestro Kubrick.

    Hanno fatto la stessa cosa con la versione estesa de L'esorcista...musica vecchia in cucina.
  • Nergal • 4/11/19 09:28
    Galoppino - 12 interventi
    Per me non c'è paragone tra la versione europea e quella US: la prima è nettamente superiore per ritmo ed atmosfera, mentre la seconda si dilunga eccessivamente in spiegazioni superflue e scene di raccordo.
  • Von Leppe • 4/11/19 11:11
    Call center Davinotti - 960 interventi
    Nergal ebbe a dire:
    Per me non c'è paragone tra la versione europea e quella US: la prima è nettamente superiore per ritmo ed atmosfera, mentre la seconda si dilunga eccessivamente in spiegazioni superflue e scene di raccordo.
    Forse la versione europea dà un senso di solitudine maggiore unita a un'aura di irrazionalità che nella versione americana viene meno per via delle spiegazioni. Ma a me ha fatto piacere godere di 25 minuti in più di questo film.

    SPOILER

    La scena della psicologa l'ho trovata interessante perché spiega un episodio di alcolismo e violenza di Jack nei confronti del figlio, e in seguito Torrance ne riparlerà nel dialogo con il barista dell'hotel.

    Poi le visioni di Wendy nel finale sono di più e questo pure mi ha fatto piacere.

    FINE SPOILER
    Ultima modifica: 4/11/19 11:14 da Von Leppe
  • Poppo • 4/11/19 11:39
    Galoppino - 422 interventi
    ...sulla scena con la dottoressa...

    credo ci dica delle cose interessanti ma facendolo allenta la tensione della visione, e questo non è un bene a mio parere...

    quando Jack si confida col barista/fantasma è lì che capiamo molte cose, ed è in quel momento che realizziamo il nostro "terrore"...

    quanto alla visione degli scheletri sul finale fatico a pensare sia stata pensata da Kubrick, mi pare una banale strizzatina d'occhio agli horror vecchio stile...

    le visioni di Wendy precedenti a questa sono molto più violente psicologicamente, soprattutto quella con quell'inquietante contenuto sessuale appena esibito...

    al contrario pagarei altri denari per vedere ipotetiche altre versioni della scena girata nel bagno tra Jack e Grady, assolutamente magistrale, recitazione da brividi... Grady di trequarti non mi fa dormire...

    di questo film non mi è mai piaciuto il finale, con Jack che crepa assiderato...

    direi che l'immagine di Jack morto che viene improvvisamente sbattuta in faccia al pubblico leva il regista dall'impiccio di un finale sicuramente molto problematico...
    Ultima modifica: 4/11/19 11:41 da Poppo
  • Poppo • 28/05/20 22:34
    Galoppino - 422 interventi
    Cotola ebbe a dire:
    Per Curiosità:

    * La neve del labirinto in realtà fu realizzata con 9oo tonnellate di sale e polistirolo schiacciato.




    ah, sì? a me pareva facesse freddo veramente!?!
  • Kanon • 29/05/20 00:52
    Fotocopista - 816 interventi
    Poppo ebbe a dire:
    Cotola ebbe a dire:
    Per Curiosità:

    * La neve del labirinto in realtà fu realizzata con 9oo tonnellate di sale e polistirolo schiacciato.




    ah, sì? a me pareva facesse freddo veramente!?!


    Pure Imdb riporta tale affermazione :

    "The "snowy" maze near the conclusion of the movie consisted of nine hundred tons of salt and crushed Styrofoam. "
  • Von Leppe • 29/05/20 09:44
    Call center Davinotti - 960 interventi
    Pure nei vari "Making of" che si trovano in giro svelano i trucchi sull'hotel intasato di neve...
  • Poppo • 29/05/20 10:22
    Galoppino - 422 interventi
    Tutta la neve è finta?
  • Von Leppe • 29/05/20 11:43
    Call center Davinotti - 960 interventi
    Poppo ebbe a dire:
    Tutta la neve è finta?
    Se non tutta quasi.
    Sul web si trovano notizie sui set esterni ricostruiti in studio
  • Von Leppe • 29/05/20 11:54
    Call center Davinotti - 960 interventi
    Penso che girare con la neve naturale sia difficile, perché un giorno è tanta e il giorno dopo può essersi sciolta, e in generale il tempo è mutevole (fanno lo stesso anche con la pioggia). Kubrick e soci hanno fatto un bel lavoro nel ricreare l'atmosfera invernale nevosa e nebbiosa (che viene chiamata in meteorologia effetto "whiteout") neall'esterno dell'hotel.
  • Poppo • 30/05/20 16:26
    Galoppino - 422 interventi
    Capisco, Se si gira in studio ovviamente la neve è finta; mi chiedevo se gli esterni fossero o meno girati in pieno inverno. Non ricordo di aver visto contenuti speciali, solo il film nelle due versioni; ma a questo punto vado a rovistare tra i dvd e bluray, sperando ci siano...
  • Poppo • 31/05/20 00:15
    Galoppino - 422 interventi
    Visto i contenuti speciali, belli peraltro. In sostanza mi pare di aver capito che non ci sono esterni reali girati al Timberline Lodge (Oregon). A parte la visione dall'alto alla fine dei titoli di testa che individua la location, sempre così la si possa chiamare...
  • Alex75 • 6/08/20 15:09
    Call center Davinotti - 628 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    Con tutto il bene che provo per Harris non credo che possa valere un centesimo di Nicholson.
    Sinceramente di quell'epoca non vedo nessuno in grado di potere reggere il confronto. De Niro non ha quella lucida follia, forse Pacino ma con qualche riserva.
    Senza scherzare credo che a livello di estetica e sguardo forse il Milian del giallo poteva reggere il ruolo.
    Nicholson ha avuto un impatto talmente forte sulla resa del film, al punto da esserne l'icona, che mi è impossibile immaginare qualcun altro nel ruolo di Jack Torrance (che, peraltro, prima di dar di matto, anche nel libro dà l'idea di essere un personaggio piuttosto borderline, per i suoi mal di testa e la sua dedizione agli alcolici). Tra le varie alternative proposte qui, Voight e Hopkins sarebbero stati plausibili, ma a mio avviso troppo freddi; trovo più intrigante l'ipotesi Milian, che all'epoca aveva all'attivo una vasta galleria di personaggi disturbati e disturbanti, combinata ad altri più misurati e rassicuranti, e soprattutto aveva una capacità sorprendente di calarsi dei personaggi, mettendoci del suo (magari qualche espressione truce alla Giulio Sacchi): però, credo che tra lui e Kubrick sarebbero state liti continue.