DISCUSSIONE GENERALE di Nel buio del terrore (1971)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • R.f.e. • 11/09/09 22:54
    Call center Davinotti - 854 interventi
    Il film è uscito in Italia nell'aprile 1971, quindi è del '71, non '72...

    Avete notato che in alcune fonti il personaggio interpretato da Boyd viene chiamato "Arturo" e in altre "Alfred"...?
    Ultima modifica: 11/09/09 22:57 da R.f.e.
  • Zender • 13/09/09 10:38
    Consigliere - 43533 interventi
    Corretto, grazie R.f.e.
  • Ciavazzaro • 5/10/09 09:35
    Vice capo scrivano - 5600 interventi
    Io ho una versione in vhs che mi pare integrale,ma sapete per caso se la versione trasmessa da mediaset è tagliata ?.
    A me pare di si',ma non possedendola volevo chiedere.
  • Fauno • 3/01/11 00:07
    Compilatore d’emergenza - 2533 interventi
    Non ho inventato niente.IO VOGLIO ESSERE UNA SCIMMIA è un brano dei Giganti.FAUNO.
  • Icaroblu • 22/03/14 22:54
    Disoccupato - 106 interventi
    Tutto insaporito dalle musiche STREPITOSAMENTE COINVOLGENTI DI CARLO SAVINA. Uno dei miei film d atmosfera preferiti.
    Una koscina meravigliosa
    Una Mell Strepitosa.
    Iniziò titoli del film. Favoloso
  • Fauno • 23/03/14 14:27
    Compilatore d’emergenza - 2533 interventi
    Forse di atmosfera sì, ma di altre componenti direi di no eh?
    Peccato non ci sia Stefania, è l'unica a cui è abbastanza piaciuto e in altri tempi ne avrebbe discusso con brio.
    Dopotutto la rimpiango. FAUNO.
  • Lucius • 23/03/14 15:19
    Scrivano - 8325 interventi
    Fauno mi sembra di capire che questo regista non è proprio nelle tue corde, o sbaglio?
  • Fauno • 24/03/14 09:26
    Compilatore d’emergenza - 2533 interventi
    Ha fatto talmente pochi film che non ho materiale sufficiente per osteggiarlo. Sì, anche ...Dopodichè uccide il maschio e lo divora, da cui mi aspettavo sfracelli mi ha parecchio deluso, ma lì gli argomenti ci sono senza sviluppare la giusta onda d'urto, qui purtroppo a parte la bellezza dei personaggi fa acqua dovunque...

    Come italo-iberico di regista spagnolo mi è invece piaciuto da matti Forqué con La volpe dalla coda di velluto, in quanto quello è un film del tutto decadente, dalla splendida impaginazione dei titoli di testa con la splendida colonna sonora fino alla rivelazione finale, e la scena dell'angheria al cigno da parte di Sorel, pur nel suo piccolo è fulminante, per non parlare del misterioso personaggio interpretato da Bonuglia e per finire con la spregiudicatezza della Yanni. Infine la Gadé che fa il film della vita...
    Siamo su un altro pianeta rispetto ai due di Condé, almeno secondo i miei gusti. FAUNO.