DISCUSSIONE GENERALE di Manchester by the sea (2016)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Ruber • 27/02/17 21:09
    Compilatore d’emergenza - 8950 interventi
    Sostituiamo gli oscar di Trallalero trallalà (La la land) e diamogli a questo!
  • Buiomega71 • 27/02/17 21:11
    Pianificazione e progetti - 21765 interventi
    Trallalerò trallalà non e male , debbo dire...
    Ultima modifica: 27/02/17 21:11 da Buiomega71
  • Daniela • 30/03/17 11:37
    Consigliere massimo - 5072 interventi
    x Cotola
    scrivi nel tuo commento: "Affleck non mi è sembrato così originale, ma forse nella versione originale rende meglio. Doppiaggio così così."

    L'ho visto con i sub e una certa "piattezza" interpretativa è presente anche nella versione originale: scelta certo voluta ed anche vincente, visti i riconoscimenti ricevuti, ma a mio parere opinabile: il personaggio è praticamente privo di evoluzione e, considerato quel che gli è capitato nel mezzo, non mi ha convinto, come non mi hanno convinto gli improvvisi scoppi di violenza - spia certo di una volontà auto-punitiva ma troppo freddi e programmatici per sembrare autentici.
    Bravo attore in altre occasioni, qui alle prese con un personaggio ingrato.
  • Galbo • 30/03/17 12:51
    Gran Burattinaio - 3745 interventi
    Ho visto il film qualche giorno fa, doppiato. Il doppiaggio italiano è a mio avviso mediocre. Affleck l'ho trovato bravo e concordo che abbia a che fare con un personaggio non facile. Quello che non mi ha convinto è la regia di Lonergan, a mio parere piatta e poco personale. Alcuni passaggi chiave non hanno la dovuta enfasi drammatica e con un altro regista a mio parere il film sarebbe stato più convincente.
  • Cotola • 1/04/17 10:25
    Consigliere avanzato - 3619 interventi
    @ Daniela

    Grazie del tuo intervento chiarificatore sulla versione originale. Tra l'altro mi hai fatto scoprire un errore, volevo dire fenomenale e non originale.
    D'accordo con te sulla poca spontaneità di certi scoppi di violenza

    @ Galbo

    D'accordissimo sia sul doppiaggio mediocre che sulla regia di Lonergan che tra l'altro accuso anche di ruffianeria per l'uso della musica.
  • Didda23 • 23/05/17 11:20
    Comunicazione esterna - 5712 interventi
    Daniela ebbe a dire:

    il personaggio è praticamente privo di evoluzione e, considerato quel che gli è capitato nel mezzo, non mi ha convinto, come non mi hanno convinto gli improvvisi scoppi di violenza - spia certo di una volontà auto-punitiva ma troppo freddi e programmatici per sembrare autentici.
    Bravo attore in altre occasioni, qui alle prese con un personaggio ingrato.


    Spoiler

    Non mi trovo per niente in questa analisi.

    Con tutto quello che gli è successo, credo che il suo comportamento sia del tutto naturale. Il rifiuto a legarsi e a non darsi una seconda possibilità è più che lecito visto la "colpa" per quanto è successo alla sua famiglia. Gli scatti di violenza sono un rigurgito dell'umanità che non è del tutto scomparsa e che affiora tramutandosi in rabbia. Niente di costruito o programmatico per me. Stesso dicasi dello slancio affettivo che si trasforma in pianto nella scena con la moglie dell'amico. L'evoluzione c'è, ma non è repentina. Fatto sta che alla fine si prende un appartamento con una stanza in più per il nipote. Il dolore, probabilmente non si sanerà mai completamente, ma con il tempo forse tutto potrà mutare.
    Ed è più che normale che per non soffrire ulteriormente decida di andarsene da Manchester nonostante il suo cuore sia indissolubilmente legata a quel luogo.
    Uno dei film americani più belli degli ultimi anni.
  • Daniela • 23/05/17 12:10
    Consigliere massimo - 5072 interventi
    Didda, quando scrivo che a mio parere non c'è un'evoluzione del personaggio non mi riferisco tanto a cosa succede dopo il suo ritorno al paese e nel corso del rapporto con il nipote, ma al "prima" e al "dopo" l'evento drammatico che ne ha segnato l'esistenza.
    Mi è sembrato apatico e "assente" anche prima dell'incendio.
    Ed anche gli scoppi d'ira mi sono sembrati troppo "freddi", come già scritto in precedenza, giusto per far vedere come il personaggio soffra nel profondo di una volontà autopunitiva.
    So di esprimere un'opinione di minoranza: il film ha avuto un'accoglienza in genere molto favorevole ed in particolare l'interpretazione di Casey Affleck (attore che in altre occasioni ho trovato straordinario) è stata sommersa dalle lodi.
    Per questo ho affrontato la visione (in originale con sub) con molte aspettative.
    Però c'è stato poco da fare: il film non mi ha convinto, mi è sembrato manierato, anche un poco ruffiano nei confronti del pubblico in alcuni passaggi, come nelle scelte musicali fatte apposta per suscitare mestizia e commozione.

    E' un film con palesi ambizioni autoriali e in questi casi confesso di essere più esigente del consueto e in questo caso, ad abbassare la valutazione, si è anche aggiunta la delusione rispetto alle aspettative.
    Se ti è tanto piaciuto, vuol dire che ha saputo trasmetterti emozioni che invece a me non ha dato.
    Ultima modifica: 23/05/17 12:12 da Daniela
  • Raremirko • 24/07/19 23:30
    Addetto riparazione hardware - 3450 interventi
    Filmone struggente ed incredibile e meritatissimi i due Oscar, Affleck è maturato moltissimo dai tempi di Gerry e tutto, regia, location, interpreti, sa di nuovo.

    O perlomeno, lo stile usato comunica cose nuove; Williams ok ma usata troppo poco (come un redivivo Broderick).

    Quoto chi in rete l'ha acutamente definito perfettamente in biblico tra filmone d'autore e dramma da dare in pasto alla massa.

    Comunque, metto la firma per questo ed altri 100000 come lui...
  • Capannelle • 6/06/20 00:33
    Scrivano - 2496 interventi
    Cotola ebbe a dire:
    D'accordissimo sia sul doppiaggio mediocre che sulla regia di Lonergan che tra l'altro accuso anche di ruffianeria per l'uso della musica.
    In effetti scegliere l'adagio di Albinoni è roba impegnativa ma devo dire che ci sta bene. Sul doppiaggio potreste avere ragione: la seconda visione in italiano mi ha preso un po' meno ma non so dire se dipenda da quello.  
    Ultima modifica: 6/06/20 17:02 da Capannelle