DISCUSSIONE GENERALE di La moglie del soldato (1992)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Zender • 30/07/10 18:43
    Consigliere - 43533 interventi
    R.f.e. ebbe a dire:
    Comunque per me questo è un film idiota, velleitario e sopravvalutato. Di Jordan adoro In compagnia dei lupi, ma in genere i suoi film non mi fanno impazzire...
    Riccardo, va bene pensarla come si vuole, ma le tue opinioni non devono stare in curiosità, dove devono appunto stare i dati di fatto privi di opinioni personali. Per queste esiste la discussione generale. Personalmente mi dispiace non aver visto il film e non poter controbattere in alcun modo.
    Ultima modifica: 30/07/10 18:47 da Zender
  • Rebis • 30/07/10 19:58
    Comunicazione esterna - 4283 interventi
    R.f.e. ebbe a dire:
    Da notare che nella versione originale Jaye Davidson ha la sua voce, quindi da "uomo", da ragazzo comunque... e io mi sono sempre chiesto come cazz... i critici abbiamo potuto scrivere che questo film è giocato sulla "sorpresa", sulla "rivelazione"! Ma sono cretini gli inglesi e americani che non avevano capito, almeno dalla voce, che quello era un trans!? In Italia infatti, dato che siamo più smaliziati (o meno ingenui? o...?) hanno fatto doppiare Dill da una donna, Ludovica Modugno, e così almeno un attimo di incertezza, di dubbio, forse c'era davvero.

    Grazie R.f.e. hai fatto piena luce su quello che intendevo nel mio commento... In Italia hanno contraffatto il film (sin dal titolo) instillando un'ambiguità che Jordan non aveva previsto... E il preteso colpo di scena all'italiana, in realtà non c'è! Ma poi: non si capisce subito che il bar in cui si incontrano è un locale gay?
  • Undying • 30/07/10 20:35
    Scrivano - 7630 interventi
    R.f.e. ebbe a dire:
    (...) In seguito, la Modugno si è trovata appiccicato il ruolo di "doppiatrice perfetta per i transessuali" ed infatti ne ha doppiati vari altri!

    Sai quali? Sono curioso...
  • Undying • 30/07/10 20:49
    Scrivano - 7630 interventi
    Ok, grazie.
    Magari faccio una ricerca...
  • Rebis • 31/07/10 19:36
    Comunicazione esterna - 4283 interventi
    R.f.e. ebbe a dire:
    Beh, questo lo pensavo anch'io, si vedeva che era un locale gay. Però, scusami... se lui "sospettava", o "sapeva" senza mezzi termini, come mai quando Dill si spoglia e lui gli vede il cazzettino, beh, va a vomitare ...? Uhmm, te l'ho detto, questo film non mi convince, per vari motivi...

    Certo, non è tutto da buttare. A me - che sono più attento ai piccoli particolari marginali di quando si possa supporre da certi filmacci "fascisti" che amo - non dispiacevano, per esempio, gli scambi di battute fra lui e Dill utilizzando il simpatico barista (gay, doppiato da Carlo Valli) come intermediario...


    sono d'accordo: come ho scritto il film ha delle imperfezioni, ma credo che Jordan volesse mettere spettatore e protagonista su un livello di consapevolezza diverso, instillando nel pubblico il sospetto e poi l'evidenza e lasciando invece il protagonista in una sorta di cecità consapevole... della serie: amo un uomo ma siccome non posso accettarlo allora mi autoinganno e fingo di non accorgermene, fin tanto che posso... M. Butterfly di Cronenberg su questo aspetto è ancora più estremo, perché lui/lei finge di rimanere incinta e Irons non batte ciglio, almemo fino a quando si decide a guardare le cose in faccia e allora...
    Ultima modifica: 31/07/10 19:36 da Rebis