Discussioni su La casa dalle finestre che ridono - Film (1976)

DISCUSSIONE GENERALE

295 post
  • Daniela • 15/05/20 16:15
    Gran Burattinaio - 5934 interventi
    x Gmriccard

    Concordo con le tue argomentazioni: non è molto plausibile che un'opera simile potesse trovarsi in una chiesa di quel tipo ed in quel periodo. Però questo è il tipo di incongruità che avverto come funzionale in quanto costituisce un tassello a suo modo "necessario": un elemento perturbante - per lo spettatore e persino per gli stessi personaggi - all'interno di un film perturbante.
    In parole povere: è bello ma è anche strano e per questo ci sta proprio bene :o).
  • Gmriccard • 15/05/20 16:52
    Galoppino - 35 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    x Gmriccard

    Concordo con le tue argomentazioni: non è molto plausibile che un'opera simile potesse trovarsi in una chiesa di quel tipo ed in quel periodo. Però questo è il tipo di incongruità che avverto come funzionale in quanto costituisce un tassello a suo modo "necessario": un elemento perturbante - per lo spettatore e persino per gli stessi personaggi - all'interno di un film perturbante.
    In parole povere: è bello ma è anche strano e per questo ci sta proprio bene :o).


    Ciao e grazie dell’intervento, di tempismo, pertinenza e sensibilità elevatissimi: in effetti quello che (forse) non sono riuscito a spiegare è che l’incongruità rilevata non è un difetto ma una peculiarità di un capolavoro, forse il mio thriller/horror preferito. E come succede con una persona amata sono proprio le piccole imperfezioni a renderla unica.
  • B. Legnani • 15/05/20 17:05
    Pianificazione e progetti - 15021 interventi
    Gmriccard ebbe a dire:
    Daniela ebbe a dire:
    x Gmriccard

    Concordo con le tue argomentazioni: non è molto plausibile che un'opera simile potesse trovarsi in una chiesa di quel tipo ed in quel periodo. Però questo è il tipo di incongruità che avverto come funzionale in quanto costituisce un tassello a suo modo "necessario": un elemento perturbante - per lo spettatore e persino per gli stessi personaggi - all'interno di un film perturbante.
    In parole povere: è bello ma è anche strano e per questo ci sta proprio bene :o).


    Ciao e grazie dell’intervento, di tempismo, pertinenza e sensibilità elevatissimi: in effetti quello che (forse) non sono riuscito a spiegare è che l’incongruità rilevata non è un difetto ma una peculiarità di un capolavoro, forse il mio thriller/horror preferito. E come succede con una persona amata sono proprio le piccole imperfezioni a renderla unica.


    Poi non intervengo più. Non vanno confuse la incongruità e la improbabilità con l'impossibilità. C'è un abisso di differenza.
  • Gmriccard • 15/05/20 17:22
    Galoppino - 35 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Gmriccard ebbe a dire:
    Daniela ebbe a dire:
    x Gmriccard

    Concordo con le tue argomentazioni: non è molto plausibile che un'opera simile potesse trovarsi in una chiesa di quel tipo ed in quel periodo. Però questo è il tipo di incongruità che avverto come funzionale in quanto costituisce un tassello a suo modo "necessario": un elemento perturbante - per lo spettatore e persino per gli stessi personaggi - all'interno di un film perturbante.
    In parole povere: è bello ma è anche strano e per questo ci sta proprio bene :o).


    Ciao e grazie dell’intervento, di tempismo, pertinenza e sensibilità elevatissimi: in effetti quello che (forse) non sono riuscito a spiegare è che l’incongruità rilevata non è un difetto ma una peculiarità di un capolavoro, forse il mio thriller/horror preferito. E come succede con una persona amata sono proprio le piccole imperfezioni a renderla unica.


    Poi non intervengo più. Non vanno confuse la incongruità e la improbabilità con l'impossibilità. C'è un abisso di differenza.


    Credevo di essere stato chiaro, parlando di conferma del giudizio sul film e di peculiarità non difetto, cose che Daniela ha colto e spiegato per me. Forse non è così e mi scuso, non voglio appesantire ulteriormente il forum.
    Per questo se credete almeno quest’ultimo messaggio può essere cancellato.
  • B. Legnani • 15/05/20 17:34
    Pianificazione e progetti - 15021 interventi
    Gmriccard ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Gmriccard ebbe a dire:
    Daniela ebbe a dire:
    x Gmriccard

    Concordo con le tue argomentazioni: non è molto plausibile che un'opera simile potesse trovarsi in una chiesa di quel tipo ed in quel periodo. Però questo è il tipo di incongruità che avverto come funzionale in quanto costituisce un tassello a suo modo "necessario": un elemento perturbante - per lo spettatore e persino per gli stessi personaggi - all'interno di un film perturbante.
    In parole povere: è bello ma è anche strano e per questo ci sta proprio bene :o).


    Ciao e grazie dell’intervento, di tempismo, pertinenza e sensibilità elevatissimi: in effetti quello che (forse) non sono riuscito a spiegare è che l’incongruità rilevata non è un difetto ma una peculiarità di un capolavoro, forse il mio thriller/horror preferito. E come succede con una persona amata sono proprio le piccole imperfezioni a renderla unica.


    Poi non intervengo più. Non vanno confuse la incongruità e la improbabilità con l'impossibilità. C'è un abisso di differenza.


    Credevo di essere stato chiaro, parlando di conferma del giudizio sul film e di peculiarità non difetto, cose che Daniela ha colto e spiegato per me. Forse non è così e mi scuso, non voglio appesantire ulteriormente il forum.
    Per questo se credete almeno quest’ultimo messaggio può essere cancellato.


    Ma no! Qui nessuno si offende. Si discute. Tutto qui.
  • Gmriccard • 15/05/20 17:56
    Galoppino - 35 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Gmriccard ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Gmriccard ebbe a dire:
    Daniela ebbe a dire:
    x Gmriccard

    Concordo con le tue argomentazioni: non è molto plausibile che un'opera simile potesse trovarsi in una chiesa di quel tipo ed in quel periodo. Però questo è il tipo di incongruità che avverto come funzionale in quanto costituisce un tassello a suo modo "necessario": un elemento perturbante - per lo spettatore e persino per gli stessi personaggi - all'interno di un film perturbante.
    In parole povere: è bello ma è anche strano e per questo ci sta proprio bene :o).


    Ciao e grazie dell’intervento, di tempismo, pertinenza e sensibilità elevatissimi: in effetti quello che (forse) non sono riuscito a spiegare è che l’incongruità rilevata non è un difetto ma una peculiarità di un capolavoro, forse il mio thriller/horror preferito. E come succede con una persona amata sono proprio le piccole imperfezioni a renderla unica.



    Poi non intervengo più. Non vanno confuse la incongruità e la improbabilità con l'impossibilità. C'è un abisso di differenza.


    Credevo di essere stato chiaro, parlando di conferma del giudizio sul film e di peculiarità non difetto, cose che Daniela ha colto e spiegato per me. Forse non è così e mi scuso, non voglio appesantire ulteriormente il forum.
    Per questo se credete almeno quest’ultimo messaggio può essere cancellato.


    Ma no! Qui nessuno si offende. Si discute. Tutto qui.


    Perfetto, caro beniamino! (questo direi che si può cancellare)
  • Von Leppe • 18/05/20 10:30
    Call center Davinotti - 1113 interventi
    Lettera di Pupi Avati a Otello Taglietti (padre di Emanuele) pubblicata dalla pagina Facebook "Annexia":

  • Caesars • 18/05/20 12:28
    Scrivano - 16834 interventi
    Von Leppe ebbe a dire:
    Lettera di Pupi Avati a Otello Taglietti (padre di Emanuele) pubblicata dalla pagina Facebook "Annexia":



    Davvero interessante.
  • Von Leppe • 18/05/20 12:42
    Call center Davinotti - 1113 interventi
    Comunque Otello e Emanuele Taglietti erano entrambi scenografi per il cinema:

    https://www.imdb.com/name/nm1295106/

    https://www.imdb.com/name/nm0846594/
  • Didda23 • 18/05/20 12:42
    Compilatore d’emergenza - 5796 interventi
    Molto interessante. Grazie Von per questa chicchetta
  • B. Legnani • 18/05/20 12:44
    Pianificazione e progetti - 15021 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    Molto interessante. Grazie Von per questa chicchetta

    Mi associo.
  • Von Leppe • 18/05/20 12:48
    Call center Davinotti - 1113 interventi
    Non c'è di che :)
  • Huck finn • 15/07/21 21:34
    Galoppino - 585 interventi
    Approfondendo un po' la biografia dei Queen sono incappato negli Smile, gruppo pre-Queen di Roger Taylor e Brian May, il cui logo mi ha subito richiamato alla mente un celebre casolare! :-)

    https://www.amazon.it/Ghost-Smile-Feat-Freddie-Mercury-Bri/dp/B000007VVS

    https://www.rogertaylor.info/equipment/1960s/smile/

  • Zender • 16/07/21 08:25
    Capo scrivano - 48089 interventi
    Ahah, credo più probabile si rifacciano alla bocca degli Stones francamente :)
  • Caesars • 16/07/21 09:22
    Scrivano - 16834 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ahah, credo più probabile si rifacciano alla bocca degli Stones francamente :)

    Concordo.