DISCUSSIONE GENERALE di L'incredibile storia dell'Isola delle Rose (2020)

DISCUSSIONE GENERALE

  • B. Legnani • 15/12/20 00:05
    Consigliere - 14179 interventi
    Pigro ebbe a dire:
    Didda23 ebbe a dire:
    Giusti nella recensione pubblicata su Dagospia scrive che Veltroni ha lavorato come consulente nel film.

    https://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/cinema-giusti-ndash-ldquo-rsquo-incredibile-storia-255242.htm

    Confermo: si legge anche nei titoli di coda. Ma, come è stato notato in diverse recensioni, in realtà poi Sibilia se ne è staccato fortemente, tant'è vero che all'inizio c'è scritto che il film non è "tratto da una storia vera" come si fa di solito, ma che è "liberamente ispirato a una storia vera": cosa molto strana se si considera che ha tenuto date e nomi reali nonostante gli stravolgimenti...

    Vero. Non ha molto senso tenere i nomi veri in una vicenda che per molti aspetti è inventata.

  • B. Legnani • 15/12/20 00:18
    Consigliere - 14179 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Reeves ebbe a dire:
    Piu che altro, l'errore storico sembra essere la pubblicità di La notte dei morti viventi, che in Italia è uscito nel 1970.

    Beh, mi pare che lo stravolgimento segnalato da Pigro sia un po' più forte...

    Visto il film. Come detto, credo che sia un aspetto secondario. Ma non credo sia una scelta casuale: forse c'è dietro un messaggio.
    Ironia sui vecchi politici?
    A proposito. Oltre a Leone e Restivo, si riconoscono Andreotti, Scalfaro e Rumor (consegna della campanella).
    Quello che parla con cadenza settentrionale, forse, impersona il ministro Spagnolli. Giovanni Spagnolli - Wikipedia 
  • Fedemelis • 15/12/20 06:20
    Fotocopista - 1854 interventi
    Anche io Buono ho preferito l'ironia verso la vecchia politica che la storia in sé. 
  • B. Legnani • 15/12/20 09:40
    Consigliere - 14179 interventi
    Notazione personale. L'aula in cui si tiene la lezione di Diritto Internazionale dovrebbe essere l'Aula V di Giurisprudenza, una sorta di istituzione.
  • B. Legnani • 15/12/20 23:17
    Consigliere - 14179 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Reeves ebbe a dire:
    Piu che altro, l'errore storico sembra essere la pubblicità di La notte dei morti viventi, che in Italia è uscito nel 1970.

    Beh, mi pare che lo stravolgimento segnalato da Pigro sia un po' più forte...

    Visto il film. Come detto, credo che sia un aspetto secondario. Ma non credo sia una scelta casuale: forse c'è dietro un messaggio.
    Ironia sui vecchi politici?
    A proposito. Oltre a Leone e Restivo, si riconoscono Andreotti, Scalfaro e Rumor (consegna della campanella).
    Quello che parla con cadenza settentrionale, forse, impersona il ministro Spagnolli. Giovanni Spagnolli - Wikipedia 

    Quello con la barbetta è il ministro Medici.
  • Pigro • 16/12/20 12:26
    Consigliere avanzato - 1517 interventi
    Per chi vuole approfondire, qui c'è un'interessante intervista al massimo esperto di micronazioni, che ha intervistato a lungo l'ingegner Rosa, Graziano Graziani, sul rapporto tra il film e la realtà storica: https://www.vice.com/it/article/qjp3a5/vera-storia-isola-delle-rose
    Ultima modifica: 16/12/20 12:26 da Pigro
  • B. Legnani • 16/12/20 12:55
    Consigliere - 14179 interventi
    Pigro ebbe a dire:
    Per chi vuole approfondire, qui c'è un'interessante intervista al massimo esperto di micronazioni, che ha intervistato a lungo l'ingegner Rosa, Graziano Graziani, sul rapporto tra il film e la realtà storica: https://www.vice.com/it/article/qjp3a5/vera-storia-isola-delle-rose

    Ottimo!
    Risponde anche a questioni che erano rimaste aperte.
    Aggiungo due cose:
    1) In effetti precisa meglio quanto si legge - in didascalia finale - cioè che il Consiglio d’Europa implicitamente riconobbe l’indipendenza dell’Isola. Non è esattamente così.
    2) Stasera appare il mio commento. Domani tornerei qui per alcune considerazioni sui meccanismi umoristici.
  • B. Legnani • 16/12/20 12:58
    Consigliere - 14179 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Pigro ebbe a dire:
    Per chi vuole approfondire, qui c'è un'interessante intervista al massimo esperto di micronazioni, che ha intervistato a lungo l'ingegner Rosa, Graziano Graziani, sul rapporto tra il film e la realtà storica: https://www.vice.com/it/article/qjp3a5/vera-storia-isola-delle-rose

    Ottimo!
    Risponde anche a questioni che erano rimaste aperte.
    Aggiungo due cose:
    1) In effetti precisa meglio quanto si legge - in didascalia finale - cioè che il Consiglio d’Europa implicitamente riconobbe l’indipendenza dell’Isola. Non è esattamente così.
    2) Stasera appare il mio commento. Domani tornerei qui per alcune considerazioni sui meccanismi umoristici.

    p.s. non avevo mai letto o sentito l'aggettivo PRISMATICO nel significato di "che possiede o rivela aspetti molteplici e diversi tra loro". La Treccani lo definisce, in effetti, di uso raro. 
  • B. Legnani • 17/12/20 10:15
    Consigliere - 14179 interventi
    Mie impressioni sui meccanismi umoristici del film.
    1) La cosa che più funziona è la descrizione degli uomini di potere. Credo che ciò giri bene in maniera particolare, perché viene incontro al nostro desiderio di irrisione, ma senza sbracare troppo e su tutta la linea. Leone (che era un serissimo giurista) eccede facendoci divertire, ma solo quando ha davvero motivo di farlo. Restivo è la figura più presa in giro (notare Andreotti che scuote il capo alla fine del Consiglio dei Ministri), con tocchi rozzi (l'uscita dalla toilette a bretelle ancora giù), con desiderio di minimizzare ogni problema agli occhi di Leone e dei colleghi Ministri, a causa della situazione di grave imbarazzo. Ma quando agisce "da solo" non è così coglione: la telefonata a Rosa (che è a Strasburgo) è un capolavoro, la telefonata ai due agenti dispersi pure... Il cardinale ci diverte come comunica. Capiamo sùbito che l'ultima cosa che dice a Leone, che poi lui stesso finge di minimizzare, per lui è importante. E ci diverte, nel suo intervento censorio, perché abbassa la guardia. Più o meno dice che se il papa se ne accorge "sono ca..i...". Quando deve (fingere di) addolcire il problema, ammette che il culo della fotografia è "proporzionato", persino "gradevole". Mi diverte molto l'ammiraglio. Segue il cliché umoristico dell'uomo di decisione e di certezza (d'altra parte, se è un militare...): vuole sbigarsela per tornare a casa a pranzo, ordina di abbattere la "ferraglia", tocca il vertice quando cazzia il povero Carrisi, che poi osa sconsigliare la seconda serie di colpi. E lui, scandendo ripete "Sparate più vicino!". Nel dare questo comando, che non va incontro alle attese degli altri, pensate un po', mi ha ricordato Sean Connery in Caccia a Ottobre rosso, quando dà disposizioni esatte, ma che stupiscono gli altri.
    2) Gli altri personaggi, Germano compreso, mi divertono di meno. Quello di Rosa è comunque il personaggio migliore, ai fini del divertimento, che induce al sorriso con la sua naïveté, a volte un po' esagerata (penso alla gara motociclistica) . Debole mi è invece parso il personaggio della docente e anche gli altri compagni di indipendenza, ad esclusione di alcuni tocchi col corpulento sodale.
    Ultima modifica: 17/12/20 10:26 da B. Legnani
  • Fedemelis • 17/12/20 10:22
    Fotocopista - 1854 interventi
    Tutte le battute sui lavoratori calabresi, anche quelle non sono male.
  • B. Legnani • 17/12/20 10:26
    Consigliere - 14179 interventi
    Fedemelis ebbe a dire:
    Tutte le battute sui lavoratori calabresi, anche quelle non sono male.

    Difatti, quando citavo alcuni suoi tocchi, pensavo proprio al cazziatone (ingiusto) che fa agli operai calabresi.
  • Pigro • 18/12/20 11:48
    Consigliere avanzato - 1517 interventi
    Sì, sono d'accordo. Diciamo che l'umorismo è l'aspetto più convincente. Anche sul fronte politico, dove secondo me si sente l'influsso di Sorrentino, anche se graffia molto meno, rimanendo su un livello più bonario.
  • B. Legnani • 18/12/20 14:02
    Consigliere - 14179 interventi
    Pigro ebbe a dire:
    Sì, sono d'accordo. Diciamo che l'umorismo è l'aspetto più convincente. Anche sul fronte politico, dove secondo me si sente l'influsso di Sorrentino, anche se graffia molto meno, rimanendo su un livello più bonario.

    Grazie, Pigro. 
  • B. Legnani • 19/12/20 22:52
    Consigliere - 14179 interventi
    Il vero Giorgio Rosa, da 51'25":
    Isola delle Rose (film completo - versione originale) - YouTube 
  • Capannelle • 20/12/20 13:12
    Scrivano - 2589 interventi
    Interessante la discussione sul capovolgimento operato sul protagonista, da tentato evasore a ingenuo idealista, che ha ingannato anche alcuni critici di nome (vedi Casella, Canova). Grazie del contributo Pigro ma ti devo correggere sul "tratto da una storia vera" perchè a inizio film si dice proprio così.
    Comunque in ottica filmica capisco Sibilia, poteva magari instillare il dubbio sulle intenzioni del Rosa e poi lasciarlo superare dalla forza delle immagini ma ha preferito pompare la favola.

    Ho letto che l'isola è stata ricostruita nelle speciali facilities a Malta, molto sfruttate per film e pubblicità.
    Per questo faccio un plauso a Netflix (che a volte critico per la qualità delle sue produzioni) che ha dotato il regista campano di un budget importante e non gli ha messo fretta, permettendogli di realizzare un'opera valida anche a livello internazionale.

  • Capannelle • 20/12/20 15:31
    Scrivano - 2589 interventi
    Faccio le pulci ai mezzi militari: l'elicottero che trasporta l'ammiraglio è un mezzo francese mai usato dalla nostra Marina e l'incrociatore Andrea Doria sembra fedele ma in realtà non fu mai mandato contro l'isola. Bastarono infatti alcune motovedette per allontanare la gente e trasportare l'esplosivo.
  • B. Legnani • 20/12/20 18:29
    Consigliere - 14179 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Faccio le pulci ai mezzi militari: l'elicottero che trasporta l'ammiraglio è un mezzo francese mai usato dalla nostra Marina e l'incrociatore Andrea Doria sembra fedele ma in realtà non fu mai mandato contro l'isola. Bastarono infatti alcune motovedette per allontanare la gente e trasportare l'esplosivo.

    Ciao.
    Del Doria "falso" si è già detto nel primo post.
    Ultima modifica: 20/12/20 18:30 da B. Legnani
  • Caesars • 21/12/20 09:19
    Scrivano - 12448 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Il vero Giorgio Rosa, da 51'25":
    Isola delle Rose (film completo - versione originale) - YouTube 

    Grazie della segnalazione Buono. 
  • Pigro • 21/12/20 16:17
    Consigliere avanzato - 1517 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Grazie del contributo Pigro ma ti devo correggere sul "tratto da una storia vera" perchè a inizio film si dice proprio così.


    Hai ragione, mi sembrava di ricordare che avesse dichiarato il "liberamente ispirato" e invece è solo "tratto da". Questo in effetti consente di tenere in piedi sia la fedeltà ai nomi e a molti dettagli sia le molto consistenti libertà narrative.