DISCUSSIONE GENERALE di L'età dell'innocenza (1993)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Cotola • 10/01/11 21:09
    Consigliere avanzato - 3679 interventi
    Nel suo commento Stefania ebbe a dire:

    Una tragedia senza sangue e senza grida, ma una tragedia crudele. Una tragedia di Scorsese.


    Splendida e arguta osservazione. Una vera tragedia: manca solo il
    sangue. E aggiungo che, al contrario di quanto detto da molti, è
    un film scorsesiano fino al midollo.
  • Gugly • 10/01/11 22:05
    Segretario - 4667 interventi
    Per me lo è sino in fondo: l'ambiente in cui si muovono i protagonisti è proprio un'onorata società, spietatissima. Non ti uccide con la pistola, ma con le parole e i giudizi.
  • Cotola • 10/01/11 23:10
    Consigliere avanzato - 3679 interventi
    Giustissimo Gugly. Avevo letto il tuo acuto accenno nella recensione.
  • Stefania • 11/01/11 01:01
    Archivista in seconda - 604 interventi
    Cotola ebbe a dire:
    Nel suo commento Stefania ebbe a dire:

    Una tragedia senza sangue e senza grida, ma una tragedia crudele. Una tragedia di Scorsese.


    Splendida e arguta osservazione. Una vera tragedia: manca solo il
    sangue. E aggiungo che, al contrario di quanto detto da molti, è
    un film scorsesiano fino al midollo.


    Ti ringrazio, sì, beh, il confine tra "civilizzazione" e "barbarie tribale" è spesso labile. E' anche un film dove c'è una sensualità molto forte, potente. Ho sempre pensato che Ivory l'avrebbe... raffreddato troppo :)