DISCUSSIONE GENERALE di House of Cards - Gli intrighi del potere (5 stagioni) (2013)

  • TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/05/14 DAL BENEMERITO DANIELA
  • Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema:
    Daniela, Galbo
  • Quello che si dice un buon film:
    Jandileida
  • Non male, dopotutto:
    Il Gobbo

DISCUSSIONE GENERALE

  • Zender • 20/11/14 14:23
    Consigliere - 44554 interventi
    Anno della seconda stagione?
  • Didda23 • 20/11/14 14:27
    Comunicazione esterna - 5754 interventi
    2014
  • Jandileida • 23/11/15 12:28
    Addetto riparazione hardware - 410 interventi
    House of Cards (3 stagione - 2015)

    ****

    Devo dire che questa terza stagione mi ha appassionato più delle altre due: perché se è vero che alcune situazioni restano facilmente leggibili (per esempio tutto lo scontro con il presidente russo è una specie di bagnami di politica mondiale ad uso e consumo dell'elettore medio dell'Arkansas), lo sviluppo della storia e le evoluzioni dei caratteri dei protagonisti sono avvincenti e costruite con cura degna delle migliori serie americane. Essendo un discreto appassionato di elezioni e di politica, poi, lo sguardo dietro le quinte delle Presidenziali 2016 non mi ha lasciato indifferente. Cast al solito molto professionale. Ottima annata, quindi. (Jandileida)
    Ultima modifica: 23/11/15 12:29 da Jandileida
  • Zender • 23/11/15 14:31
    Consigliere - 44554 interventi
    Grazie Jan, aggiunta.
  • Daniela • 13/06/17 18:57
    Gran Burattinaio - 5509 interventi
    House of Cards (3 stagione - 2015)

    ****

    Aperta da una lunga sequenza di grande impatto emotivo in cui Underwood si reca sulla tomba del padre ufficialmente per rendergli omaggio ma in realtà per oltraggiarne la memoria in modo molto esplicito, una stagione che mantiene l'alto standard qualitativo delle precedenti affiancando al filone principale degli intrighi politici interni ed internazionali (con il Viktor Petrov di Lars Mikkelsen sugli scudi) due sotto-filoni ugualmente avvincenti: la storia di Rachel e Doug da una parte, i crescenti contrasti fra i coniugi Underwood dall'altra con Claire, interpretata dall'algida Robin Wright, sempre più insofferente nei confronti del marito egocentrico e manipolatore. (Daniela)
    Ultima modifica: 13/06/17 21:29 da Daniela
  • Zender • 14/06/17 07:39
    Consigliere - 44554 interventi
    Grazie Daniela, inserita.
  • Daniela • 15/06/17 02:52
    Gran Burattinaio - 5509 interventi
    House of Cards (4 stagione - 2016)

    ***!

    Se la terza stagione si era conclusa con una crepa nella diga che minacciava di mettere in pericolo il regno di Frank, moderno Riccardo III shakespeariano senza gobba ma con tanto pelo sullo stomaco, questa segna la nascita di una nuova temibile creatura con due teste e nessuno scrupolo. Misurata la propria debolezza fisica (l'attentato), Frank trova in Claire un'alleata in perfetta sintonia, avendo compreso di non poterla relegare ancora nel ruolo per lei scomodo di sola "moglie". Insieme si preparano ad affrontare il terrore, creandolo loro stessi e trasmettendo una sensazione di invulnerabilità che, se da un lato ne aumenta il perverso fascino, dall'altro impoverisce le dinamiche degli altri personaggi, ridotti tutti a pedine più o meno utili, il che si può ripercuotere sulla capacità della serie di continuare a tener desto l'interesse. (Daniela).
     
    Ultima modifica: 15/06/17 02:54 da Daniela
  • Zender • 15/06/17 07:20
    Consigliere - 44554 interventi
    Grazie Daniela, inserita.
  • Daniela • 19/06/17 22:09
    Gran Burattinaio - 5509 interventi
    House of Cards (5 stagione - 2017)
    ***

    I segni di cedimento ravvisati nella stagione precedente si confermano in questa. Tutta la prima parte, con l'estenuante tira e molla dell'elezione presidenziale in cui Underwood sfrutta tutti i trucchi per ribaltare il pronostico annunciato, risulta farraginosa, oltre che penalizzata da un antagonista risibile (Joel Kinnaman). Le cose migliorano quando, negli ultimi episodi, acquistano spazio due personaggi ambigui, interpretati con scaltrezza da Patricia Clarkson e Campbell Scott. La fine della stagione segna l'emancipazione definitiva dalla tutela del marito da parte di Claire, dopo che essa ha infranto le ultime barriere sia morali che metalinguistiche. "Dio salvi la regina" quindi, in attesa dell'auspicabile rovina di entrambi nella prossima ed ultima stagione, sempre che ci sia un poco di giustizia in questo mondo (televisivo). (Daniela).
     
    Ultima modifica: 19/06/17 22:10 da Daniela
  • Zender • 20/06/17 07:52
    Consigliere - 44554 interventi
    Grazie Daniela, inserita.
  • Capannelle • 3/11/18 10:53
    Scrivano - 2633 interventi
    Ad un fan della Robin Wright quale stagione consigliereste?
    Tenete conto che causa scarsità di tempo penso di riuscire a vederne al massimo due.
  • Galbo • 4/11/18 11:21
    Consigliere massimo - 3844 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Ad un fan della Robin Wright quale stagione consigliereste?
    Tenete conto che causa scarsità di tempo penso di riuscire a vederne al massimo due.


    Io ho visto solo le prime due. Da quello che ho letto sono anche le
    migliori....
  • Daniela • 5/11/18 17:00
    Gran Burattinaio - 5509 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Ad un fan della Robin Wright quale stagione consigliereste?
    Tenete conto che causa scarsità di tempo penso di riuscire a vederne al massimo due.


    La storia è conseguenziale, non puoi vedere una stagione nel mezzo senza aver visto le precedenti perché sono presenti troppi collegamenti, quindi la scelta è obbligata.
  • Capannelle • 26/11/18 00:24
    Scrivano - 2633 interventi
    (Stagione 1) *** L'ipocrisia e l'ambizione sfrenata si insinuano negli uffici più alti della politica americana. Interessante e ben interpretato ma anche esagerato in certi momenti di autodistruzione o di invincibilità dei protagonisti. Parte bene, ripetitivi gli episodi centrali, riprende vigore negli ultimi quattro.
  • Zender • 26/11/18 07:33
    Consigliere - 44554 interventi
    Grazie Capannelle, aggiunta.