DISCUSSIONE GENERALE di Femme publique (1984)

  • TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/12/08 DAL BENEMERITO UNDYING
  • Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film:
    Rebis, Lucius
  • Non male, dopotutto:
    Giacomovie, Buiomega71, Paulaster
  • Mediocre, ma con un suo perché:
    Undying
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c’è:
    Daniela, Cotola

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Undying • 30/12/08 21:18
    Scrivano - 7630 interventi
    Trattasi di Lacuna Davinottica da Colmare...

    Ingiustamente, dato il nome del regista e la presenza della (allora) 22enne Valérie Kaprisky, questo film non mi pare essere mai passato in televisione.

    Uscito parecchi anni fà in formato VHS (allegato anche all'Espresso, nella serie Classici Proibiti) è poi stato riproposto in DVD dalla Minerva Video.

    A dispetto del magnetico e accattivante manifesto, devo ancora scartare la VHS, cosa che farò, finalmente, in questi giorni...

    Ultima modifica: 31/12/08 05:24 da Undying
  • B. Legnani • 30/12/08 23:50
    Consigliere - 13904 interventi
    Ovviamente ricordo bene titolo e cartellone, ma non l'ho mai visto.
  • Undying • 8/04/09 15:56
    Scrivano - 7630 interventi
    Capanelle ebbe a dire nell'APPROFONDIMENTO:
    (...)punta esplicitamente sul corpo della Kaprisky. Mezzo busto in Francia e accompagnata da lui; sola e a tutta figura, da noi. Visto il tipo di pellicola e le doti attoriali della signorina, mi sento di condividere la scelta italiana.

    Come non darti ragione?
    La locandina italiana supera, per qualità, l'intero film.

    Comunque questa citazione è fatta per esprimere i complimenti su un approfondimento quantomeno originale e curioso.
    E interessante, ovviamente.
    Ultima modifica: 9/04/09 00:01 da Undying
  • Fauno • 1/05/19 15:09
    Compilatore d’emergenza - 2536 interventi
    Buio, l'avevi già visto o è stato un battesimo? Io lo vidi nell'anno di edizioni e non mi dispiacque neanche, perché avendo già visto Possession sapevo come era il regista, ma ricordo che fu l'unico film in cui vidi alla fine del primo tempo diversi spettatori alzarsi e uscire dalla sala per non tornare…

    Di buono è che nella VHS d'epoca sul retro era raccontato quasi per esteso il film proprio perché chi lo noleggiava non avesse la stessa reazione. In effetti una trama c'è, ma ci son talmente tanti drammi all'interno che non è così facile tenere un filo logico...
  • Buiomega71 • 1/05/19 15:18
    Pianificazione e progetti - 22008 interventi
    Fauno ebbe a dire:
    Buio, l'avevi già visto o è stato un battesimo? Io lo vidi nell'anno di edizioni e non mi dispiacque neanche, perché avendo già visto Possession sapevo come era il regista, ma ricordo che fu l'unico film in cui vidi alla fine del primo tempo diversi spettatori alzarsi e uscire dalla sala per non tornare…

    Di buono è che nella VHS d'epoca sul retro era raccontato quasi per esteso il film proprio perché chi lo noleggiava non avesse la stessa reazione. In effetti una trama c'è, ma ci son talmente tanti drammi all'interno che non è così facile tenere un filo logico...


    Ho fatto la comparazione cut/uncut ieri sera (confrontando la vhs dell'Espresso classici proibiti, cheppoi è la stessa editata dalla Panarecord, e il dvd Minerva)

    Lo vidi , l'ultima volta, secoli fa (nel 1996) ma non ricordavo nulla di nulla

    Non è , a parer mio, il miglior film del folle polacco (Amore balordo le è nettamente superiore, per dire), ma trasuda, in alcune parti, di febbrile zulawskianità

    Essendo Zulawski autore NON per tutti, non mi meraviglio che il pubblico, allora, uscisse dalla sala a metà, forse attratto dalla Kapriski nuda (indossando i meravigliosi sandaletti d'argento con tacco) sui manifesti e usando l'erotismo come specchietto per le allodole .



    In Zulawski non c'è quasi mai un filo logico (altrimenti non sarebbe Zulawski)
  • Fauno • 1/05/19 15:23
    Compilatore d’emergenza - 2536 interventi
    Io direi che anche se esile c'è, ma non è certo per quello che si apprezza Zulawski, anzi, direi proprio per il contrario. Amore balordo non l'ho visto, ma a Possession penso di aver dato il massimo, e l'Adjani fa un'interpretazione magistrale. Prima o poi rivedrò pure questo...Comunque sì, tutto fuorché erotico.
  • Schramm • 2/05/19 13:48
    Risorse umane - 6712 interventi
    direi che non è neanche così esile. una sua precisa logica c'è. certo è sempre blindata, e una volta aperto il forziere del senso, il più rarefatta e fuggitiva possibile dal proprio lazo intellettivo, quale che ne sia la lunghezza. quello di zulawski è un cinema dal carattere di toro da rodeo. ed è proprio questo spostare o annebbiare ulteriormente la linea dell'orizzonte il suo meraviglioso.

    sono passati quintali di crono dalla visione, ma ricordo il film fortemente interfacciato all'opera di dostoevskij. chi ama quest'autore ha in tasca un passe-partout. il problema è capire dove stanno le porte, sempre occultate o trasfigurate. :D