DISCUSSIONE GENERALE di E se oggi... fosse già domani? (1973)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Iochisono • 24/02/08 16:51
    Galoppino - 84 interventi
    Per essere precisi il titolo italiano originale di questo film è: "e se oggi fosse già domani", mentre "presenze" è una rititolazione fatta quando il film veniva distribuito alle tv locali.
  • Fauno • 14/04/16 17:10
    Contratto a progetto - 2528 interventi
    Fra la prima e la seconda visione avevo solo letto il commento di Lucius (vista la presenza di Hemmings).

    Ma come se n'erano accorti anche Kanon e Gestarsh dei limiti evidenti di questo film... Qui più che mai dico che su certi argomenti il nostro cinema era nettamente superiore, ma proprio come tutto.
  • Aal • 12/11/19 14:55
    Magazziniere - 33 interventi
    SPOILER
    Ciao, solo una curiosità. Nel commento a questo film avevo scritto - che propone tematiche poi riprese anni dopo e con enorme successo da film come "Il sesto senso" o "The others" - , ma nel commento pubblicato la frase è stata tagliata e chiusa con un punto dopo - anni dopo - . Posso sapere perché? Grazie. Chiedo per questo film ma la domanda ha valore generale perché spesso mi sono accorto di editing ai miei commenti o parti tagliate. La ragioni le posso immaginare, ma tanto per capire. So che tenicamente è difficile e so anche che gestire un sito come questo non è uno scherzo, ma sarebbe bello poter almeno avere una notifica quando il commento viene editato o tagliato. In fondo, senza quella parte, il mio commento perde un po' di valore, perché non rispecchia più fedelmente quello che volevo dire. Grazie :)
    Ultima modifica: 12/11/19 17:46 da Zender
  • Zender • 12/11/19 17:46
    Consigliere - 43390 interventi
    Ciao Aal. Perché come vedi dalla scritta "Spoiler" che ti ho scritto sopra non puoi citare film che anticipano il finale. Son due film il cui finale è indentico praticamente, e se li citi si capisce benissimo che finale c'è anche qui, e chi lo deve ancora vedere gli cascan le braccia e se la prende con me. I finali è bene non toccarli MAI, ed è scritto chiaro nelle regole. Non posso spiegare sempre perché tolgo una cosa. Tu sei libero però di chiedermene i motivi (magari via mail che non intasiamo il forum con domande personali) come hai fatto qui. Occhio però ai finali.
    Ultima modifica: 12/11/19 17:47 da Zender
  • Aal • 13/11/19 09:52
    Magazziniere - 33 interventi
    Grazie mille per la spiegazione! Capisco benissimo e mi sembra una cosa più che giusta :)
  • B. Legnani • 2/07/20 16:02
    Consigliere - 13703 interventi
    Siska, scusa il disturbo. Leggo che parli non solo di intreccio esiguo, ma anche di ritmo claudicante (non "lento", che non è un difetto, ma "claudicante", che lo è)… e poi gli dài 4 pallini (grande esempio di cinema). Hai sbagliato  a cliccare o è giusto così?
    Ultima modifica: 2/07/20 16:05 da B. Legnani
  • Siska80 • 2/07/20 16:37
    Fotocopista - 313 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Siska, scusa il disturbo. Leggo che parli non solo di intreccio esiguo, ma anche di ritmo claudicante (non "lento", che non è un difetto, ma "claudicante", che lo è)… e poi gli dài 4 pallini (grande esempio di cinema). Hai sbagliato  a cliccare o è giusto così?
    Ma no, figurati: è un film tratto (se non ricordo male) da un'opera teatrale di Lortz, ambientato in un unica location, inevitabilmente tirato per le lunghe per raggiungere la durata di un lungometraggio. A parte questo trovo toccante il dramma dei protagonisti, affascinantemente tetra la villa avvolta nella nebbia, inquietante le voci che si odono improvvise, macabra l'apparizione della bimba fantasma che narra di una principessa defunta (questi dettagli sono geniali, secondo me). accuratissima la descrizione del bipolarismo di Claire...Il finale, beh, a me che lo rivedo spesso dà ancora i brividi. So che non è originale, ma è doloroso come un pugno allo stomaco. Avrei voluto dargli un pallinaggio massimo, però riconosco che non è perfetto (i dialoghi, spesso ripetitivi, prendono il posto dell'azione e la trama è davvero esile).
  • B. Legnani • 2/07/20 16:48
    Consigliere - 13703 interventi
    Siska80 ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Siska, scusa il disturbo. Leggo che parli non solo di intreccio esiguo, ma anche di ritmo claudicante (non "lento", che non è un difetto, ma "claudicante", che lo è)… e poi gli dài 4 pallini (grande esempio di cinema). Hai sbagliato  a cliccare o è giusto così?
    Ma no, figurati: è un film tratto (se non ricordo male) da un'opera teatrale di Lortz, ambientato in un unica location, inevitabilmente tirato per le lunghe per raggiungere la durata di un lungometraggio. A parte questo trovo toccante il dramma dei protagonisti, affascinantemente tetra la villa avvolta nella nebbia, inquietante le voci che si odono improvvise, macabra l'apparizione della bimba fantasma che narra di una principessa defunta (questi dettagli sono geniali, secondo me). accuratissima la descrizione del bipolarismo di Claire...Il finale, beh, a me che lo rivedo spesso dà ancora i brividi. So che non è originale, ma è doloroso come un pugno allo stomaco. Avrei voluto dargli un pallinaggio massimo, però riconosco che non è perfetto (i dialoghi, spesso ripetitivi, prendono il posto dell'azione e la trama è davvero esile).
    Ok, capito. Diciamo che nel tuo testo, per essere un film da 4 (grande esempio di cinema), enfatizzi i difetti senza controbilanciarli in modo che sia chiaro il motivo del 4. A posto così. Grazie per la risposta.