DISCUSSIONE GENERALE di Collateral (2004)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Didda23 • 14/08/12 18:11
    Comunicazione esterna - 5729 interventi
    Buiomega ebbe a dire nel momento da ricordare:

    " L'incontro tra Foxx e Bardem"

    Sono completamente d'accordo. Per me è l'unica sequenza che si salva in un pellicola che delude soprattutto in fase di regia. Che piattezza! Troppo classicismo senza un filo di personalità.

    Se penso a quella perla immensa di Drive, mi viene la voglia di abbassare il mio due e mezzo.
    Refn è di un'altra categoria...
  • Buiomega71 • 14/08/12 18:47
    Pianificazione e progetti - 22093 interventi
    Oddio definire "piatto" uno dei più grandi registi del mondo mi pare un pò eccessivo e un tantino provocatorio.

    Posso capire che non sia il miglior Mann in assoluto...Ma da qui a dire piatto ci rifletterei un pochettino.
  • Galbo • 14/08/12 19:46
    Gran Burattinaio - 3776 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    Buiomega ebbe a dire nel momento da ricordare:

    " L'incontro tra Foxx e Bardem"

    Sono completamente d'accordo. Per me è l'unica sequenza che si salva in un pellicola che delude soprattutto in fase di regia. Che piattezza! Troppo classicismo senza un filo di personalità.

    Se penso a quella perla immensa di Drive, mi viene la voglia di abbassare il mio due e mezzo.
    Refn è di un'altra categoria...


    ne abbiamo già parlato, lo reputo un gran film e credo che Drive gli debba molto stilisticamente
  • Buiomega71 • 14/08/12 19:51
    Pianificazione e progetti - 22093 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    Didda23 ebbe a dire:
    Buiomega ebbe a dire nel momento da ricordare:

    " L'incontro tra Foxx e Bardem"

    Sono completamente d'accordo. Per me è l'unica sequenza che si salva in un pellicola che delude soprattutto in fase di regia. Che piattezza! Troppo classicismo senza un filo di personalità.

    Se penso a quella perla immensa di Drive, mi viene la voglia di abbassare il mio due e mezzo.
    Refn è di un'altra categoria...


    ne abbiamo già parlato, lo reputo un gran film e credo che Drive gli debba molto stilisticamente


    Già Galbo, e nelle interviste a Refn (guarda caso) cita come uno dei suoi maestri proprio Mann.

    Quindi, proprio regista piatto non direi...

    Forse zoppica la sceneggiatura, ma la regia in Collateral e a dir poco fantastica!

    Poi, per carità, non deve piacere a tutti, ma definirlo piatto mi sembra un tantino azzardato.
  • Cotola • 14/08/12 20:00
    Consigliere avanzato - 3642 interventi
    A mio parere è proprio la regia che fa ci Collateral un gran film (specie dal momento in cui il lupo attraversa la strada al taxi). La sceneggiatura, come detto da Buio, non è esente da difetti e critiche ma sulla capacità del regista di costruire le scene di tensione (vedi la scena al jazz club con tanto di chiacchere su Miles Davis - spero di ricordare bene poichè vado a memoria - ma anche quella della sparatoria in discoteca) nonchè sul talento visivo di Mann (specie nelle storie notturne: vedi ad esempio Strade violente), anche qui dispiegato a piene mani, beh gusti a parte
    (legittimi, ovviamente) non ci dovrebbero essere dubbi.

    P.S.

    Anche per me Winding-Refn è un grandissimo regista
  • Brainiac • 14/08/12 20:40
    Addetto riparazione hardware - 1469 interventi
    Didda23 ebbe a dire:


    Se penso a quella perla immensa di Drive, mi viene la voglia di abbassare il mio due e mezzo.
    Refn è di un'altra categoria...


    io sto con te, un voto per Collateral piatto/ sciatto.
    In Manhunter Mann m'era piaciuto.
  • Didda23 • 14/08/12 20:57
    Comunicazione esterna - 5729 interventi
    Perchè critico un film che ti piace devo risultare provocatorio?

    Era assurdo chiedere e pretendere di più?

    Mann non aggiunge niente e per come è stato girato lo poteva fare qualunque mestierante. Forse se lo girava Tony Scott, usciva pure meglio (specie nelle scene d'azione)
    Manca quel pizzico di autorialità che ti offre quella sensazione di assistere ad un'opera che non tutti sarebbero in grado di fare.
    Manca la poetica, quell'inquadratura particolare e quella fotografia che ti entusiasma.
    Ho avvertito solo la sensazione di assistere ad un Blockbusterone che poteva essere girato con più personalità.
    Ripeto girato bene, ma troppo scolastico.
  • Rebis • 14/08/12 21:05
    Gestione sicurezza - 4287 interventi
    Ok, sono pronto alla lapidazione: per me Mann è regista mooolto sopravvalutato.
  • Cotola • 14/08/12 21:16
    Consigliere avanzato - 3642 interventi
    No Rebis, perchè mai lapidarti? Siamo tra persone civili.

    P.S.

    Zender, libera i leoni!!!!! :)))
  • Buiomega71 • 14/08/12 21:21
    Pianificazione e progetti - 22093 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    Perchè critico un film che ti piace devo risultare provocatorio?

    Era assurdo chiedere e pretendere di più?

    Mann non aggiunge niente e per come è stato girato lo poteva fare qualunque mestierante. Forse se lo girava Tony Scott, usciva pure meglio (specie nelle scene d'azione)
    Manca quel pizzico di autorialità che ti offre quella sensazione di assistere ad un'opera che non tutti sarebbero in grado di fare.
    Manca la poetica, quell'inquadratura particolare e quella fotografia che ti entusiasma.
    Ho avvertito solo la sensazione di assistere ad un Blockbusterone che poteva essere girato con più personalità.
    Ripeto girato bene, ma troppo scolastico.


    Mi piacerebbe sapere cosa hai visto di Mann a questo punto.

    Tony Scott ha uno stile completamente differente da Mann.

    Ma se dici che è girato bene come fà ad avere una regia "piatta"?

    Io ho trovato Collateral manniano fino al midollo, posso capire che non può piacere, ma definire scolastico Mann mi sembra fuori luogo sinceramente.

    E poi, chi dice che Collateral debba per forza essere un film d'azione?

    Mann ha omaggiato Melville e certo cinema americano settantiano.

    Se poi ti aspettavi un film alla Michael Bay tutto botti, CG e action, allora e un altro paio di maniche.

    Tony Scott e Tony Scott, Michael Mann e Michael Mann.
    Ultima modifica: 14/08/12 21:42 da Buiomega71
  • Didda23 • 14/08/12 22:19
    Comunicazione esterna - 5729 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:


    Se poi ti aspettavi un film alla Michael Bay tutto botti, CG e action, allora e un altro paio di maniche.



    Al limite il contrario. Mi aspettavo un film d'autore e invece ho visto solo un blockbuster tanto simile a molti altri.
  • Rebis • 15/08/12 12:05
    Gestione sicurezza - 4287 interventi
    Cotola ebbe a dire:
    No Rebis, perchè mai lapidarti? Siamo tra persone civili.

    P.S.

    Zender, libera i leoni!!!!! :)))


    Grazie Cotola, com'è umano lei :)
  • Jandileida • 15/08/12 12:23
    Addetto riparazione hardware - 406 interventi
    Personalmente gli ultimi lavori di Mann mi spingono verso il sonno: forse non è una regia piatta perchè le qualità puramente tecniche si vedono ma è una regia molto, troppo, compassata che tende ad appesantire le sceneggiature, specie nella seconda parte della carriera (dal Moicano in poi)

    Ali, Miami Vice, Collateral, Public enemy sono film che avanzano con difficoltà, in una sospensione un po' fine a se stessa. Per non parlare poi di Heat, ovvero come sprecare De Niro e Pacino infilandoli in un film che, diciamocelo, fa dormire.

    Per dire, Yakuza prende una pista agli ultimi lavori di Mann pur condividendone l'impostazione generale.
    Ultima modifica: 15/08/12 12:27 da Jandileida
  • Rebis • 15/08/12 12:39
    Gestione sicurezza - 4287 interventi
    Jandileida ebbe a dire:
    Personalmente gli ultimi lavori di Mann mi spingono verso il sonno: forse non è una regia piatta perchè le qualità puramente tecniche si vedono ma è una regia molto, troppo, compassata che tende ad appesantire le sceneggiature, specie nella seconda parte della carriera (dal Moicano in poi)

    Ali, Miami Vice, Collateral, Public enemy sono film che avanzano con difficoltà, in una sospensione un po' fine a se stessa. Per non parlare poi di Heat, ovvero come sprecare De Niro e Pacino infilandoli in un film che, diciamocelo, fa dormire.

    Per dire, Yakuza prende una pista agli ultimi lavori di Mann pur condividendone l'impostazione generale.


    Concordo su ogni sillaba. Per me comuqnue c'erano già problemi di sceneggiatura e tenuta complessiva del racconto anche nei primi film, tipo La fortezza e Manhunter, anche se stemperati da uno stile di regia fiammeggiante e innovativo. Ora il sentore generale è che abbia ripiegato sulla maniera e l'enfasi, che voglia dire sempre più di quanto sta in effetti raccontando. Heat e Insider sono fuori misura, bei polpettoni che si reggono a fatica e a tratti, diciamolo, sono così ostentatamente tutti d'un pezzo da rischiare il ridicolo involontario. Almeno Collateral ha il dono della sintesi. Poi, sia chiaro, se parliamo di sequenze mirabolanti e tecnica di regia, allora ce n'è fin che si vuole in ogni singolo film.
    Ultima modifica: 15/08/12 12:41 da Rebis
  • Brainiac • 15/08/12 12:54
    Addetto riparazione hardware - 1469 interventi
    Collateral, Public enemy sono film che avanzano con difficoltà, in una sospensione un po' fine a se stessa. Per non parlare poi di Heat, ovvero come sprecare De Niro e Pacino infilandoli in un film che, diciamocelo, fa dormire.

    davvero, Heat: la sfida (è restare svegli).
    Ultima modifica: 15/08/12 12:55 da Brainiac
  • Buiomega71 • 15/08/12 12:58
    Pianificazione e progetti - 22093 interventi
    Il problema di Collateral e la sceneggiatura (non scritta da Mann), ma al di là di quella resta un gran film di regia, puramente manniano.

    La fortezza e Manhunter sono per me due cult indissolubili (sperimentale il primo, seminale il secondo), così come e avanti coi tempi Strade violente rispetto all'anno in cui e stato realizzato (1981).

    Ad esempio detesto profondamente L'ultimo dei mohicani, questo si convenzionale e adombrato da luci blockbusteriane (ma non mi sognerei mai di dire che ha una regia piatta e banale)totalmente estraneo alle corde e temi manniani.

    Mi mancano Insider e Alì, nonchè Nemico pubblico, Miami vice e Heat (non verrebbe La corsa di Jerico, in quanto realizzato prettamente per la tv).
  • Brainiac • 15/08/12 13:07
    Addetto riparazione hardware - 1469 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Il problema di Collateral e la sceneggiatura (non scritta da Mann)


    i problemi di Collateral sono tanti, troppi: a partire dalla pettinatura di Cruise.
    La fortezza e Manhunter sono invece gajardissimi.
  • Galbo • 15/08/12 13:52
    Gran Burattinaio - 3776 interventi
    Cotola ebbe a dire:
    A mio parere è proprio la regia che fa ci Collateral un gran film (specie dal momento in cui il lupo attraversa la strada al taxi). La sceneggiatura, come detto da Buio, non è esente da difetti e critiche ma sulla capacità del regista di costruire le scene di tensione (vedi la scena al jazz club con tanto di chiacchere su Miles Davis - spero di ricordare bene poichè vado a memoria - ma anche quella della sparatoria in discoteca) nonchè sul talento visivo di Mann (specie nelle storie notturne: vedi ad esempio Strade violente), anche qui dispiegato a piene mani, beh gusti a parte
    (legittimi, ovviamente) non ci dovrebbero essere dubbi.



    straconcordo
  • Alex75 • 17/07/19 18:39
    Call center Davinotti - 628 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    Buiomega ebbe a dire nel momento da ricordare:

    " L'incontro tra Foxx e Bardem"

    Sono completamente d'accordo. Per me è l'unica sequenza che si salva in un pellicola che delude soprattutto in fase di regia. Che piattezza! Troppo classicismo senza un filo di personalità.

    Se penso a quella perla immensa di Drive, mi viene la voglia di abbassare il mio due e mezzo.
    Refn è di un'altra categoria...


    Per me il momento citato da Buiomega è la sequenza migliore del film, che però non ho affatto trovato piatto e inoltre ho trovato molto personale lo sguardo di Mann sulla Los Angeles notturna: ero disposto a dargli 3 pallini e mezzo, ma dopo lo schianto del taxi l'ho trovato molto forzato dal punto di vista narrativo.