DISCUSSIONE GENERALE di Blade runner (1982)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Alex75 • 14/03/18 17:27
    Call center Davinotti - 603 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:

    E per me ha toppato pure lui: l'inguardabile il [b]Dottor Stranamore
    e l'insostenibile pesantezza dell'essere di Barry Lyndon


    Barry Lyndon è stata la mia più cocente delusione cinematografica. Altri film molto al di sotto delle mie aspettative, nonostante promettessero molto, dati gli autori e i temi affrontati sono stati Zabriskie Point e Cadaveri eccellenti.
  • Alex75 • 14/03/18 17:34
    Call center Davinotti - 603 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Un grandissimo cantante, ogni volta che sento Il Mondo Degli uomini Bambini mi viene in mente il cinema di Jodorowsky

    Io conservo , in cassaforte, una musicassetta datata 1979 con i suoi successi (Fiume selvaggio, una favola per grandi, fino alla notte, dolce veleno, tra le altre) che comprarono i miei all'epoca

    Ogni volta che ascolto questi pezzi magnifici o mi viene in mente Jodo o il primo Interceptor (ho ricordi molto legati, anche se nulla hanno a che fare nè con Miller nè con Jodo, ma e come sentire una canzona con la persona amata, che poi resta marchiata a vita) che nemmeno l'intro del "rape and revenge" ladiano

    Il suo capolavoro, per me, rimane Dolce Veleno (anche se e difficile dire quale canzone sia la migliore, in effetti)

    Uno dei cantanti da me più amati e ancor oggi sottovalutati se confrontato con la sua grandezza

    Il grande profeta ci ha lasciato, correndo lungo il fiume selvaggio nella valle degli uominibambini


    Grazie all'album del 1979 da te citato ("Universum"), che mia zia registrò a suo tempo su musicassetta a mia madre, ho scoperto questo grandissimo artista, del quale apprezzo soprattutto le produzioni degli anni '70 e dei primi anni '80. Secondo me il capolavoro di Demis Roussos è il primo album inciso da solista nel 1971 ("The Greek Side of My Mind") in cui fonde le musiche della sua terra col progressive e col pop che andava di moda in quegli anni, ma la sua performance più incredibile è "A flower's all you need" (appunto l'intro del "rape & revenge" ladiano). E' uno degli artisti che ascolto più spesso e volentieri, anche perché trasmette positività e amore per la vita.
  • B. Legnani • 14/03/18 17:50
    Consigliere - 13725 interventi
    Tarabas ebbe a dire:
    I come sempre preziosi autori di Cinephilia&Beyond mettono a disposizione una superchicca. Nel 1980 un ex manager di Lucasfilm apre una casa editrice. La prima cosa che pubblica è un magazine dedicato a Blade Runner. Purtroppo, di pari passo col film, anche il magazine non ha successo.

    Blade runner
    non ha avuto successo?
  • Caesars • 15/03/18 08:33
    Scrivano - 10448 interventi
    Effettivamente io ricordo che ebbe un buon successo, sia critico che commerciale, fin da subito...
  • Fauno • 15/03/18 11:48
    Compilatore d’emergenza - 2528 interventi
    Diciamo che dall'82 all'85 c'è stato quasi il boom del genere avventuristico sia fantascientifico che archeologico, ma Blade Runner, purtroppo, è stato uno di quelli che avuto maggior successo commerciale. Le sale erano sempre piene.
  • Von Leppe • 15/03/18 12:42
    Call center Davinotti - 947 interventi
    Ricordo che rimase al cinema per molti anni, prima di passarlo in televisione.
  • Tarabas • 15/03/18 15:45
    Formatore stagisti - 2050 interventi
    All'uscita in USA il film andò mediocremente, specie in relazione all'aumento dei costi verificatosi durante la lavorazione (il film, pensato come un low-mid budget, cambiò sostanzialmente pelle nel corso della realizzazione).

    Fu il 27mo film in classifica in USA tra quelli usciti nel 1982.

    Forse flop è troppo, ma inizialmente non fu un successo, oscurato da ET e Star Trek 2.

    Per quel che ricordo, l'uscita del director's cut nel 1992 e i passaggi tv furono il vero motore del mito che oggi (giustamente, aggiungerei) circonda il film.

    https://www.rottentomatoes.com/m/blade_runner/

    http://variety.com/2017/film/news/blade-runner-1982-unloved-classic-1202476755/

    http://www.digitalspy.com/movies/feature/a557703/8-movie-classics-that-were-box-office-flops-from-blade-runner-to-brazil/

    https://www.rottentomatoes.com/m/blade_runner/
  • Tarabas • 22/08/18 12:19
    Formatore stagisti - 2050 interventi
    Un misterioso utente di Youtube ha editato un trailer in stile anni 40 del film.

    https://youtu.be/JXFqPzAFv8o

    Qui l'articolo.

    https://filmschoolrejects.com/watch-the-third-replicant-blade-runner-as-film-noir-db07c9309745/
    Ultima modifica: 22/08/18 12:19 da Tarabas
  • Zender • 22/08/18 18:30
    Consigliere - 43542 interventi
    Molto curioso in effetti. Ha dato forma visiva a un "luogo comune" che lo vuole impostato appunto come un noir.
  • Allan • 25/07/19 21:45
    Disoccupato - 1030 interventi
    Riguardo al celeberrimo monologo. La battuta "è tempo di morire" finale è pronunciata da Hauer fuori campo, mentre la mdp stacca a più riprese su Ford imbambolato. Chiaramente sconta il fatto che uno fosse la star e l'altro un attore emergente, ma ho sempre pensato che sia stata una scelta di montaggio sbagliata: il monologo così perde di efficacia proprio al suo culmine.

    https://www.youtube.com/watch?v=gbtY6fheeR8
  • Buiomega71 • 15/11/19 16:20
    Pianificazione e progetti - 21732 interventi
    E' mancato Lawrence G. Paull, storico scenografo (tra gli altri) di Blade Runner

    https://movieplayer.it/news/lawrence-g-paull-morto_72744/
  • Tarabas • 20/11/19 09:56
    Formatore stagisti - 2050 interventi
    Secondo questo articolo del Guardian, William Burroughs aveva scritto una sceneggiatura con lo stesso titolo del film tratto dal romanzo di PK Dick e che racconta un futuro altrettanto distopico.

    Il testo è tratto da un (per me oscuro) romanzo dello scrittore Alan Nourse ed è stato poi trasformato da Burroughs in un vero e proprio romanzo.

    Sempre secondo l'articolo, Hampton Fancher (primo sceneggiatore del film) aveva letto il libro di Burroughs e prese da lì il titolo provvisorio del film, che piacque tanto a Scott da finire poi sui cartelloni (previo pagamento dei diritti agli autori).


    https://www.theguardian.com/books/booksblog/2019/nov/19/ever-heard-of-blade-runner-a-movie-no-not-that-one?CMP=share_btn_tw
  • Zender • 20/11/19 11:06
    Consigliere - 43542 interventi
    Chissà se qualcuno porterà al cinema il libro di Borroughs. Magari con titolo "Alien", previo pagamento a Scott...