DISCUSSIONE GENERALE di 2019 dopo la caduta di New York (1983)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Caesars • 17/01/08 15:38
    Scrivano - 11295 interventi
    Pare che Sergio Martino abbia sempre dichiarato che il soggetto di questo film nacque prima di "1997: fuga da New York". Affermazione alla quale non credo minimamente (e se ci fosse qualche fondo di verità penso che comunque il soggetto stesso sia stato pesantemente "rivisto" dopo il successo del film di Carpenter).
  • Undying • 10/08/09 07:57
    Scrivano - 7630 interventi
    Sergio Martino ha più volte ribadito che il carattere bizzarro del soggetto non incontrava l'apprezzamento da parte dei produttori, che si sono immediatamente convertiti - dando il via alla realizzazione del film - solo dopo il successo del buon film di Carpenter.

    Sono portato a credere veritiera la dichiarazione del regista, perché a parte il titolo (e qualche accorgimento, come sottolineato da Caesars) i due film sono profondamente diversi...
    Ultima modifica: 10/08/09 07:59 da Undying
  • Schramm • 4/02/14 19:42
    Risorse umane - 6724 interventi
    Uno dei migliori spaghetti-postnuke mai prodotti! ok magari fatto con un budget che non avrà superato -e forse nemmeno sfiorato- gli allora 10 milioni di lire, ma con delle atmosfere davvero mefitiche (per certi versi non meno desolanti del coevo the day after), un più che discreto piglio spettacolare, alcune trovate trucide e niente male pur essendo fumettistiche, un cast da mandare in sollucchero i cultori del cinemabis (nomi e volti quali cianfriglia, ottaviano dell'acqua, gilberto galimberti, romano puppo, jacques stany!), fx naif ma a loro modo funzionanti e lontani dall'asetticità della CG a venire, una colonna sonora che forse è tra le migliori mai elaborate dagli oliver onions, e la sfrontatezza di porsi come collage di mezzo cinema di fantascienza (martino in tal senso non si è davvero risparmiato: fuga da ny, la saga del pianeta delle scimmie e quella di mad max, blade runner, e la lista potrebbe andare avanti per altre tre quattro righe) e si concede anche injokes deliziosi (il nanetto di termini chiamato Kirk!)

    insomma capisco che non stiamo parlando di lucas, spielberg o cameron, ma ha una tenuta artigianale buona e tutte le carte in tavola per essere un personal stracult!!

    senza contare che per essere un prodotto destinato alle grandi masse e ai giovani ha delle incursioni gore e splatter belle tostarelle per l(a censura d')epoca (che stranamente non gli gli sono valse un bel vm14), e che per certe idee e aspetti è precursore di terminator e soprattutto de i figli degli uomini, che quanto a sinossi non gli deve poco...
    Ultima modifica: 6/02/14 14:12 da Schramm
  • Buiomega71 • 4/02/14 20:19
    Pianificazione e progetti - 22100 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Uno dei migliori spaghetti-postnuke mai prodotti! ok magari fatto con un budget che non avrà superato -e forse nemmeno sfiorato- gli allora 10 milioni di lire, ma con delle atmosfere davvero mefitiche (per certi versi non meno desolanti del coevo the day after), un più che discreto piglio spettacolare, alcune trovate trucide e niente male pur essendo fumettistiche, un cast da mandare in sollucchero i cultori del cinemabis (nomi e volti quali cianfriglia, ottaviano dell'acqua, gilberto galimberti, romano puppo, jacques stany!), fx naif ma a loro modo funzionanti e lontani dall'asetticità della CG a venire, una colonna sonora che forse è tra le migliori mai elaborate dagli oliver onions, e la sfrontatezza di porsi come collage di mezzo cinema di fantascienza (martino in tal senso non si è davvero risparmiato: fuga da ny, la saga del pianeta delle scimmie e quella di mad max, blade runner, e la lista potrebbe andare avanti per altre tre quattro righe) e si concede anche injokes deliziosi (il nanetto di termini chiamato Kirk!)

    insomma capisco che non stiamo parlando di lucas, spielberg o cameron, ma ha una tenuta artigianale buona e tutte le carte in tavola per essere un personal stracult!!

    senza contare che per essere un prodotto destinato alle grandi masse e ai giovani ha delle incursioni gore e splatter belle tostarelle per l(a censura d')epoca (che stranamente non gli gli sono valse un bel vm14), e che certe idee e aspetti è precursore di terminator e soprattutto de i figli degli uomini, che quanto a sinossi non gli deve poco...


    Il vm 14 "buiesco" dove lo metti? :)

    Concordo, il mio "post atomico" italico preferito, e capolavoro martiniano in assoluto (questo-insieme a L'Isola Degli Uomini Pesce-e il Martino che amo di più in toto, anche più del suo periodo "giuallo", pure se stravedo per Tutti i colori del buio)
    Ultima modifica: 5/02/14 08:30 da Zender
  • Zender • 5/02/14 08:34
    Consigliere - 43739 interventi
    Non lo so, io lo ricordo sciatto come pochi, con un Sopkiw in piena imitazione di Russell e scazzottate interminabili (che non sopporto, se non in ottica parodistica alla Spencer-Hill). Ma è passato troppo tempo. Come futurismo (benché più proissimo) preferisco di gran lunga quello di Castellari, regista (a parer mio) con ben altre frecce al suo arco.
  • Schramm • 5/02/14 14:13
    Risorse umane - 6724 interventi
    ...quindi appoggi toto corde il papiro del davi e il suo monopalla?

    non so a me il fatto che riecheggi lo spaghetti-western corbucciano non spiace, gli conferisce quel non so che di sbrindellato comic-book (cui anche gli improponibili nomi dei personaggi e le sfrontate citazioni posticce dell'opera di wagner rimandano) che fa di tutti i generi sincretismo. e i combattimenti all'arma bianca comunque spaccano (quello nel deposito autobus -che apriva anche il trailer- resta forse il migliore di tutto un filone)
    la crew dei mangiatori di topi vaganti per la rete fognaria capeggiata da yamanouchi (che rivedremo anche in endgame e nel fulciano anno 2072) è qualcosa che riduce a coriandoli ogni altro film del genere.

    a me peraltro il futuristico è un genere che nemmeno piace, de 1990 mi piacevano le trovate legate alle armi bianche, i nuovi barbari lo trovai piattissimo e di fuga dal bronx ricordo giusto henry silva

    forse il fatto che questo, rispetto ad altri, fosse dichiaratamente e completamente calato nel dopo-bomba (con tutte le fatiscenti atmosfere e scenografie del caso) e quindi davvero futuristico (laddove gli altri ora, sono stati epocalmente e socialmente sorpassati) ha contribuito a rendermelo di alto valore affettivo

    il dialogo tra l'appena catturato scalondro e il capo degli euraks che cita a man bassa il cioran di storia e utopia è comunque un gran bel colpo d'ala.

    a dargli ulteriore valore aggiunto sarà anche che sopkiw era talmente identico al mio prof di educazione tecnica delle medie (che vestiva in pelle e borchie e aveva lo stesso taglio di capelli) che mi convinsi che si trattasse davvero di lui in incognito...
    Ultima modifica: 5/02/14 14:16 da Schramm
  • Zender • 5/02/14 15:24
    Consigliere - 43739 interventi
    Magari mi piacque, di sicuro non moltissimo. A memoria appoggerei; ma dovrei rivederlo, l'ultima volta che l'ho visto avrò avuto 20 anni... Il valore affettivo poi è un'altra cosa. Secondo me dovresti rivederti Fuga dal Bronx, l'ho sempre trovato superiore al numero uno.
  • Schramm • 5/02/14 16:29
    Risorse umane - 6724 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Secondo me dovresti rivederti Fuga dal Bronx, l'ho sempre trovato superiore al numero uno.

    un bel dì mi ci metterò (anche perché avendolo visto una sola volta nell'86 un'udienza gli andrebbe accordata), ma ricordo un parco attori incommentabile da invocare pietà (gregory e la d'obici, la pozzi, prete...) che in sé basterebbe a dissuadermi. per converso aveva degli scoppi di violenza niente male e un ritmo molto più sostenuto di 1990.
  • Buiomega71 • 5/02/14 17:07
    Pianificazione e progetti - 22100 interventi
    Mi infilo nell'interessante discussione zenderiana/schrammiana per dire la mia (e te pareva)

    Credo che 2019 (che adoro) sia la quintessenza del "post atomico" italiano, mentre 1990 e più pendente verso i Guerrieri hilliani (pur essendo, comunque, un post atomico a tutti gli effetti)

    Ho sempre preferito 1990 a Fuga dal Bronx, che mi pareva (all'epoca che lo vidi) un pò troppo trick/track bombe a mano...Preferendole, di gran lunga, pure I Nuovi Barbari, altro mio cultazzo castellariano
    Ultima modifica: 5/02/14 17:08 da Buiomega71
  • Schramm • 5/02/14 17:14
    Risorse umane - 6724 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    mentre 1990 e più pendente verso i Guerrieri hilliani (pur essendo, comunque, un post atomico a tutti gli effetti)

    sarà che l'ho visto quando venne dato in prima tv su rete4, ma non ricordo uno scenario, una situazione e un'ambientazione da dopoguerra nucleare. come giustamente dici, strizza maggiormente entrambi gli occhi ai guerrieri della notte e ai succedanei juvenile-movies (wanderers, hi-riders et similia). va anche aggiunto che è sempre buffo l'effetto che fanno questi futuristici una volta rivisti oltre la data in cui sono ambientati. da una parte è un valore aggiunto, dall'altra la mancata profezia li fa invecchiare male. rivedere ora 1990 deve essere uno spasso. che dire, speriamo che il vicino 2019 non sia l'eccezione che conferma la regola....
    Ultima modifica: 5/02/14 17:17 da Schramm
  • Zender • 5/02/14 17:41
    Consigliere - 43739 interventi
    Ma in effetti non ho mai detto che Fuga dal Bronx abbia niente di postnucleare. Parlavo di futuro generico. Certo che è più simile ai Guerrieri di Hill. Fuga lo preferivo per gli scenari desolati, piuttosto strani se ricordo. Certo, il cast era quel che era (anche se Gregory/Trash era un bel sottomito al tempo), ma Castellari di solito qualcosa per salvare capra e cavoli lo trova, quando le cose van male (a differenza di Martino).
  • Buiomega71 • 5/02/14 17:43
    Pianificazione e progetti - 22100 interventi
    Per il sottoscritto il post atomico martiniano si mangia tutti quelli firmati Castellari (e si badi ben che adoro lo zio Enzo)

    Ma 2019 è davvero fighissimo!
  • Schramm • 5/02/14 17:48
    Risorse umane - 6724 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Ma 2019 è davvero fighissimo!

    sottoscrivo, tra l'altro tarantino lo annovera tra i suoi più amati guilty pleasures...
    Ultima modifica: 5/02/14 18:02 da Schramm
  • Schramm • 5/02/14 17:49
    Risorse umane - 6724 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ma in effetti non ho mai detto che Fuga dal Bronx abbia niente di postnucleare. Parlavo di futuro generico. Certo che è più simile ai Guerrieri di Hill

    però in tal senso stavo rispondendo a buio che lo ritiene un post-atomico a tutti gli effetti...
  • Buiomega71 • 5/02/14 17:50
    Pianificazione e progetti - 22100 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Zender ebbe a dire:
    Ma in effetti non ho mai detto che Fuga dal Bronx abbia niente di postnucleare. Parlavo di futuro generico. Certo che è più simile ai Guerrieri di Hill

    però in tal senso stavo rispondendo a buio che lo ritiene un post-atomico a tutti gli effetti...


    Diciamo nel mezzo, ma a ben vedere sì, e più un "warriors movie" in effetti...
  • Schramm • 9/09/16 12:20
    Risorse umane - 6724 interventi
    hello boys!

    stamane ho sognato che scoprivo un inaudito scoop: la voce prefattiva fuori campo del film era di un inedito giovanissimo bruno vespa e la monnier era sua moglie in incognito (il cui vero cognome era poutpourrì)!! mi son svegliato semi-convinto di aver sognato il vero.

    di qui scatta la curiosità/domanda, rivolta ai cultori più appassionati dell'opera: a vostro avviso a chi potrebbe appartenere l'introduttiva voice-over da mondo movie del film? (ho provato a fare delle ricerche, ma il locus da dove digito ora blocca l'accesso a non pochi siti, imdb in primis...)
    Ultima modifica: 9/09/16 12:24 da Schramm
  • Digital • 9/09/16 12:54
    Segretario - 3058 interventi
    E' il grande Nando Gazzolo!
    Ultima modifica: 9/09/16 13:03 da Digital
  • Schramm • 9/09/16 17:11
    Risorse umane - 6724 interventi
    Digital ebbe a dire:
    E' il grande Nando Gazzolo!

    grande sei tu! grazie! :***
    a parte la wikipage, che è l'unico raffronto finora scovato, sai di pagine ove se ne parli?
  • Noncha17 • 9/09/16 17:37
    Magazziniere - 1073 interventi
    Nella "wikipage" ce l'ho messo Io..appena letto l'intervento di Digital! ;)


    P.S.: L'ho aggiunto anche in quella di Nando
    Ultima modifica: 9/09/16 17:37 da Noncha17
  • Schramm • 9/09/16 18:19
    Risorse umane - 6724 interventi
    Noncha17 ebbe a dire:
    Nella "wikipage" ce l'ho messo Io..appena letto l'intervento di Digital! ;)


    P.S.: L'ho aggiunto anche in quella di Nando


    gran bel colpo! bravò!