CURIOSITÀ di Un complicato intrigo di donne vicoli e delitti (1985)

  • TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/04/09 DAL BENEMERITO FOSCO
  • Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film:
    Piero68, Alex1988, Nando
  • Non male, dopotutto:
    Enricottta, Nicola81, Il Dandi
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c’è:
    Fosco

CURIOSITÀ

  • Se vuoi aggiungere una curiosità a questo film, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (se necessario) verrà spostata in Curiosità.
  • Piero68 • 1/02/11 08:45
    Compilatore d’emergenza - 237 interventi
    Per chi non conosce la storia recente di Napoli, questo film può sembrare una normale finzione come tante con qualche elemento di verità. In realtà è una vera e propria denuncia di quello che è successo alla fine degli anni 70.
    Grazie ad una nuova e potente organizzazione criminale che si impone nel napoletano, la Nuova Camorra Organizzata (N.C.O.), al cui vertice siede l'ormai famigerato Raffaele Cutolo, l'eroina letteralmente invade le strade di Napoli e provincia. In contrapposizione con i clan vecchio stile, che nel 78 si associeranno nella Nuova Famiglia per combattere Cutolo, che invece preferiscono tenere fuori la droga dai loro affari. Ma il nuovo business è molto redditizio e fa gola. Quasi tutte le strutture che si occupavano di contrabbando, scafisti, basisti, corrieri, preferiscono passare alla droga, meno ingombrante delle sigarette nel trasporto ma molto molto più redditizio. Iniziano così a nascere le piazze di spaccio a cielo aperto che ancora oggi sono tra le più grosse al Mondo: Sanità, quartieri ma soprattutto la periferia nord: Scampia, Secondigliano ecc.
    Per correre meno rischi, i signori della droga iniziano a coinvolgere i ragazzini dai 10 ai 14 anni nelle operazioni di spaccio. Dallo spaccio al cosumo il passo è breve. A metà anni 80 si avrà il più alto tasso di tossicodipendenza mai registrato, nei ragazzi che vanno dai 14 ai 18 anni. Per non parlare ovviamente dei decessi per overdose. Ed è a seguito di questo che nasceranno le famose Madri Coraggio. Un gruppo di donne della Napoli "povera" che, avendo avuto dei figli invischiati nel traffico della droga o adirittura morti, si schiereranno apertamente contro la Camorra e lo spaccio di eroina.