CURIOSITÀ di Seven (1995)

CURIOSITÀ

  • Se vuoi aggiungere una curiosità a questo film, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (se necessario) verrà spostata in Curiosità.
  • Hackett • 11/06/09 15:56
    Formatore stagisti - 531 interventi
    Il film fu proposto all'italiano Carlo Carlei, lanciato negli States dal successo di La corsa dell'innocente. Il regista preferì però puntare su Fluke. De gustibus...
  • Undying • 28/09/09 08:57
    Scrivano - 7638 interventi
    Nella sequenza ambientata negli archivi dell'FBI, fanno sfoggio libri "bollati" tra i quali, al fianco del Mein Kampf hitleriano, compaiono testi firmati dal Marchese de Sade.
  • Ciavazzaro • 3/10/09 10:40
    Vice capo scrivano - 5595 interventi
    Michael Stipe venne considerato per il ruolo di John Doe. Fonte:Imdb
  • Harrys • 10/01/10 17:51
    Call center Davinotti - 651 interventi
    Incredibile come i primi due episodi di Saw traggano ispirazione da questo film.
  • Undying • 17/04/10 00:10
    Scrivano - 7638 interventi
    Erudizione assassina L'imprevedibile assassino che si muove nella desolata e desolante scenografia di una città decadente e infernale, s'ispira ai sette peccati capitali (come titolo lascia intendere) nel compiere azioni "punitive" ma cita e legge, in varie occasioni, Tommaso D'Aquino, De Sade, Il mercante di Venezia (Shakespeare), La Divina Commedia (Dante), Dostoevskij, I racconti di Canterbury (Caucher). Nella casa di una delle sue vittime, "l'obeso", lascia nascosto, dietro al frigorifero, un messaggio che è frase estrapolata dal Paradiso perduto di Milton: "Lunga e impervia è la strada che dall'Inferno porta verso la luce."
  • Funesto • 21/04/10 23:26
    Call center Davinotti - 1419 interventi
    Questo è il giallo preferito di Nieves Navarro (cioè Susan Scott)! La fonte è QUESTA
  • Gugly • 30/07/10 00:51
    Segretario - 4679 interventi
    Il serial killer si chiama John Doe, ovvero il nome che in America la polizia scrive sul cartellino ed infila ai piedi dei cadaveri non identificati.
  • Undying • 30/07/10 21:28
    Scrivano - 7638 interventi
    Quell'anno, il 1995, Kevin Spacey ricoprì un altro ruolo di nuovo nei panni di diabolico omicida nell'altrettanto notevole I soliti sospetti
  • Lucius • 12/08/10 20:36
    Scrivano - 8423 interventi
    Il fotografo Sandoval denunciò la produzione per aver usato delle foto senza permesso, foto che si vedrebbero nell'appartamento di John Doe. Vinse la New Line.(la causa: Sandoval vs. New Line Cinema Corp., 973 F.Supp. 409, 412-414 (S.D.N.Y 1997).
  • Lucius • 12/08/10 20:36
    Scrivano - 8423 interventi
    Nella scena in cui Somerset entra in casa con Mills in seguito all'invito a cena della moglie di Mills si nota appesa ad una parete il poster del film Pyshka (1934) di Mikhail Romm, che fu maestro di Andrei Tarkovsky.
  • Lucius • 6/11/10 21:03
    Scrivano - 8423 interventi
    Quando i detectives vanno ad arrestare Victor (per il peccato di accidia) lo score musicale è quello di Cape Fear - il promontorio della paura (1991).
  • Lucius • 6/11/10 21:05
    Scrivano - 8423 interventi
    I titoli di coda vanno in senso contrario scorrendo dall'alto verso il basso.
  • Tarabas • 26/08/12 23:56
    Formatore stagisti - 2051 interventi
    Nella versione per le previews il film terminava sulla battuta di Morgan Freeman "Sarò da qualche parte. Non troppo lontano". La citazione di Hemingway è stata aggiunta dopo che, dalle proiezioni di test, il pubblico risultò impressionato dalla totale negatività del film (fonte: R. Ebert, recensione al film per la serie "Great movies") http://rogerebert.suntimes.com/apps/pbcs.dll/article?AID=/20110718/REVIEWS08/110719985/1004