CURIOSITÀ di La scala a chiocciola (1945)

CURIOSITÀ

  • Se vuoi aggiungere una curiosità a questo film, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (se necessario) verrà spostata in Curiosità.
  • Undying • 2/10/09 15:56
    Scrivano - 7626 interventi
    Hanno scritto...

    "Fra le pellicole sadico-sadiane che possono essere comprese in questo genere ricordiamo (...) La scala a chiocciola.
    Nel film la perversione maniaca del protagonista agisce per quasi tutta la durata dell'opera in modo anonimo giacché solo alla fine si scopre l'assassino, cioè l'autore misterioso dell'impressionante serie di delitti sessuali.
    La storia del protagonista si svolge nei due tronconi della vita diurna di buon figlio di famiglia, e di quella segreta di stupratore e uccisore di giovani donne afflitte da imperfezioni fisiche."

    Gian Piero Brega, in Film, 1963
  • Puppigallo • 21/12/09 11:40
    Scrivano - 502 interventi
    Alberto Sordi doppia il figlio (non il figliastro baffettato) dell'anziana riccona malata (voce inconfondibile, oltretutto, anche se, complice la datazione della pellicola e il relativo bianco e nero, se si distoglie lo sguardo, sembra proprio di sentir parlare Ollio e questo non giova molto alla credibilità del personaggio).
  • Lucius • 30/10/10 19:49
    Scrivano - 8299 interventi
    Il film che Dorothy guarda all'inizio è The Sands of Dee (1912) di D.W. Griffiths.