Curiosità su Il tuo vizio è una stanza chiusa e solo io ne ho la chiave - Film (1972)

CURIOSITÀ

6 post
  • Se vuoi aggiungere una curiosità a questo film, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (se necessario) e se gli eventuali titoli in essa citati hanno il link alla relativa scheda sul Davinotti, verrà spostata in Curiosità.
  • Undying • 3/01/08 11:08
    Comunicazione esterna - 7574 interventi
    Alcune note curiose sull'affascinante genesi (tutt'ora irrisolta) del titolo.

    Dal flano di lancio del film Una Lucertola con la pelle di Donna, che così recitava:
    Il tuo vizio è una gabbia col chiavistello dal di dentro… siamo noi che vogliamo restarci rinchiusi per forza”...

    Frase che, in termini apocrifi, veniva attribuita a Poe, ma in realtà coniata da Fulci e Gianviti, a detta del regista romano.
    Anche se un dubbio è più che lecito, perché questa citazione era già presente nel film, di Martino, Lo Strano Vizio della Signora Wardh, che è uscito in un periodo pressoché vicinissimo al film di Fulci: il 23 dicembre 1970, solo 2 mesi prima di Una Lucertola con la Pelle di Donna.

    Paternità della frase, dunque incerta, anche perché è noto che spesso Fulci mentiva.
    C’è però da aggiungere che, il fatto stesso che il regista abbia rispolverato (a 24 anni di distanza) questo irrilevante particolare, fa propendere per “attendibili” le sue dichiarazioni.

    Fonte: Il Terrorista dei generi. Tutti i film di Lucio Fulci, a cura di Paolo Albiero e Giacomo Cacciatore, edizioni Un Mondo a Parte
  • Rebis • 22/05/09 16:40
    Compilatore d’emergenza - 4433 interventi
    Il delirio paranoide di Pistilli alla macchina da scrivere anticipa quello di Jack Nicholson in Shining... invero la sequenza in cui la Fenech scopre i fogli deliranti sulla sua scrivania dove è scritta sempre la stessa parola infinite volte è incredibilmente simile a quella girata da Kubrick! Quest'ultimo non sarebbe nuovo alle ispirazioni dal cinema italiano di genere - tutte da verificare naturalmente - se pensiamo al finale di Contronatura e all'onda di sangue sempre nel film citato...

  • Undying • 8/09/09 14:49
    Comunicazione esterna - 7574 interventi
    In una delle prime scene del film una ragazza, seminuda (e poi nuda), balla su un tavolo: si tratta di una giovanissima (all'epoca 19enne) Dalila Di Lazzaro, quell'anno debuttante come attrice. Eccola prima di salire sul tavolo a esibirsi:

  • Manfrin • 16/08/10 10:27
    Servizio caffè - 477 interventi
    Prima esperienza dietro la macchina da presa per il simpatico Franco Nebbia (il commissario), prematuramente scomparso a soli 57 anni, e di Enrica Bonaccorti (nel film una prostituta), due personaggi che avranno un maggiore successo in radio e tv:

  • Zender • 14/07/16 10:35
    Capo scrivano - 48010 interventi
    Quintali di pubblicità (assolutamente non) occulta nel film. Senza volersi soffermare troppo sui soliti liquori e acque minerali, ai quali siamo ormai abituati e ripresi in primissimi piani assai generosi...




    ...non possiamo dimenticare il cartellone che si vede pure come inserto subliminale prima dell'incidente...



    ...la borsa ritrovata sul luogo del'incidente...



    ...o il pacchetto di sigarette nello studio di Pistilli (si fa notare che non sono questi ritagli di fotogramma ma inquadrature reali):

  • Lucius • 25/05/17 21:29
    Scrivano - 9041 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, la scheda del film, presente in un catalogo di distribuzione d'epoca: