CURIOSITÀ di Il posto (1961)

CURIOSITÀ

  • Se vuoi aggiungere una curiosità a questo film, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (se necessario) verrà spostata in Curiosità.
  • Hal 9000 • 5/02/10 03:29
    Galoppino - 73 interventi
    Nel film compare un giovane Tullio Kezich. Qualche informazione su Tullio Kezich (da wikipedia): (Trieste, 17 settembre 1928 – Roma, 17 agosto 2009) è stato un critico cinematografico, commediografo e sceneggiatore italiano. La sua esperienza di critico cinematografico iniziò nel 1941, quando da adolescente intrattenne una fitta corrispondenza come lettore con le riviste Cinema e Film. L'esordio da giornalista avvenne il 2 agosto 1946, come recensore per l'emittente radiofonica Radio Trieste, con la quale collaborerà fino agli inizi degli anni cinquanta, occupandosi dal primo dopoguerra del Festival cinematografico di Venezia. Nel 1950 inizierà la collaborazione con la rivista Sipario, di cui divenne direttore dal 1971 al 1974. Nel corso della sua carriera collaborò con la Settimana Incom, con il settimanale Panorama, con il quotidiano La Repubblica e con il Corriere della Sera. Dalle recensioni inserite in Panorama trasse una serie di volumi dedicati al cinema, intitolati Mille film, da quelle scritte sul Corriere della Sera i volumi Cento film, editi da Laterza. Malato da tempo, Kezich si spegne a Roma un mese prima di compiere 81 anni: per sua volontà non si tengono funerali e la sua salma viene cremata.
  • Hal 9000 • 5/02/10 03:42
    Galoppino - 73 interventi
    Loredana Detto, che nel film interpreta Antonietta, un anno dopo l'uscita del film sarebbe diventata la moglie di E. Olmi. Per Loredana Detto Il posto sarà il primo e l'ultimo film a cui parteciperà come attrice.
  • B. Legnani • 15/08/10 23:15
    Consigliere - 13766 interventi
    * Il film originariamente durava 20' in più e si chiudeva col protagonista che andava al Monte Stella, dove si svolgeva una sfilata di modelle. Dopo aver visto il film in moviola, sia Olmi sia Kezich pensarono che era più opportuno chiuderlo come lo conosciamo. * Titolo originario "Due fermate a piedi", cocetto presente nel dialogo fra lui e lei il giorno della selezione. (fonte: Kezich, nel libretto che accompagna il DVD della serie BIANCO E NERO ALL'ITALIANA, a cura del Mereghetti).