Curiosità su Il giardino dei Finzi Contini - Film (1970)

CURIOSITÀ

  • Se vuoi aggiungere una curiosità a questo film, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (se necessario) verrà spostata in Curiosità.
  • Gugly • 27/01/08 16:51
    Portaborse - 4666 interventi
    lo scrittore Giorgio Bassani polemizzò con De Sica fini a ritirare la firma dalla sceneggiatura; in particolare, non approvò che nel film fosse esplicitata la relazione fra Micol e Malnati ( Fabio Testi) che lui nel romanzo aveva solo ipotizzato.
  • Tarabas • 10/08/10 12:07
    Segretario - 2071 interventi
    Il futuro regista Alessandro d'Alatri è presente nel cast e interpreta Giorgio da ragazzino.
  • Lucius • 5/10/10 18:24
    Scrivano - 8908 interventi
    Vincitore dell'Oscar (miglior film straniero 1972) e Orso d'oro al Festival di Berlino 1971.
  • B. Legnani • 15/04/11 17:55
    Consigliere - 14700 interventi
    Gugly ebbe a dire:
    lo scrittore Giorgio Bassani polemizzò con De Sica fini a ritirare la firma dalla sceneggiatura; in particolare, non approvò che nel film fosse esplicitata la relazione fra Micol e Malnati ( Fabio Testi) che lui nel romanzo aveva solo ipotizzato.

    Non solo. Si inalberò anche perché nel film sono i tedeschi a fare il rastrellamento degli ebrei, non gli italiani, come invece fu fatto realizzare da Pirro che, aveva riscritto la sceneggiatura, "antifascistizzandola" ulteriormente, ma tradendo ciò che Bassani non voleva fosse tradito rispetto al libro.
  • B. Legnani • 15/04/11 17:57
    Consigliere - 14700 interventi
    Capolicchio fece il primo provino interagendo con Laura Antonelli, candidata a fare Micòl (fonte: Capolicchio).
  • Roger • 4/01/15 08:13
    Call center Davinotti - 2962 interventi
    Vittorio de Sica contattò Patty Pravo per affidarle il ruolo di Micol, ma lei rifiutò

    «.... Per la Micol de Il giardino dei Finzi Contini di De Sica feci anche i provini con la gonnellina da tennis a righe. Ma dovevo partire in tournée e non se ne fece nulla. Antonioni mi voleva per Professione Reporter ma anche lì dovetti rinunciare per fare i concerti. De Sica diceva che sarei stata un’ottima attrice comica. In effetti sono un tipo buffo. Chissà che non succeda, nella vita non si sa mai».

    http://www.oggi.it/people/vip-e-star/2014/08/22/parla-patty-pravo-sono-una-dea-e-in-amore-mi-piacciono-giovani-intervista-esclusiva/
  • Piero68 • 1/03/18 09:18
    Compilatore d’emergenza - 238 interventi
    All'interno del film, stranamente, De Sica colloca uno svarione storico non indifferente.

    Ad un certo punto, dopo che è stato dichiarato che l'Italia è finalmente entrata in guerra c'è una scena in cui Malnate, parla a telefono e dice che è stato richiamato. E poi aggiunge: "Speriamo che non mi mandino in Russia".
    L'Italia entra di fatto in guerra il 10 giugno del 1940, quando la Russia era ancora legata alla Germania dal patto Ribbentrop Molotov. Sarà solo a giugno dell'anno successivo che l'Asse entrerà in guerra contro la Russia con l'avvio dell'operazione Barbarossa.
    È quindi impossibile che Malnate possa dire o soltanto prevedere che lo manderanno in Russia, visto che la telefonata dovrebbe svolgersi nell'estate del 1940.