LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/09/13 DAL BENEMERITO DIGITAL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Digital 19/09/13 19:54 - 1120 commenti

I gusti di Digital

La reunion di una ricca famiglia si trasforma in un gioco al massacro quando nella loro casa fa irruzione un gruppo di squilibrati coperti con maschere animalesche e armati di balestre. Thriller che pècca principalmente nell'assoluta facilità, da parte dello spettatore un minimo smaliziato, di capire con largo anticipo il coup de théâtre. Peccato, perché nonostante ci metta parecchio a ingranare (i primi trenta minuti sono di una noia mortale) il film, nella seconda parte, diventa un piacevole spettacolo truculento.

Belfagor 20/09/13 16:50 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Una tipica famiglia wasp riunita per il Ringraziamento viene presa di mira da un gruppo di assassini, che però non hanno fatto i conti con un ospite a sorpresa. Dopo tanti slasher nichilisti e psicopatici da romanzetto, questo film è un gradito ritorno all'ordine. Pur non essendo brillante come Scream né particolarmente difficile da "smascherare", si fa notare per lo stile curato (i killer in maschera sono effettivamente inquietanti) e per la capacità di miscelare brividi e humour grottesco. Brava la protagonista Vinson.
MEMORABILE: Il prologo in stile Scream; Il frullatore.

Myvincent 23/09/13 07:38 - 2553 commenti

I gusti di Myvincent

Una riunione di famiglia organizzata dopo tanto tempo e con le migliori intenzioni si trasforma in un massacro senza tregua a causa di un misterioso tiratore con l'arco. Ma c'è dell'altro... Il soggetto è semplice e si trascina a volte un po' stancamente verso colpi di scena che ne ravvivano le sorti, ma di veramente speciale alla fine non c'è granché.

Puppigallo 25/09/13 10:36 - 4509 commenti

I gusti di Puppigallo

Pellicola che merita una rapida occhiata solo per i multiammazzamenti e per le varie assurdità verbali e non che ne condiscono il cammino, a partire dalla protagonista, una "Ramba" in gonnella forgiata dal padre apocalittico..., fino ad arrivare al perchè di una tale mattanza con fessi mascherati, che continueranno a mascherarsi anche quando non ce ne sarà più bisogno. Col passare dei minuti la logica va in vacanza, sostituita da uccisioni da parte dei cattivi e, soprattutto, della "buona". Nel complesso, decisamente mediocre e da inserire nel cestone degli assai poco originali e strampalati.
MEMORABILE: La scena migliore: lo infilza con tutto "Vuoi morire, o no!"; "Gianni" e "Pinotta" vs "Ramba": uno scivola sull'olio e l'altra fa solo del gran rumore

Rambo90 25/09/13 20:39 - 6347 commenti

I gusti di Rambo90

Un horror allucinante, non perché sia particolarmente pauroso, ma per la ridicola semplicità del plot. Tralasciando le caratterizzazioni, molto veloci e insipide, ci sono molte incongruenze e momenti di comicità involontaria, anche per colpa di un cast incolore. Nemmeno gli ammazzamenti (tranne un paio) colpiscono per originalità e i colpi di scena si prevedono con largo anticipo. I killer mascherati sono i più stupidi mai visti sullo schermo, quasi più disorganizzati delle vittime. Se si aggiunge un finale comico e dialoghi del cavolo siamo a posto.

Pumpkh75 24/04/14 13:05 - 1314 commenti

I gusti di Pumpkh75

Nulla di cui andare entusiasti, perché, sotto una regia diligente e una confezione tutto sommato lucida giacciono esanimi brandelli di pellicole già viste, voragini di sceneggiatura e colpo di scena finale (che tanto colpo di scena non è...) annessi. Rimangono impressi, alla fine, qualche omicidio vagamente originale e la prestazione quasi amazzone della bella protagonista: se possono bastare, accomodarsi pure.

Pinhead80 21/07/14 12:35 - 3948 commenti

I gusti di Pinhead80

Una (quasi) allegra riunione di famiglia si trasforma in un massacro senza fine. Tempi giusti, colonna sonora azzeccata e buon ritmo producono un film che si può dire molto ben riuscito. Nonostante la storia appaia un po' scontata riesce lo stesso a emozionare e in alcuni momenti a creare tensione. È stato un piacere vederlo e di questi tempi con gli horror che passano in tv non è cosa da poco.

Undying 14/09/14 16:09 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Il solito impasto tra Venerdì 13, Them e il recente torture porn derivato da Saw. Però qui, dopo una prima mezz'ora di noia e chiacchere inutili, il prodotto si fa davvero cattivo e non solo per l'abbondanza di effetti truculenti, alcuni dei quali (lo sgozzamento cagionato da un filo fuori porta) davvero visivamente insopportabili. Cosa avesse in testa lo sceneggiatore (e pure il regista Adam Wingard) non lo sapremo mai, ma You're next contende il primato (per malvagità narrativa) a ben poche altre pellicole. Non per tutti...

Hackett 4/10/14 14:33 - 1725 commenti

I gusti di Hackett

Gioco al massacro non originale ma intrigante, che regala un'ora e mezza di thriller cruento e colpi di scena abbastanza ben studiati. La parte migliore del film sta nella reazione di una delle vittime che, evitando di diventare l'ennesima scream girl, riesce a rivoltare lo slasher contro gli aguzzini. Discreto.

Pol 24/11/15 13:38 - 589 commenti

I gusti di Pol

Cinema prettamente ludico quello di Wingard e Barrett: prima pensano a una scena a effetto o a un colpo di scena e solo dopo a come incastrare il tutto in una qualsiasi trama. E' lampante come ai due interessi essenzialmente "l'effetto" a completo discapito di qualsiasi verosimiglianza e richiedono quindi massima complicità allo spettatore: loro non raccontano una storia, cercano solo di tenerti attaccato alla sedia per 90 minuti. Io sono tra coloro che apprezza l'approccio, ma se le scorciatoie narrative vi infastidiscono lasciate perdere.

Rebis 10/12/15 09:56 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Incrocia le dinamiche dello slasher - luogo chiuso, evento commemorativo, armi da taglio, body count, maschere bianche - con quelle del nucleo familiare, il film di Wingard e Barret: ne esce un'escalation di violenza condotta per mano dalla domestica ipocrisia, ovvia nello schema logico - il titolo è la sceneggiatura stessa - ma cinica e stuzzicante quanto basta a soddisfare il piacere ludico del massacro. Quando il movente - che ha fatto la storia del giallo - si centralizza, la tensione si disperde, ma Sharni Vinson, rambizzata ad hoc, riprende in pugno la situazione.

Almicione 25/02/17 02:02 - 765 commenti

I gusti di Almicione

No, non ci siamo; o meglio c'eravamo nella parte iniziale che mi aveva illuso di star di fronte a un film avvincente. In realtà monta il mistero legato agli attacchi, amplificato dalle agghiaccianti e mirabili maschere, ma presto scema di fronte alla prevedibilità della situazione (o alla sua semplice rivelazione) e a una Vinson che diventa un po' Kill Bill, un po' MacGyver sfiorando il ridicolo. Anche qualche battutina è fuori luogo e in generale i killer perdono dignità scoprendosi. Tensione solo iniziale, non brilla nemmeno per originalità.

Fedeerra 19/10/17 05:15 - 422 commenti

I gusti di Fedeerra

L'home invasion diventa una metafora sociale sull'arrivismo e lo slasher tramuta le sue radici moderne in bulbi insanguinati dal vago sapore retrò. "You're Next" è un prodotto che funziona benissimo, smania di arrivare fino alla fine e ci racconta una storia dove la visione della vita, tra gole squarciate, teste recise e inseguimenti a bruciapelo, cambia nello spazio di una notte.

Pesten 25/11/17 18:57 - 638 commenti

I gusti di Pesten

Film sulla home invasion particolarmente riuscito. Certo, alcune cose come al solito sono sempliciotte e certi personaggi un troppo tirati nella loro stupidità, ma il lato violento e la tensione sono sicuramente un punto a favore di questa pellicola. La protagonista, novella MacGyver, pur se inverosimile riesce a rendere credibile il suo personaggio e anche i villain, nonostante siano stati assoldati al discount, donano alla pellicola (specialmente nella prima parte) una buona dose di oscurità.
MEMORABILE: Il finale, forse troppo faceto rispetto al resto.

Herrkinski 11/12/17 03:32 - 5135 commenti

I gusti di Herrkinski

Ha più che altro il merito di essere arrivato con leggero anticipo rispetto ad altri slasher/survival degli ultimi anni, che da qui hanno certamente attinto (penso a Jackals o al migliore Il terrore del silenzio, a esempio); soffre però di un inizio con introduzione dei personaggi (invero di rara antipatia) tirato per le lunghe e di assurdità varie, tra cui la trasformazione di un'interprete in una sorta di MacGyver. Gli omicidi sono discretamente splatter ma il film risulta ripetitivo e privo di verve, sfiorando spesso persino la noia.

Daniela 9/12/17 10:57 - 9400 commenti

I gusti di Daniela

Lupi mascherati da agnelli iniziano a fare strage di una famiglia riunita in occasione dell'anniversario di nozze degli anziani genitori. Mentre tutti i componenti sono in preda al panico, la fidanzata di uno dei figli dimostra notevoli capacità di sopravvivenza... A prenderlo seriamente, di bucce se ne fa un mastello, ma come commedy horror funziona alla grande per l'assurdità del piano criminale e la comica inettitudine dei killers: sembra di vedere una determinatissima Titti alle prese con tre gatti Silvestri. Nel cast, partecipazioni fulminee dei registi Ti West e Larry Fessenden.

Capannelle 13/12/17 00:14 - 3721 commenti

I gusti di Capannelle

L'idea c'è ma tra sviluppi tirati via, alcuni interpreti deboli e incoerenze varie non riesce a diventare il grottesco che voleva essere. Anche l'ora che vorrebbe essere "seria" è penalizzata da invadenti effetti sonori e drammatizzazioni mancate, né carne né pesce. Da ricordare comunque il pugnalamento ripetuto, l'utensileria di cucina e quel dvd nella villa accanto che continua ad andare in loop. Ed è proprio la canzoncina, riproposta sui titoli di coda, a riconciliare col tono scanzonato dell'opera.

Anthonyvm 28/04/18 00:01 - 1938 commenti

I gusti di Anthonyvm

Non sbalorditivo, ma senza dubbio molto godibile questo violento figlio della prolifica tradizione delle home invasion. Non sarà fra i più originali della famiglia, ma ha dalla sua parte qualche succulenta scena splatter, un paio di riusciti colpi di scena (molto efficaci quelli concentrati sul finale) e soprattutto un'eroina che per una volta sembra sapere quello che fa e non sceglie di correre su per le scale quando potrebbe prendere la porta e scappare. La linearità di fondo non permette al film di aspirare ad alti titoli, ma resta buono.
MEMORABILE: La canzone "Looking for the magic" in loop; Le maschere animalesche usate dagli assassini; Il finale piuttosto beffardo.

Cotola 8/08/18 11:10 - 7525 commenti

I gusti di Cotola

Come molti film di questo genere va preso per quello che è: un simpatico divertissement per il quale non è il caso di porsi troppe domande su verosimiglianza e forzature (la fidanzata esperta di sopravvivenza) e comportamenti illogici, qui tra l'altro nemmeno troppi, dei personaggi. La tensione è discreta e si mantiene su buoni livelli per tutta la durata. Il colpo di scena piazzato a metà è buono, anche se relativo in un plot di questo tipo, quello finale è un'altra freccia che va a segno. Non male.
MEMORABILE: Lui rifiuta sesso in un momento a dir poco inopportuno (nel pieno della mattanza ma non solo) e lei dice: "Non vuoi fare mai niente di interessante".

Buiomega71 27/10/18 00:43 - 2263 commenti

I gusti di Buiomega71

Wingard, tra i più geniali e beffardi autori di ultima generazione, dopo un intro stile Parenti serpenti, dà sfogo al suo ludibrio slapstick horror e non si ferma più tra frullati di cervelli, frecce scoccate da una balestra, trappole che manco Walter Hill, gole squarciate, tavole chiodate, giocando a golf con un'ascia sulla faccia della vittima, un volo dalla finestra che omaggia il quarto Venerdì 13 e un movente tanto feroce quanto immorale. Chiusa finale cinicamente derisoria e notevole Sarah Connor la Vinson. Suspense a iosa e picchi gore fanno il resto.
MEMORABILE: "Scopami davanti a tua madre morta"; Calcio nei testicoli e cranio fracassato; Occhio al cavo fuori dalla porta; Telefonata intercettata: ahi, ahi.

Jdelarge 8/11/18 13:01 - 874 commenti

I gusti di Jdelarge

L'interesse per un film del genere risiede unicamente nella bizzarria delle situazioni e nell'estremità dell'immoralità delle azioni dei protagonisti. La regia, in questo senso, aiuta a tratti, perché se alcune sequenze sono ben studiate e colpiscono più per l'ironia che per l'orrore, quelle che invece mirano alla paura falliscono inesorabilmente. Belle le musiche, anche se a volte fuori contesto. Confuso.

Kinodrop 28/01/19 18:41 - 1502 commenti

I gusti di Kinodrop

Peccato per la trama, costruita prendendo a prestito le idee più ovvie per mandare avanti la "macchina distruttiva" che coinvolge un'intera famiglia riunita per un anniversario. L'interesse è trascinato dalla curiosità sui diversi sistemi "difensivi" escogitati da Erin, eroina a sorpresa; per il resto, a parte il colpo di scena centrale e qualche scena azzeccata e vibrante, si assiste a una specie di teatrino sanguinolento dove i ruoli si invertono più volte e quasi quasi si fa il tifo per chi non si dovrebbe. Ottimi sonoro e musica, scarso il cast.
MEMORABILE: Le ingenue trappole di Erin; Agnelli con balestra e machete; Cervello frullato; L' "incidente" finale.

Muttl19741 20/02/19 00:50 - 106 commenti

I gusti di Muttl19741

Una banda di assassini prezzolati i cui componenti sono mascherati da capre vuole decapitare un'intera famiglia riunita a cena, vicinato incluso. Non fa però i conti con una dei commensali che proprio non ci sta a essere affettata come un arrosto e sfoggia di reazione delle abilità degne della Black Mamba di tarantiniana memoria. Il film è ricco di azione fin da subito, ma devia pericolosamente in Mamma, ho perso l'aereo. Ibrido più che brivido.

Gestarsh99 6/08/19 16:42 - 1322 commenti

I gusti di Gestarsh99

Le riunioni di famiglia non prometton quasi mai cene perfette, è sufficiente che a qualcuno salti in testa una frecciata per aizzare gli animi e dare il via alla bagarre del massacro. L'ombra mascherata di Bertino bussa ancora alla porta di una villa isolata di campagna: fasi eliminatorie devitalizzate arrancano stancamente su uno slasheretto come tanti se ne vedono, che rialza un po' la cresta solo nella metà conclusiva, tirando fuori un'andatura maggiormente grintosa e quel paio di sgambetti "screameggianti" utili se non altro a far chiosare "beh, dai, non è poi tutta sta gran bruttezza".
MEMORABILE: Lei che vorrebbe far sesso accanto al cadavere della di lui madre poco prima assassinata dal trio di killer mascherati...

Jena 22/02/20 14:53 - 1189 commenti

I gusti di Jena

Scarsa originalità, colpo di scena centrale assai prevedibile e telefonato, attori insipidi, comportamenti del tutto illogici dei personaggi (su tutti la tipa che tenta l'uscita di corsa da una casa assediata... e fa un metro). Si cerca di recuperare terreno abbondando con le morti cruente e l'uso di armi da taglio ma serpeggia la noia. "Ironicamente" vengono massacrati i registi del "nuovo horror": West, Fessenden, Swanberg.
MEMORABILE: Il fratellino che infilza il maggiore con una serie di arnesi in cantina; La dolce tipetta che diventa una specie di super Rambo (mah).

Taxius 14/12/19 20:55 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Una numerosa famiglia si riunisce per una cena quando un gruppo di maniaci improvvisamente assedia la casa uccidendo uno a uno i vari individui. Home invasion interessante che mantiene un ritmo altissimo dall'inizio alla fine grazie a tutta una serie di colpi di scena davvero geniali. Il sangue scorre a fiumi grazie alle numerosissime uccisioni, una più violenta dell'altra. Brava la scream queen di turno che col passare dei minuti si trasforma in una micidiale MacGyver.

Corinne 18/01/20 13:12 - 401 commenti

I gusti di Corinne

Ha una trama scarna, questo slasher violentissimo con movente da giallo (cosa che stona parecchio), giusto per dare un minimo di senso a un carosello di uccisioni e violenza sopra la media del genere. Al netto dei difetti e della scarsa originalità, rimane comunque un valido intrattenimento sanguinolento con una buona tensione e killer inquietanti, perlomeno fino al (poco incisivo) colpo di scena.

Deepred89 17/05/20 02:24 - 3283 commenti

I gusti di Deepred89

Ambientato nell'ennesima villa in fondo al parco, un thriller con cena di famiglia e minacciosi persecutori mascherati. Il mistero regge fino ai gustosi agguati iniziali con balestra, poi la prevedibilità avanza e a metà film si scoprono, forse saggiamente, gran parte delle carte (ma è facile intuire cosa si cela dietro l'ultima carta ancora da scoprire). Seguirà un secondo tempo un po' Gli occhi della notte un po' Rambo, senza troppe idee di sceneggiatura ma con una regia dinamicissima e splatter il giusto. Cast nella media.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Ruber • 7/11/16 21:46
    Compilatore d’emergenza - 8967 interventi
    ...E infatti l'ho visto l'altra sera, e ne sono rimasto ben impressionato, molto slash, grottesco se volete, tanta violenza, ma veramente ben diretto, con interpreti non di primissiomo piano ma molto bravi. Forse uguale a tanti altri, con sceneggiatura praticamente inesistente, ma con tanta adrenalina e tensione. Leggo che stanno pensando ad un sequel, spero che si faccia lo meriterebbe.
  • Discussione Daniela • 9/12/17 11:06
    Consigliere massimo - 5131 interventi
    Da aggiungere al cast Larry Fessenden (ruolo minore)
  • Discussione Capannelle • 9/12/17 12:12
    Scrivano - 2505 interventi
    Interessante, quando c'è varietà di commmenti una visione diventa quasi obbligatoria.
    @ Ruber: spero sia un'opera proprio come l'hai descritta. Ma non la pallini?
  • Discussione Ruber • 9/12/17 22:11
    Compilatore d’emergenza - 8967 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Interessante, quando c'è varietà di commmenti una visione diventa quasi obbligatoria.
    @ Ruber: spero sia un'opera proprio come l'hai descritta. Ma non la pallini?


    Se dovessi commentare tutti i film che ho visto e che vedo, starei h24 sul forum :) (e forse non basterebbero), a me è piaciuto, guardalo e poi fammi sapere come ti è sembrato.
  • Discussione Daniela • 10/12/17 11:35
    Consigliere massimo - 5131 interventi
    Io l'ho trovato divertente come un cartone della Warner Bros, infatti nel commento scrivo di Titti alle prese con tre Gatti Silvestri ;o)
  • Discussione Capannelle • 12/12/17 23:30
    Scrivano - 2505 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Io l'ho trovato divertente come un cartone della Warner Bros, infatti nel commento scrivo di Titti alle prese con tre Gatti Silvestri ;o)
    Il problema non da poco è che per un'ora si prende sul serio.
    Poi, come descritta dal Puppigallo, arriva la scena del multipugnalamento che scopre le carte in tavola non tanto per la trama quanto per il tono narrativo.
    Peccato l'idea valeva ma realizzata così così.
    Ultima modifica: 13/12/17 00:16 da Capannelle
  • Discussione Daniela • 13/12/17 15:53
    Consigliere massimo - 5131 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Il problema non da poco è che per un'ora si prende sul serio.

    Percezione soggettiva: io ho cominciato a sorridere sin dal momento in cui ho visto la faccia di Larry Fessenden, che sarebbe al naturale la versione sconvolta di Nicholson in Shining, per poi ridacchiare apertamente quando il povero Ti West si è preso una balestrata in fronte. Ed eravamo ancora ai primi morti... Insomma, ho percepito fin dall'inizio una vena ironica, magari quella sera mi sentivo un poco bastarda ;o)
    Ultima modifica: 13/12/17 15:54 da Daniela
  • Discussione Buiomega71 • 27/10/18 09:47
    Pianificazione e progetti - 21910 interventi
    Che ludibrio, che divertimento, che sollucchero, era dai tempi imberbi di La casa raiminiana che non mi sollazzavo così

    Adam Wingard (dopo, in cronologia di visione, il bellissimo The Guest) si riconferma autore genialoide e talentuosissimo, dove ti martella con scelte narrative sorprendenti e idee di regia destabilizzanti, per poi non mollarti più.

    Un inizio stile Parenti Serpenti (dopo il prologo con la mattanza a Larry Fessenden e compagna sulle note di Looking for the magic con CD che riproduce, poi, lo stesso motivo) dove, thò, c'è pure Barbara Crampton nel ruolo della mamma (che è ancora un bel donnino), con presentazioni di fidanzati e fidanzate dei rispettivi figlioli, in una cena tra bisticci cominciano a fioccare, dalle finestre, una pioggia di frecce che manco Ombre rosse. Quì comincia la discesa verso il delirio, e da quì Wingard non si ferma più, distribuendo a piene mani una tensione che si taglia con l'accetta e picchi gore che fanno la delizia di qualsiasi horrorfans.

    Teste sfondate a colpi di batticarne, gole recise da trappole che nemmeno il Walter Hill dei Guerrieri della palude silenziosa (occhio al cavo metallico alla Toby Dammit appena fuori dalla porta d'entrata), cervelli frullati, coltelli piantati ovunque, eyeviolence fulciani, giocando a golf con un ascia sulla faccia della vittima (prima di averla sbattacchiata di quà e di là sfondado vetrate e tavolini) e piantandola in volto come una delle vittime del primo Venerdì 13, tavole chiodate che fanno il loro lavoro, olio bollente a là Cane di paglia (anche se funziona poco, lasciandolo per troppo tempo incostudito Non è nemmeno tiepido, troia!, la macchinazione dell'esca con accettona legata che la Vinson (novella dea Diana) prepara dietro la porta, che manco la Nancy del primo Nightmare con il martellone (agguato che, poi, si fa scordare per la serie di eventi al fulmicotone che ne susseguono ininterrottamente, per poi tornare nella beffarda e cinica chiusa finale, No, non apra!)

    Wingard se ne frega delle regole del (de)genere, la sua è pura slapstick horror, che mischia Wes Craven a Tex Avery, forgiando una cazzuta final girl che è ben più feroce degli invasori, una Cynthia Rothrock che ribalta la situazione di vittima, diventando una barbara e ferina amazzone che non ne ha per nessuno (e stà proprio quì il colpo di genio di Wingard-e il bello del film- e alla fine si tifa per lei. Non più-come i dettami del genere insegnano-in che truci modi moriranno le vittime nel body count, ma come la Vinson escogiterà le difese per far fuori i tre strangers con le maschere da ghignanti animali. L'emula della Sarah Connor di T2 in un pan per focaccia tra i più efferati della storia slasheriana.

    Un movente immorale e crudele SPOILERONE ATTENZIONE Pietro Maso ingrandito al cubo FINE SPOILERONE e non così scontato (io, all'inizio, credevo tutt'altro), i due bellissimi omaggi al quarto Venerdì 13 (cadavere che sfonda la finestrona della sala con carnefice a seguito che entra in tutta la sua minacciosità, la Vinson che si getta dalla finestra e il boogeyman che guarda di sotto), la Wendy Glenn presa da attimi di necrofilia/incestuosa/voyeuristica SPOILERONE ONE Scopami davanti a tua madre morta FINE SPOILERONE, terribili fraticidi in cantina e una tensione che monta inesorabile, non lasciando un attimo di respiro fino ai titoli di coda necroforicamente animalhouseiani.

    Praticamente l'antitesi di The Strangers

    Wingard spacca di brutto, la villa in campagna diventa mattatoio apocalittico e lo sberleffo finale è la ciliegina sulla torta di questo gustosissimo survivor movie impreziosito da lampi slasher e da attimi di grande, piacevole, ultraviolenza.

    Sapevatelo, cari mattacchioni della new horror, il futuro è donna.

    Se il mondo si fosse sovrappopolato , lui voleva che io fossi in grado di badare a me stessa. Credo non l'abbia deluso...
    Ultima modifica: 27/10/18 14:55 da Buiomega71
  • Homevideo Buiomega71 • 27/10/18 10:02
    Pianificazione e progetti - 21910 interventi
    Ottimo il dvd edito dalla Eagle Pictures

    Formato: 2.40:1

    Audio: italiano, inglese (5.1)

    Sottotitoli: italiano e italiano per non udenti

    Niente extra se non il menù con i capitoli

    Durata effettiva: 1h, 30m e 26s

    Immagine al minuto 00.46.43. Ospiti sgraditi entrano in casa dal finestrone, come Jason nel quarto Venerdì 13

    Ultima modifica: 27/10/18 11:03 da Buiomega71
  • Curiosità Buiomega71 • 27/10/18 12:03
    Pianificazione e progetti - 21910 interventi
    * L'incipit era differente. Un uomo trovava la testa del suo cane decapitata prima di venire ucciso. I produttori, trovando la scena troppo forte, chiesero a Simon Barrett di riscriverla: la cambiò con il duplice delitto casalingo di Larry Fessenden e Kate Lyn Sheil.

    * Sharni Vinson (Erin) e Wendy Glenn (Zee), che si mazzulano in cucina nel prefinale del film, sono in realtà ottime amiche.

    * Le maschere da fiere del film hanno ispirato le maschere del videogioco Hotline Miami.

    * Wingard ha girato in gran parte con una videocamera portatile, per aumentare così la tensione.

    * Il film segna il ritorno di Barbara Crampton (scream queen gordoniana) dopo sette anni di lontananza dal set.

    Fonte: IMDB