You die: Scarichi l'app. Poi muori

MMJ Davinotti jr
Titolo originale: You Die: Get the App, Then Die
Anno: 2018
Genere: horror (colore)
Note: Aka "You Die: Get the App, Then Die", "You Die: Scarica l'app e poi muori".
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dai tempi del rivoluzionario THE RING ne è passata di acqua sotto i ponti (soprattutto in campo tecnologico) e parlare oggi di una vhs killer sarebbe ridicolo. Superata anche l'epoca delle telefonate minacciose lanciate nelle varie derivazioni orientali ancora datate si approda quindi allo sviluppo attualmente più logico, quello della diffusione del Male via app. Un aggiornamento senza fantasia però: si vivacchia su un'unica idea che, esaurita la sorpresa iniziale, viene trascinata per un'ora e mezza risultando inevitabilmente stucchevole. L'idea riguarda appunto la app: una volta installata sul telefonino (a tradimento, da parte di chi è costretto...Leggi tutto a farlo per allungarsi la vita) dopo un po' suona, s'accende e trasforma lo schermo in un visore che inquadra come fosse pronto a scattare una foto. Le foto però non le scatta, e quando tu osservi - attraverso quello - quanto ti circonda, vedi presenze fantasmatiche che nella realtà non esistono. Nel contempo parte il tradizionale conto alla rovescia, come da tradizione: hai 24 ore per scaricare l'app (che si chiama "You Die") sul cellulare di qualcun altro e guadagnare in questo modo altre 24 ore di vita. Se non lo fai, allo scadere del tempo crepi abbrancato da presenze che si fanno a quel punto decisamente palpabili. Insomma, un virus che annienti provvisoriamente solo se lo piazzi nel cellulare di qualcun altro seguendo un po' l'effetto a catena di film come IT FOLLOWS (titolo presente non a caso tra i bluray dei protagonisti). L'orrore dovrebbe scaturire dall'apparire, tra i corridoi di casa e le strade, di fantasmi armati di cattive intenzioni, con spaventi improvvisi e un crepitio sonoro che sale nei momenti chiave a livelli fastidiosissimi. Ma la tensione non riesce mai a concretizzarsi e il tutto si risolve in semplici apparizioni di bambine, vecchietti, signore rigide... un nugolo di personaggi bislacchi e tumefatti che dopo un po' non se ne può più. La vittima principe è Asia (Landolfi), la quale al supermarket si fa installare "You Die" da un povero disgraziato che le chiede il telefonino fingendo di dover chiamare i genitori. A casa con l'amica Viola (Piano) e l'amico fraterno Leo (Marazzita) comincerà a scoprire l'inquietante potere dell'app, arrivando a saperne qualcosa di più solo grazie all'amico nerd, che scandaglia il dark web portando alla luce le letali esperienze di chi l'ha provata. Come rispolverata moderna di THE RING poteva anche funzionare, ma certo necessitava di una storia che non ricalcasse tanto banalmente dinamiche ormai in massima parte prevedibili. Il cast - rispetto a prodotti analoghi, chiaramente girati in economia - non è nemmeno così male e un buon apporto viene dalla fotografia che, specialmente al buio, trova qualche insperato cromatismo d'effetto. Però si resta nell'ambito della replica meschina, del ricalco cui manca ovviamente la potenza dell'originale, con una regia che non si fa sentire e una ripetitività di fondo che andava combattuta con maggiore inventiva negli effetti (miseri) o nella ricerca della verità (in questo senso il THE RING americano non si batte). Di conseguenza, per quanto confezionato dignitosamente sotto certi aspetti, il film delude nella sua resa finale, con trovate maldestre (il "link" inciso sul braccio) e un evidente impaccio nel gestire gli sviluppi della storia legati all'interazione tra i tre personaggi principali, cui si aggiungono il fratello di Asia (con relativa fidanzata) e un altro paio di giovani condannati dall'app nelle prime fasi. Qualche discreta location torinese di sfondo, ma non sarà facile salvare il film dall'oblio.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/01/21 DAL DAVINOTTI

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.