LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/06/19 DAL BENEMERITO DIGITAL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 3/10/19 07:50 - 8962 commenti

I gusti di Daniela

Il francese Baudry esordisce con un'opera in cui gli elementi di un film sottomarino bellico alla U-boot sono posti all'interno di una situazione che richiama la minaccia nucleare incombente nei tempi della guerra fredda descritta in A prova d'errore, Stato d'allarme o Caccia a Ottobre rosso. Al netto di un certa confusione all'inizio e di qualche divagazione inutile come la parentesi sentimentale, il risultato è un film coinvolgente in grado di tener desta l'attenzione fino all'epilogo, meno pompato e convenzionale di quanto con tutta probabilità sarebbe stato se girato negli USA.

Digital 29/06/19 08:46 - 1112 commenti

I gusti di Digital

In un futuro prossimo, un sottomarino francese si trova in una situazione di crisi e, per venirne fuori, si dovrà affidare a un esperto di sistemi acustici dall'udito particolarmente sviluppato. Al tipico film alla Caccia a Ottobre Rosso viene aggiunta la figura del genio ribelle (un bravo François Civil). L’intrattenimento non viene meno grazie a una regia che sa cosa vuol dire generare tensione e per merito di un cast ben assortito nel quale Omar Sy, Kassovitz e il già menzionato Civil mostrano di aver una marcia in più. Un buon film.

124c 1/07/19 01:14 - 2747 commenti

I gusti di 124c

Film di guerra ambientato nelle profondità del mare, dove due sottomarini francesi si ritrovano a battagliare fra loro. Ad evitare il peggio c'è un tecnico capace di riconoscere suoni e rumori impercettibili con il sonar. Buona la prova del giovane protagonista, François Civil, seguito a ruota dal marinaio Omar Sy e dal capitano di Mathieu Kassovitz. Un film francese che non ha nulla da invidiare a prodotti americani del genere; anzi, supera in tensione l'inglese Hunter killer - Cccia negli abissi, con Butler e Oldman.

Galbo 5/11/19 06:28 - 11269 commenti

I gusti di Galbo

Appartenente al fecondo genere sommergibilistico, Wolf Call ha l’ambizione di tenere insieme il film d’azione all’opera fantapolitica. Il regista, al debutto, governa bene la tensione valorizzando il protagonista, giovane marinaio dotato di orecchio particolarmente sensibile, ma anche gli altri personaggi. In mezzo, intrighi politici e militari, che al netto di qualche tecnicismo di troppo producono una pellicola godibile che si segue con interesse fino alla fine.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.