Who? L'uomo dai due volti

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/03/07 DAL BENEMERITO CAESARS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 23/03/07 10:21 - 2758 commenti

I gusti di Caesars

Uno scienziato americano ritorna in USA dopo essere stato sottoposto ad una complicatissima operazione chirurgica da parte dei russi. Sarà proprio lui o una spia sovietica? A questa difficile domanda cerca di rispondere Elliot Gould. Oltre che una buona storia spionistica siamo di fronte a una non banale riflessione sull'identità di una persona. Forse più drammatico che di spionaggio, lo valuto un buon film (generalmente poco considerato dai critici), realizzato con ottimo mestiere da Jack Gold.

Aal 22/08/09 07:18 - 322 commenti

I gusti di Aal

Buon film che alle tematiche da spy story in clima di guerra fredda unisce toni fantascientifici ed una non diprezzabile riflessione filosofico-esitenziale sul concetto di identità che coinvolge la tragica figura del dr. Lucas, divenuto suo malgrado un ibrido uomo-macchina in seguito ad un incidente. Elliot Gould nella parte dello scettico agente americano non convince appieno. Tratto da un romanzo di Algis Budrys, scrittore di fantascienza seguace di Scientology, pubblicato in Italia nella collana Urania di Mondadori.

Cotola 10/01/11 23:24 - 7603 commenti

I gusti di Cotola

Niente di eccezionale ma nemmeno malvagia questa spy-story a tinte thriller. La storia non è imprevedibile, ma qualche piccola sorpresa la riserva e scorre via veloce fino ad un finale non certo accomodante come spesso accadeva nelle pellicole (e anche nei libri) spionistici dell'epoca. Quelle sull'identità non sono che chiacchere di contorno (che lasciano quindi il tempo che trovano) ma dal punto di vista dell'intrattenimento, il risultato è accettabile.

Daniela 20/05/17 01:04 - 9623 commenti

I gusti di Daniela

In piena guerra fredda, uno scienziato USA viene liberato dai russi dopo essere stato sottoposto ad una operazione che lo ha reso irriconoscibile. Ma chi è realmente l'uomo celato da una maschera d'acciaio? Intrigo spionistico e nello stesso tempo riflessione sul tema dell'identità: un doppio binario che non sempre risulta convincente ma tuttavia si fa seguire con interesse fino all'epilogo, segnato da un falso colpo di scena. A Gould spetta il ruolo ingrato di San Tommaso, Howard fa il russo odioso, il protagonista è un certo Joseph Bova, la cui foto non figura neppure sulla scheda IMDB.

Faggi 4/02/19 16:10 - 1508 commenti

I gusti di Faggi

Spionaggio e fantascienza in un film ideale per un pomeriggio di pioggia, con tè nero e biscotti allo zenzero: un intrattenimento al contempo svagante e vagamente filosofico. Squisitamente assurdo e immaginifico è l'ingrediente fantascientifico, vivace e con movenze da thriller la materia spionistica: insieme danzano la giga su suggestioni di enigmi e paradossi identitari, con accenti melanconici di mostrificazione che sarebbero piaciuti ai surrealisti. La parte finale è emotivamente e diegeticamente contorsionista, ma è facile stare al gioco.

Rambo90 23/11/19 16:37 - 6423 commenti

I gusti di Rambo90

Un thriller spionistico molto interessante, diverso da tanti altri nel suo genere e con premesse esistenziali-filosofiche non semplici. Questo rende il tutto affascinante, anche se la sceneggiatura non sempre scorre liscia, rendendo il protagonista metallico una figura con cui empatizzare per la sua condizione, a prescindere da chi sia in realtà. Gould gli fa da contrappunto e servirà a scompaginare ancora di più le carte in vista del finale soddisfacente. Buono.

Myvincent 8/04/20 11:28 - 2602 commenti

I gusti di Myvincent

Uno scienziato al soldo dei russi viene rimandato in patria sotto forma di "robot" metallico, ma la sua vera identità resta dubbia. Giallo spionistico giocato sull'analisi psicologica dei personaggi, con quei giusti flashback che rendono il racconto interessante e catartico nel contempo. Un altro film sulla guerra fredda di quegli anni, ma trattato con una poesia che certo non ci si aspettava.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.