Vivere nel terrore

Media utenti
Titolo originale: Bad Dreams
Anno: 1988
Genere: horror (colore)
Note: La storia è liberamente ispirata alla setta di David Koresh.
Numero commenti presenti: 8

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/01/08 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 15/12/08 15:10 - 4957 commenti

I gusti di Herrkinski

Interessante e sottovalutato thriller/horror psicologico. Il film è girato con un certo budget e infatti è ben confezionato e interpretato da un cast adeguato. La storia non è originale, ma il regista dimostra di conoscere bene i meccanismi della tensione, quindi il film scorre senza annoiare e anzi offre parecchie scene degne di nota, senza risparmiarci lo spargimento di svariati litri di sangue e alcuni buoni make-up. Mi ricordavo che aveva fatto il suo effetto all'uscita nelle sale, ma rivisto oggi è ancora convincente. Da recuperare.

Tomastich 14/04/10 12:11 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

A fine anni '80 alcune pellicole si sono focalizzate su due aspetti diversi: le sette e il tema dell'ospedale psichiatrico. In questo caso i due temi si mischiano e danno vita ad un film convincente, molto d'impatto, breve quanto basta e pure accattivante.

Cotola 26/06/10 22:18 - 7402 commenti

I gusti di Cotola

Discreto thriller a tinte horror (buone e generose le scene splatter) che sfrutta abbastanza bene l'elemento onirico e che riesce a divertite e a creare una buona tensione narrativa. Peccato che il finale arrivi un pò troppo presto (appena 80 minuti di durata) e risulti prevedibile ed approssimativo. Colpa di una sceneggiatura non priva di incertezze e di qualche buco. In ogni caso una pellicola di genere che può meritare la visione.

Mdmaster 13/11/10 14:26 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Discreto thriller/horror con Bruce Abbott, che i più si ricorderanno nei panni del povero "innocente" dottore di Re-animator e seguito. La pellicola ha dalla sua il fatto di non essere comunque troppo prolissa, tenuta su da un cast all'altezza della situazione e da una collezione di scene splatter notevoli. La regia comunque è abbastanza mediocre, e difatti penso si possa considerare l'unico film decente di Fleming (anche se non riesce certo a competere con altre proposte anni ottanta del genere). Però si merita una visione.

Pumpkh75 31/08/14 19:04 - 1284 commenti

I gusti di Pumpkh75

E’ una rivisitazione post Elm street di un certo cinema sulle sette, più o meno sataniche, che andava in voga a fine anni 70 e di certo non è fallita. C’è onesto intrattenimento, il tempo vola via, Lynch e la Rubin sono azzeccati come interpreti, senza considerare che la soluzione finale non è delle più facilmente individuabili e che nella sua vecchiaia non mostra rughe o capelli bianchi. Qualche frana nella scrittura e la regia piattissima gli impediscono un pallinaggio superiore.

Rambo90 17/06/17 02:01 - 6270 commenti

I gusti di Rambo90

Thriller-horror dalla trama non spiacevole, con una durata talmente esigua che si lascia guardare senza infamia, anzi divertendo in un paio di punti splatter e sopra le righe. Lynch è un baubau che funziona bene, gli altri attori non demeritano particolarmente e alcune sequenze di discreta tensione ci sono. Finale che alza l'interesse con un buon colpo di scena. Non male.

Jena 4/02/18 10:31 - 1157 commenti

I gusti di Jena

Non male questo fantahorror che poi si converte in thriller ospedaliero. Certo nella prima parte pesca abbondantemente dal precedente Nightmare 3 (i tipi disturbati in ospedale che muoiono uno a uno per intervento dell'entità maligna), ma Fleming è bravo nell'orchestrare la tensione con omicidi splatter ben fatti, grazie a una discreta sceneggiatura di De Souza. La Rubin, con quei begli occhioni verdi, ha la faccia giusta e se la cava, ma il valore aggiunto lo dà Richard Lynch, uno dei ceffi più indimenticabili del cinema bis ottantiano.
MEMORABILE: I due che mentre amoreggiano finiscono nel ventilatore gigante, con doccia di sangue; Le scene con Lynch alla fattoria.

Nicola81 13/07/19 23:00 - 1901 commenti

I gusti di Nicola81

Horror senza infamia ma anche senza troppe lodi. L'inizio con la setta guidata dal solito predicatore fanatico è promettente, poi ci si sposta all'interno dell'ospedale psichiatrico e lì affiora una certa ripetitività, nonostante le morti presentino una certa efferatezza (più suggerita che esplicita, a dire il vero). Visti i soli 80 minuti di durata, il finale giunge inevitabilmente sbrigativo, ma in compenso risulta abbastanza imprevedibile. Non male, nel complesso, la prova del cast.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Pumpkh75 • 31/08/14 19:10
    Addetto riparazione hardware - 385 interventi
    Ottimo il BD Americano della Scream Factory, in coppia con "Delitto al Central Hospital". La chicca negli extra è un lungo finale alternativo che cambia leggermente le carte in tavola. Lo potete visionare anche qui: https://www.youtube.com/watch?v=1D0ARIefPXQ
  • Homevideo Buiomega71 • 31/08/14 19:14
    Pianificazione e progetti - 21644 interventi
    Pumpkh75 ebbe a dire: Ottimo il BD Americano della Scream Factory, in coppia con "Delitto al Central Hospital". La chicca negli extra è un lungo finale alternativo che cambia leggermente le carte in tavola. Lo potete visionare anche qui: https://www.youtube.com/watch?v=1D0ARIefPXQ Troppo affezionato alla versione italiana , con Sweet Child O' Mine dei Guns n Roses sui titoli di coda (io ho una registrazione d'antan da Italia Uno, per Notte Horror)