Vertical limit

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Vertical limit
Anno: 2000
Genere: avventura (colore)
Numero commenti presenti: 11
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Forse affascinati dalle potenzialità spettacolari della scena sulle rocce di MISSION: IMPOSSIBLE 2 (con Tom Cruise appeso a mani nude sullo strapiombo), i produttori di VERTICAL LIMIT hanno confezionato l'ennesimo blockbuster che punta tutto sull'effetto speciale, ottenendo un po' gli stessi risultati di un altro disaster movie simile (e che condivideva nel cast la presenza di Bill Paxton): TWISTER. Anche lì le uniche scene di pregio erano da attribuire alle nuove frontiere aperte dagli effetti digitali, per il resto c'era da preoccuparsi per la pochezza di un soggetto e di una sceneggiatura incapaci di evadere dai luoghi comuni...Leggi tutto che solitamente infestano i più biechi prodotti commerciali americani. In VERTICAL LIMIT, dopo una sequenza d'apertura direttamente derivata da quella citata prima (MISSION: IMPOSSIBLE 2), ci si impasta in una melassa confusa che sembra tanto un prologo diluito oltre ogni limite di sopportazione. La vera azione comincia solo dopo un'ora, quando finalmente parte la spedizione di soccorso “senza speranza” con la missione di ritrovare i tre dispersi in una bufera di neve (siamo sull’Himalaya): è giusto tentare un'operazione quasi impossibile per salvare la vita di sole tre persone le cui condizioni di salute sono oltretutto già critiche? Ma non era l’interrogativo alla base di SALVATE IL SOLDATO RYAN? Comunque sia, è ovvio: il gruppo parte, composto da due fratelli, un musulmano (che prega su un tappeto portato apposta con sé), il fratello eroico (Chris O’Donnell) di una dei dispersi, la biondina di turno e, immancabile, l’ex superscalatore in pensione, duro e puro. Dialoghi scialbi, regia incolore che si riscatta solo nelle numerose (una decina, circa) scene di thrilling alpino, belle quanto in realtà assurde e ridicole.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 22/10/07 13:29 - 2869 commenti

I gusti di Caesars

Dimenticabile senza nessun rimpianto. Film che vive solo in funzione degli effetti speciali, per il resto la trama è poca cosa così come le interpretazioni degli attori. Non indegno ma comunque un'operazione dichiaratamente commerciale che non soddisfa. Chi vuole vedere un bel film, questo tratto da una storia vera, ambientato sulle montagne, si rivolga piuttosto La morte sospesa.

Pigro 10/11/08 09:30 - 8228 commenti

I gusti di Pigro

Spedizione sfortunata sul K2, tra affaristi senza scrupoli, alpinisti che si fanno le canne, sensi di colpa e etica della montagna. Il mix dei temi non aiuta molto un film che ha la sua ragion d'essere in alcune scene spettacolari ben girate incardinate su una trama con tutti i crismi dell'americanata: come se corressero due ispirazioni diverse, quella del film d'avventura e quello dei dialoghi e delle situazioni da commedia stupidina. Curiosi gli accenni, non sviluppati, al conflitto India-Pakistan.

Tarabas 11/11/08 16:15 - 1749 commenti

I gusti di Tarabas

Film imbarazzante, girato senza la minima cognizione di cosa sia l'alpinismo (che dico... di cosa sia una passeggiata in baita!). Personaggi da parodia, dialoghi scritti (quelli sì) in carenza di ossigeno. Verosimile come un calendario hard di Frate Indovino. Tiferete per la valanga.

Galbo 13/11/08 05:55 - 11546 commenti

I gusti di Galbo

Già avvezzo alle avventure di James Bond (è suo il riuscitissimo Goldeneye), il regista Martin Campbell si cimenta con una storia di alpinismo ambientata tra le vette del K2 (ma il film è stato realizzato in Nuova Zelanda). Il film è sufficientemente spettacolare e realizzato con buon ritmo ma ha il grosso limite di una sceneggiatura carente che conferisce uno spessore quasi nullo ai personaggi tanto da dimenticarsi in fretta delle loro vicende e concentrarsi sulle immagini.

Bruce 22/12/08 10:32 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Da vertigini, veramente, con alti e bassi, ma molto più giù che su. Non malissimo la storia (fratello e sorella sempre uniti nel ricordo del padre, morto durante una scalata insieme) ma il bello sta quasi esclusivamente nelle riprese spettacolari delle montagne innevate. Il finto K2 è in Nuova Zelanda. Avventura vedibile al massimo una volta. Niente di più.

Puppigallo 9/07/10 13:14 - 4564 commenti

I gusti di Puppigallo

Classico esempio di come la spettacolarizzazione venga spesso anteposta a un minimo di senso e di veridicità. Qui si passeggia e si discorre tranquillamente a ottomila metri senza bombole d'ossigeno (tutti fenomeni?). Ma a parte questo, anche la sceneggiatura risulta essere ben poca cosa, con la solita ricerca dei dispersi ultrasfigati (in un colpo solo, una tempesta, una mega valanga e un crepaccio nascosto) e i soliti personaggi ultrastereotipati (buoni, cattivi, eroi, vittime e idioti). Comunque, col solito metodo del cervello al minimo, una rapida occhiata gliela si può anche dare.
MEMORABILE: Visto che non c'erano abbastanza magagne, compare anche la nitroglicerina, che esplode al sole; L'assurdo volo da una parete all'altra con bipicozze.

Cangaceiro 25/07/10 19:07 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Uno dei più brutti film mai visti. Mal scritto, calato in un contesto assurdo, girato con uno stile squallido tutto primi piani e fotomontaggi dalla resa amatoriale. Fastidiosissime le musiche sparate ad alto volume quando meno te lo aspetti. Nella macedonia di personaggi, tagliati con l'accetta, non ce n'è uno che ispiri un brìciolo di empatia. Vederli man mano perire tra le nevi è come togliersi dei sassolini dalla scarpa. Il peccato mortale poi è far durare la cosa quasi 2 ore. Pessima la direzione degli attori, alcuni solitamente bravi (Paxton, Glenn).
MEMORABILE: Il provvidenziale razzo segnaletico "spruzza-sangue".

Rambo90 25/06/11 03:04 - 6603 commenti

I gusti di Rambo90

Buon film d'avventura, più catastrofico che action, con splendidi paesaggi ed effetti speciali di buon livello. La storia è tra le più classiche, ma ha il ritmo giusto e alcune scene sono veramente spettacolari (il salto dall'aereo, la Scorupco appesa alla montagna, l'incidente inziale). Il cast non è male, soprattutto Glenn e un Paxton antipatico e fetente, O'Donnell invece è solo simpatico come la Scorupco è solo bella. Campbell alla regia è comunque una garanzia di adrenalina.

Belfagor 22/09/13 18:56 - 2632 commenti

I gusti di Belfagor

Una missione di salvataggio sul K2 (in realtà il film è stato girato in Nuova Zelanda) scatena gli inevitabili conflitti fra i soccorritori. Campbell cerca di ovviare a una sceneggiatura sottilissima e a uno scarso lavoro di ricerca con riprese spettacolari e valanghe di CGI. Il trucco non funziona spesso, anche per colpa della durata eccessiva che in più di un caso va a discapito del ritmo. Mediocre, ma con qualche valido momento di tensione.

Mco 22/02/16 13:03 - 2167 commenti

I gusti di Mco

Peter e Annie hanno perso il padre durante una terribile arrampicata ma la voglia di sfidare il destino non li ha mai abbandonati. Sul K2, questa volta, sarà la ragazza ad aver bisogno dell'aiuto del fratello, sebbene da tempo egli avesse deciso di dire addio a quel tipo di esperienze. Campbell gioca tutte le sue armi sulla spettacolarizzazione dell'evento, delle paure e della gioia di (soprav)vivere. Ci riesce grazie a riprese dal grande impatto visivo e a un cast poliedrico ma ben integrato. Adrenalina pura!

Chris O'Donnell HA RECITATO ANCHE IN...

Redeyes 18/07/16 08:44 - 2231 commenti

I gusti di Redeyes

Un Meltin' pot di traumatizzati, affaristi e puristi della montagna parte per un'impresa non impossibile ma che tale sembra divenire con lo scorrere dei minuti. Campbell riesce a dare un buon ritmo alla pellicola, che dalla sua ha certamente una location che la sostiene e la rende ammaliante. Purtroppo la infarcisce eccessivamente di situazioni scontate, vedi la prima e penultima scena e battute spesso banali. Al termine della visione si ha voglia di scalare, questo sì, ma di certo non restiamo estasiati dalla visione.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Xtron • 27/04/12 16:27
    Servizio caffè - 1848 interventi
    Il dvd Columbia ha una durata di 1h59m22s

    Ultima modifica: 27/04/12 19:15 da Zender