Veneri al sole

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1964
Genere: commedia (bianco e nero)
Regia: [3e] Marino Girolami
Note: Episodi: "Intrigo al mare", "Una domenica a Fregene", "Come conquistare le donne"
Numero commenti presenti: 5
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Tre episodi di vago ambiente balneare. Aprono Enio Girolami (figlio del qui regista Marino) e Gloria Paul con INTRIGO AL MARE, storia di una misteriosa valigetta cui il losco Umberto D’Orsi dà la caccia e che Gloria Paul custodisce gelosamente senza voler dire cosa contenga. Girolami aiuta la bella donna a fuggire ma finirà invischiato con l'amico Carlo Delle Piane in un complotto legato alla valigetta. È l'episodio meno comico (il “giallo” predomina), anche perché il cast non poteva certo predisporre in quel senso. Da dimenticare, anche se la Paul sfoggia un fisico mozzafiato. Ci pensano invece Franco e Ciccio a risollevare l'umore con UNA DOMENICA A FREGENE, ennesima variante sul tema del padrone (Ciccio) in spiaggia con l'amante...Leggi tutto ossessionato dalle invadenti gentilezze del sottoposto (Franco) che vuole la promozione. Scambiando l'amante di Ciccio per la moglie, Franco le avvicina la propria, di moglie, cercando a ogni costo di far socializzare tutti. Inutile dire che Ciccio verrà esasperato in ogni modo dalle attenzioni non richieste rischiando il collasso nervoso. Una grande prova dei due siciliani, affiatatissimi e in una situazione indubbiamente comica che favorisce il loro tipo di umorismo, semplice e fracassone. Chiudono male Raimondo Vianello e Luigi Pavese, nei ruoli rispettivamente del figlio timido e del padre che vuole spingerlo a conoscere le ragazze regalandogli un libello su COME CONQUISTARE LE DONNE (che è anche il titolo dell’episodio): basta assecondare i loro interessi, sembrerebbe... Così Vianello si fingerà di volta in volta ballerino, attore teatrale e pugile finendo sempre in ospedale con le pive nel sacco. Privo di idee decenti, è l'episodio più risaputo e noioso, senza quei guizzi umoristici che la presenza di Vianello a volte basta a garantire.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 28/12/08 20:20 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Film a episodi che vede come filo conduttore la vacanza al mare: il primo è da ricordare solo per la splendida Gloria Paul - che è veramente una venere come nel titolo del film -; il secondo, con Franco e Ciccio, personalmente non mi ha strappato nemmeno un mezzo sorriso; il terzo, con Raimondo Vianello e Luigi Pavese, è il più simpatico dei tre e grazie a Raimondo si sorride per quasi la sua totalità.

Homesick 4/09/09 18:41 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Tre episodi balneari nel solito stile di Girolami. Il primo, molto fiacco, si appoggia tutto sulla bellezza della Paul; il secondo si esaurisce negli snervanti botta e risposta tra Franco e Ciccio; il terzo migliora decisamente, grazie alla simpatia di Vianello - maldestro con le donne, si improvvisa ballerino, attore shakespeariano e pugile americano - in coppia con Pavese. Tra le tante Veneri al sole ancheggiano in bikini la Polesello, la Gorassini, la Bucchi e ragazze comuni altrettanto belle.
MEMORABILE: I balli di Vianello.

B. Legnani 25/06/10 19:39 - 4694 commenti

I gusti di B. Legnani

Solita commediola balneare, a episodi, alla Girolami, regista che fa del pallino e mezzo il suo marchio di valutazione: brutto, ma guardabile. Pure qui tre ideuzze vengono sceneggiate tirandole il più possibile. Vale *½ scarso l'episodio con la Paul (stupenda) e il figlio del regista. Vale giusto *½ l'episodio con Franchi, Ingrassia e la Polesello (verrà poi riciclato nell'incredibile I due magnifici fresconi). Vale giusto *½ quello con Vianello e Pavese, che qualche sorrisetto lo strappano.
MEMORABILE: I movimenti di Vianello, scambiati per abili passi di danza moderna.

Graf 28/07/11 01:02 - 685 commenti

I gusti di Graf

Questi film che Girolami girò nei primi anni sessanta hanno tutti una particolarità: non sono dotati di nessuno stile di regia. Il regista non cerca di crearsi una tecnica espressiva personale ma si pone al servizio totale della storia e degli attori. Ecco perché, nella loro modestia, sono film godibili e potabili. Questo non fa eccezione. Spionistico e tutto di corsa il primo episodio con una stupenda Gloria Paul; un po' ripetitivo quello di Franco e Ciccio; furbo, ironico e più articolato nella storia quello di Vianello. Si ride di gusto e senza volgarità.

Il Dandi 21/07/19 13:06 - 1747 commenti

I gusti di Il Dandi

Solito antologico balneare. Stavolta gli episodi sono limitati a tre: non è bene, perché i soggetti non necessitavano un respiro più ampio e per fare minutaggio si finisce per annacquare un brodo già non troppo saporito. Stanca presto quello "spionistico" con il villain D'Orsi che insegue la bella Paul. Risaputo quello di Franco & Ciccio con la solita storia di corna. Salvato dai protagonisti l'ultimo, con Pavese che spinge l'imbranato figlio Vianello a buttarsi con le donne, anticipando anche lo sketch del suggeritore teatrale di Dino Verde.
MEMORABILE: Vianello inventa involontariamente dei passi di "surf" venendo imitato da tutti i ballerini in pista.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Homesick • 6/06/09 19:01
    Capo scrivano - 1380 interventi
    In uscita il 26 agosto per Medusa.
  • Discussione Lucius • 25/05/14 19:13
    Scrivano - 8332 interventi
    Il film è del 1965.
  • Discussione Zender • 25/05/14 19:42
    Consigliere - 43386 interventi
    Il visto censura è verso la fine del 1964. Magari è uscito nel dicembre 1964. Bisognerebbe indagare.