Vendetta: Una storia d'amore

Media utenti
Titolo originale: Vengeance: A Love Story
Anno: 2017
Genere: drammatico (colore)
Note: Soggetto dal racconto "Rape: A Love Story" della scrittrice statunitense Joyce Carol Oates, pubblicato nel 2003.
Numero commenti presenti: 6
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/04/18 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 18/04/18 12:37 - 10766 commenti

I gusti di Daniela

Alcuni balordi stuprano brutalmente una donna, lasciandola in fin di vita. Nonostante le prove a loro carico, grazie ad un avvocato marpione hanno la possibilità di farla franca, ma... Rape & Revenge per interposta persona: il soggetto (la vittima fatta passare per responsabile di quanto ha dovuto subire) è di quelli sempre attuali, per cui è facile empatizzare con la protagonista e la sua bimba, entrambe traumatizzae, meno facile con il poliziotto vindice interpretato dal parrucchino di Cage. Si rivede con piacere Johnson, ineffabile in un ruolo che mette voglia di prenderlo a ceffoni.

Redeyes 28/05/18 10:53 - 2268 commenti

I gusti di Redeyes

Madame Tussauds presta Cage a questa classica storia di rape & revenge. Il nostro dal canto suo, con una svogliatezza che tocca picchi assoluti, riesce quasi a far parteggiare per i violentatori, che almeno un po' di verve la hanno. Tutto va come deve andare, ma soprattutto ogni cosa è lasciata a galleggiare senza introspezione alcuna, né sociologica né legale. Scevri da empatia degna di tale nome scivoliamo verso un finale telefonato piuttosto tediati.
MEMORABILE: Il biker-lawyer Don Johnson; Il giudice "super-partes".

Piero68 17/09/18 09:14 - 2848 commenti

I gusti di Piero68

Prodotto e interpretato da un Nicolas Cage più posticcio che mai (lifting, tinta e altre amenità) e con una svogliatezza dipinta sul volto da chiedersi cosa l'abbia spinto a volere questo progetto. A metà tra Il giustiziere e un legal, la parte in tribunale è talmente caricaturale da essere ridicola e nemmeno involontaria. Inutile commentare la performance del cast (tipo Don Johnson). Si salvano giusto un paio di scene.

Galbo 12/01/19 18:59 - 11698 commenti

I gusti di Galbo

Nell'ambito della torrenziale produzione di Nicolas Cage, una pellicola non tra le più memorabili. Trama minimale e minimo impegno sindacale dell'attore, qui particolarmente mono espressivo (l'altro interprete Don Johnson lo surclassa alla grande). Funziona meglio nelle sequenze più vivaci ma è micidiale per mediocrità nelle parti di raccordo. Doppiaggio italico mediocre. Riservato agli estimatori "completisti" del protagonista.

Anthonyvm 25/08/20 21:37 - 3118 commenti

I gusti di Anthonyvm

Revenge-movie dalla struttura convenzionale (niente che uno Stupro o un Giustiziere della notte non abbiano già affrontato), ma atipico (o meglio, bislacco) nel tratteggio dei personaggi. Cage (che purtroppo rinuncia al gigionismo che gli è consono) è un ombroso vigilante dalle motivazioni poco chiare. Di lui si sa poco: relegato a un ruolo secondario (le vere protagoniste sono la Hutchison e la giovane Bateman), si muove come un fantasma sparando ai cattivi (ovviamente cattivissimi alla Kiefer Sutherland) con irreale semplicità. Film così superficiale e svelto da essere divertente.
MEMORABILE: Lo stupro di gruppo; Don Johnson in tribunale; Il gatto impiccato à la Cane di paglia; La prima rapidissima esecuzione di Cage; Trappola alle cascate.

Gestarsh99 17/07/21 19:44 - 1391 commenti

I gusti di Gestarsh99

È quasi una partecipazione subliminale quella di Cage, dimessa, piallata, sottotono, senza i triccheballacche istrioneschi che incocainano mimica e smorfie. Smorto il film: un rape & revenge per intercessione divistica, con Nick mano fredda giustiziere silente a colmare le gravi inadempienze del sistema (la parentesi processuale con screditamento della vittima e semiassoluzione dei balordi). Temi come violenza di genere e pregiudizi misogini ("guarda com'era vestita", "perché era in giro a quell'ora?") vengono rapidamente appallottolati e gettati via come volantini dell'autolavaggio.
MEMORABILE: L'imperturbabilità espressiva con cui Cage fa fuori ciascuno degli stupratori impuniti, quasi fosse l'Anton Chigurh dei giustizieri in divisa...

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.