Valérie - Diario di una ninfomane

Media utenti
Titolo originale: Diario de una ninfómana
Anno: 2008
Genere: erotico (colore)
Note: Dal romanzo di Valérie Tasso.
Numero commenti presenti: 10

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/06/09 DAL BENEMERITO GIACOMOVIE
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Giacomovie 19/06/09 04:34 - 1369 commenti

I gusti di Giacomovie

Meno dozzinale di come viene descritto, è un composto viaggio nei tormenti interiori di una donna alla ricerca dell'equilibrio erotico e affettivo, che trova qualche limite in certe leggerezze di scrittura. C'è da supporre che l'episodio del sequestro della locandina sia stato appositamente creato per aumentare la curiosità verso un film che di scandaloso non ha molto, anzi sembra che si sia volutamente cercato di tenere l'erotismo entro limiti di normale tollerabilità. Belèn Fabra debutta con disinvoltura anche nelle scene disinibite. **1/2

Homesick 13/10/09 14:11 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Squallore e noia, noia e squallore. Una sequela di amplessi kamasutrici e patetici turbamenti interiori vissuti (e confessati) sul solco di Melissa P., da cui proviene la scarnita Chaplin nel ruolo di nonna consigliera con un piede nella fossa. Il pretenzioso finale - che scomoda persino la mitologia classica - vuole inneggiare alla vitalità e all'unicità di ciascuno, rendendo la pellicola ancor più ridicola, insulsa e perniciosamente semplicistica. Inguardabili sia l'erotomane Fabra - sensuale come una pietra levigata - che la Molina, attempata maîtresse con look da Crudelia De Mon.

R.f.e. 15/01/10 14:48 - 816 commenti

I gusti di R.f.e.

Confermo anch'io quanto già detto da pochi coraggiosi anticonformisti "controcorrente": film erotico-soft decisamente migliore di come viene comunemente descritto e criticato, anche se occorrerebbe piuttosto leggere il libro della Tasso (le modifiche in sede di sceneggiatura, tutt'altro che approvate della scrittrice, sono state diverse...). A me non è dispiaciuto affatto...

Pinhead80 17/05/10 20:11 - 4171 commenti

I gusti di Pinhead80

Giovane e disinibita, Valérie non riesce a vivere in maniera adeguata la sua sessualità. Si calerà in una serie di esperienze sempre più degradanti... Non che mi aspettassi molto da questo film, ma qualcosina di più la pretendevo. La retorica che accompagna questo film è insopportabile, come l'idea che ogni uomo si innamori di lei alla follia. Anche la scelta della protagonista lascia desiderare.

Lythops 5/05/15 16:13 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Noioso, recitato male soprattutto dalla protagonista, con musica onnipresente e per lo più irritante; nelle scene di sesso si rimpiangono i dialoghi e nei dialoghi si rimpiangono le scene di sesso, il tutto aspettando i titoli di coda, che arriveranno come una liberazione. E pensare che il libro, una sorta di confessione partecipata e drammatica, coinvolgeva e poneva interrogativi. Qui il nulla. Unica cosa positiva, a volerla cercare, il corpo (ma solo lui) della Fabra.

Medicinema 29/09/15 00:48 - 98 commenti

I gusti di Medicinema

Che sensazioni dovrebbe suscitare nello spettatore la storia della ninfomane Valèrie? La monoespressiva protagonista, con un sorriso paretico sul volto, unitamente a un plot piatto come un asse da stiro, non contribuisce certo a renderci partecipi dello squallore che si vorrebbe rappresentare e ciò che rimane è praticamente un'accozzaglia di accoppiamenti, sensuali come gli avanzi della cena in frigo. Comprimari pessimi e un finale che dà il colpo (di sonno) di grazia.
MEMORABILE: I "delicati" giochini erotici con la bottiglia di vetro.

Zutnas 7/12/15 21:16 - 85 commenti

I gusti di Zutnas

Quando la libertina Valérie trova per la prima volta l'amore dopo aver fatto passare una miriade di uomini, siamo già pronti per i titoli di coda. Ma è troppo presto, sono passati solo venti minuti. Da lì in avanti la faccenda si ingarbuglia tra amori belli e dannati, bordelli, gelosie, ripensamenti. Non così male come l'inizio farebbe supporre, questo film tra i tormenti di una ragazza divisa tra sesso e sentimento. Alla fine uno dei due vincerà.

Faggi 6/05/16 23:43 - 1521 commenti

I gusti di Faggi

Di leziosità insopportabile, è un prodotto tutta patina e nient'altro. Fastidio è la parola chiave per riassumere ciò che ho provato guardandolo, un fastidio ai limiti della tortura autoinflitta. L'erotismo vero non c'è, regnano la superficialità e i luoghi comuni. Regia da spot pubblicitario (che di per sé può non essere un disvalore ma qui lo è), dialoghi e situazioni ai limiti dell'insulto allo spettatore. Inguardabile e deleterio, da condanna senza appello.

Ira72 2/06/17 23:20 - 1117 commenti

I gusti di Ira72

Ho odiato Melissa P. e anche Mr. Grey, ma quasi quasi mi viene da rivalutarli. Se non altro lì sapevo di andare incontro a due brutture, non a un'accozzaglia di pianti e di orgasmi che sembrerebbe quasi spacciarsi per film d'essai. La povera Valerie è fisicamente perfetta e nemmeno male a livello interpretativo. Il problema è tutto il resto. Ossia il nulla. Si rimpiangono le leggerezze ingenue della Fenech o le brutalità urlate alla Von Trier. Due domande me le farei.

Ryo 6/04/20 19:57 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Storia erotica su sesso, matrimonio e prostituzione vissuta dal punto di vista di una giovane donna promiscua che ha difficoltà a soddisfare il suo desiderio. Il film funziona principalmente grazie alle incursioni degli strani ragazzi che Valerie incontra. La storia riguarda una donna alla ricerca di se stessa e passa attraverso un numero di episodi pittoreschi. Molto buona la recitazione.

Geraldine Chaplin HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.