Valentino - L'ultimo imperatore

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/02/11 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 20/02/11 08:34 - 11541 commenti

I gusti di Galbo

Vera e propria icona globale del mondo della moda e non solo, lo stilista Valentino viene celebrato in un documentario realizzato da un corrispondente della rivista Vanity Fair, Matt Tyrnaure. Una troupe segue lo stilista nel corso dell'anno che precede la presentazione della sua ultima collezione. Ne deriva un ritratto veritiero del mondo dorato di Valentino e del suo strettissimo legame personale e professionale con il suo storico collaboratore e partner Giancarlo Giammetti. Interessante.

Didda23 15/10/11 23:19 - 2306 commenti

I gusti di Didda23

Utilizzando la tecnica del reality show, il regista Matt Tyrnauer ci mostra nel dettaglio gli ultimi momenti della carriera lavorativa di Valentino come "direttore creativo" della maison: al suo ritiro verrà sostituito (solo per un anno) da Alessandra Facchinetti (figlia del mitico componente dei Pooh). Il documentario non mostra solamente l'amore e la dedizione di Valentino per la moda, ma pure i vizi e i capricci. Non male!

Lucius 12/02/12 00:35 - 2855 commenti

I gusti di Lucius

Con la stessa tecnica usata da Madonna e Alek Keshishian in A letto con Madonna, il documentario risulta estremamente esaustivo, non limitandosi alle sole pailletts, ma svelando il dietro le quinte del mondo Valentino. Particolarmente interessante risulta la scelta di girare a Palazzo Mignianelli e all'interno di due delle residenze dello stilista. Arricchito da interviste, filmati e soprattutto "dirette" dal suo lavoro, riesce a raggiungere il suo scopo, aprendoci le porte del mondo dorato dell'alta moda e di quello che c'è dietro. Riuscito.

Paulaster 7/12/16 09:56 - 2987 commenti

I gusti di Paulaster

Al posto di declamarne solo le gesta e i mutamenti della sua moda si entra nell'intimità creativa e lavorativa dello stilista. Si percepisce il gusto e l'attaccamento alla precisione, il suo lato sensibile (con Giammetti) e la scarsa affinità durante la convivenza con Marzotto. Si descrive altresì il mondo da ultraricchi che lo pone in un'élite di privilegiati fuori dalla realtà quotidiana. Indubbia la qualità del suo lavoro, che lo pone come un'eccellenza del settore.
MEMORABILE: I carlini in aereo; L'incontro con Lagerfeld.

Ira72 7/02/17 09:53 - 995 commenti

I gusti di Ira72

A differenza del documentario biografico Yves Saint Laurent l'amour fou (delicato e minimalista), questo è invece sfarzoso e ridondante, come a rispecchiare due icone delle diverse personalità. Valentino a volte ammicca alle telecamere (fiero di esibire il lungo lavoro creativo e sartoriale che si cela dietro a ogni abito), altre invece appare infastidito e insofferente e non fa nulla per nasconderlo. Rosso è anche il colore della passione che lo unisce da sempre al suo compagno di vita e di lavoro (Giancarlo Giammetti), suo prezioso sostegno.
MEMORABILE: "Valentino è fuori controllo, lui fa quello che vuole, è Valentino. Per essere amico di Valentino, compagno, dipendente, ci vuole molta pazienza" (Giancarlo Giammetti)

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.