LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/04/07 DAL BENEMERITO CAESARS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 10/04/07 12:43 - 2909 commenti

I gusti di Caesars

Western all'italiana a metà strada tra il serio e il comico, con scazzottate degne dei migliori film con Terence Hill e Bud Spencer. Prodotto senza infamia e senza lode che comunque riesce pienamente nel suo intento di divertire lo spettatore. George Hilton è un bounty killer che dà la caccia al bandito Monetero ma ancor di più ai 300 mila dollari che la banda di quest'ultimo ha rapinato assaltando un treno. La chiave per raggiungere il bottino è racchiusa in un medaglione che ad un certo punto, per complicare le cose, viene diviso a metà.

Il Gobbo 18/05/07 12:47 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Castellari "anti-Leone": gli ruba il titolo (che è una battuta di Tuco ne Il buono il brutto il cattivo), e simbolicamente lo "fa fuori" nel divertente inizio coi tre personaggi agghindati alla maniera di quelli del film summenzionato; il buon Enzo scherzava ma Leone in effetti si arrabbiò molto. Dopodiché parte la caccia al tesoro che è il canovaccio di questo più che valido spaghetti dell'età aurea, fra i titoli che definiscono la transizione verso il filone comico che sarà la tomba del western all'italiana.

Homesick 9/06/07 17:27 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Scanzonato e parodistico, si diverte a prendere in giro il Il buono, il brutto e il cattivo di Leone, confermandosi come uno degli episodi più riusciti e rappresentativi del lato comico del western castellariano. Hilton perfeziona il suo cowboy tra il serio e il faceto, accompagnato dal grande Gilbert Roland e dai simpatici Edd Byrnes e Ignazio Spalla.

Stubby 14/10/07 17:51 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Il film diciamo che non mi è dispiaciuto. Si tratta quasi più di una pellicola alla Trinità piuttosto che di uno spaghetti western vero e proprio. L'influenza di Leone si vede parecchio, sia nella storia, sia nell'omaggio iniziale, sia nelle inquadrature e i primi piani dei protagonisti. Ottima anche la scelta degli attori; interessante soprattutto questo Monetero che sembra Fred Buscaglione.
MEMORABILE: l'apprendista bibliotecario che non farà mai carriera.

Matalo! 7/07/08 16:41 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Si fa vedere questo ricalco/parodia in ottavo de Il buono il brutto il cattivo; come al solito Castellari predilige l'azione e le scene forti e composite ad un plot logico (che ci fa George Hilton nel treno dei valori all'inizio del film? Come ci è entrato?), ma davvero il 7 agosto in una sala di terza visione su sedili di legno in una localnità limitrofa al mare lo vedrei anche due volte di seguito. Puro divertimento ma con qualche zampata godibile.

Rickblaine 30/06/09 10:20 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Western comico e poco ragionato, ma che dopotutto non annoia e rende interessante la pellicola per l'intera sua durata. Molti richiami a Sergio Leone e poco si sa se son voluti o provocatori. Comunque il cast non è da buttare e i tre protagonisti se la cavano egregiamente. Discreto.

Enzus79 30/06/09 11:32 - 1955 commenti

I gusti di Enzus79

Enzo G. Castellari si dà allo spaghetti western e se ci soffermassimo sull'idea non avremmo niente da dire, ma purtroppo è il contorno che non convince. Dagli attori alla colonna sonora... Troppe scene fra il comico ed il noioso. Castellari ha fatto di meglio, ma comunque, tralasciando gli aspetti negativi, è un film che si può vedere, pur non essendo indimenticabile.

Cangaceiro 12/08/10 12:18 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Più che una parodia sembra un divertito omaggio a Il buono, il brutto, il cattivo dal quale viene presa a piene mani l'ossatura fatta di continui tradimenti e doppi giochi, anche se con un clima molto leggero, a tratti fin troppo burlesco (le scazzottate). Castellari dosa eccessivamente le scene movimentate firmando una delle sue regie più statiche, forse con l'obiettivo di confezionare un film "alla Leone", lento e pieno di inquadrature ricercate. Insipida la colonna sonora con tanto di musichette da circo. Bello il liberatorio triello/beffa finale.
MEMORABILE: I due siparietti tra il bibliotecario e il suo anziano apprendista.

Galbo 14/08/10 08:35 - 11574 commenti

I gusti di Galbo

Divertente "spaghetti western" che sta a metà tra i film di Leone e quelli della coppia Spencer-Hill, rappresentando a tratti una parodia del genere (il modello di riferimento è a Il buono, il brutto e il cattivo). Gli attori non sono granchè ma il regista dirige con un buon ritmo e gli scenari sono quelli spagnoli dei migliori esempi del genere.

Philippo 25/03/11 13:06 - 4 commenti

I gusti di Philippo

Per chi ama il genere questo è un film di quelli che non si possono perdere. Ricco di ritmo, girato con grandi invenzioni registiche e citazioni da leccarsi i baffi. Gli attori si calano perfettamente nei rispettivi ruoli dando credibilità ad un plot sfruttatissimo. La colonna sonora è firmata da Francesco De Masi, il musicista che in Italia ha scritto più commenti western di ogni altro (se non ci credete andateli a contare) e qui sembra ispirato come mai.

Enzo G. Castellari HA DIRETTO ANCHE...

Rigoletto 2/05/12 17:19 - 1635 commenti

I gusti di Rigoletto

Questa pellicola, dalla struttura "leoniana" ma con innesti da comic-western, è un ibrido e, nello stesso tempo, un anello di congiunzione fra le due evoluzioni del genere western. Il risultato è un film abbastanza godile che non sfigura affatto davanti ad altri western e che, anzi, sarà sicuramente apprezzato degli amanti del genere. Il ritmo serrato e la buona regia permettono di condurre a buon termine un film che, avendo un leggero sapore parodistico, poteva essere etichettato come opera (molto) minore. Buoni il cast e le musiche. ***
MEMORABILE: Il finale.

Pinhead80 2/11/12 10:41 - 4062 commenti

I gusti di Pinhead80

Altro spaghetti western per Castellari e altro passo in avanti nella regia. La storia convince di più che nei film precedenti e anche il cast è assortito meglio. A guardarlo bene si ha l'impressione di trovarsi di fronte a un misto tra un film di Leone e uno dell'accoppiata Hill/Spencer. Per essere un western ci sono più botte che pallottole, ma il risultato e comunque soddisfacente. Il finale regalerà colpi di scena multipli.
MEMORABILE: Le incredibili peripezie acrobatiche di Hilton quando si dà alla fuga.

Lupoprezzo 3/11/12 19:46 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Castellari, in questo terzo western all'italiana dai chiari rimandi leoniani, pigia deciso il pedale della commedia riservando più scazzottate pre-Bud Spencer &a Terence Hill che pistolettate, tanto che la storia sembra giovarne, funzionando decentemente (anche se si aggroviglia un po' nei vari capovolgimenti di fronte). Il tono ironico e spesso fanfarone che accompagna i personaggi in scena risulta gradevole e spiritoso, la regia un po' più dinamica e il protagonista indovinato. Edd Byrnes è più defilato e carogna che nel lavoro precedente.

B. Legnani 13/07/13 19:59 - 4893 commenti

I gusti di B. Legnani

Titolo, incipit e crediti iniziali accanto alla locomotiva sono perfetti. Poi il film (decorosissimo) va a due velocità. Non funziona il lato comicarolo nelle scazzottate (manca la fantasia delle scene tipo Spencer-Hill), mentre vanno bene i registri umoristici delle battute (i due bibliotecari...). Divertente il finale, che prima fa pensare a un "triello" e poi allegro si lancia, come dice Giusti, verso Zio Paperone. La Careddu è assai statica, ma sprizza sensualità da tutti i pori. Castellari sa sempre dove mettere la macchina da presa.

Albstef90 6/08/13 19:41 - 78 commenti

I gusti di Albstef90

Il maestro dell'azione made in Italy esordisce al cinema con questa pellicola! Lo fa seguendo gli schemi del classico western italiano: avventuriero senza nome, taglie e amici-nemici che si uniscono per missione. Divertente e scanzonata, la pellicola non si fa mai prendere sul serio, ma segue linearmente i clichè del genere regalando momenti di azione e sparatorie apprezzabili. Da valorizzare anche le buone musiche del bravissimo e purtroppo dimenticato Francesco De Masi, che tengono alta l'attenzione. Non male.
MEMORABILE: La sequenza della rapina al treno; Il duello inziale; La scena finale con l'oro nelle canne dell'organo!

Saintgifts 8/09/16 11:13 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Prendi Il buono, il brutto, il cattivo, aggiungi anche lo stupido (l'assicuratore), metti tutto in chiave semiseria (ma si gira con serietà e con una sceneggiatura altrettanto seria) e viene fuori questo film di tutto rispetto. Anche se l'incipit fa pensare al solito spag di quarta serie, presto ci si ricrede. Dopo la frase, che è il titolo del film, pronunciata da un Hilton piuttosto in forma (ma anche gli altri non scherzano) inizia un'impresa che tutto è fuorché veloce come il veni, vidi, vici di romana memoria; ma è qui che viene il bello...

Il Dandi 15/11/17 19:42 - 1910 commenti

I gusti di Il Dandi

Forse il vero iniziatore di quella deriva comica che avrebbe finito col seppellire il genere. Peccato che la coppia Hilton-Byrnes non funzioni come faranno Spencer-Hill (fra le seconde file c'è pure Riccardo Pizzuti in uno dei suoi ruoli più importanti) mentre Gilbert Roland è l'unico che riesce a portare un po' di credibilità in questa parodia di Il buono, il brutto il cattivo, alternando lo sguardo malfidato di Eli Wallach alla flemma di Lee Van Cleef. Pregevoli (e degne di miglior causa) le musiche di Francesco De Masi.
MEMORABILE: L'esecuzione di Monetero interrotta da Lo Straniero.

Jdelarge 19/03/20 19:44 - 900 commenti

I gusti di Jdelarge

Divertentissimo spaghetti western diretto da Castellari, il quale riesce a coinvolgere con una regia dinamica e ricca di ottimi piani. La storia è intrigante e in grado di stupire con colpi di scena ben congegnati. Qua e là, probabilmente, viene messa troppa carne al fuoco, ma il risultato finale è eccellente. Fantastico il trio Hilton-Byrnes-Roland, che entra di diritto nell'olimpo del western all'italiana. Grande cinema.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.